Gelosia per una ragazza più piccola

Buongiorno, vorrei un Vs consiglio in relazione ad una situazione che sto vivendo da circa un paio di mesi con una ragazza di 19 anni (io ne ho 35). Ci sentiamo quotidianamente via sms o tel, spesso riusciamo pure a vederci, ma quando non siamo insieme, mi "assale" una sensazione di ansia (con chi sta?? e dove??), che si placa solo sentendola. Non so se si tratta di reazioni dovute anche ai suoi comportamenti giustamente ancora "adolescenziali" vista la sua età, ma non mi era mai capitato di vivere certe "sensazioni" in precedenti esperienze con ragazze coetanee. Pensate sia dovuto anche alla differenza di età esistente tra me e lei?? Avete qualche consiglio da darmi per provare a vivere meglio questa relazione, evitando questi assalti di ansia ke ho quando lei non e' con me?? Grazie anticipatamente
[#1]
Attivo dal 2013 al 2017
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile Utente,
che rapporti ha con la ragazza?
Come è nata questa amicizia?
le era mai successo prima?
ci sono molte domande che solleva il suo consulto, però cominciamo da queste.
Certo è che se vuole bene ad una persona si preoccupa per lei, per il suo bene ma spero che questa ragazza abbia anche una famiglia che si occupa di lei.
Ci racconti meglio la situazione così che noi possiamo risponderle con più precisione.
un caro saluto
[#2]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Gentile utente,con la Collega le pongo le stesse domande e aggiungo questa riflessione, forse proprio il fatto che questa ragazza sia .. più piccola.. attiva in lei correnti di tenerezza desiderio di proteggerla, che non erano presenti con amiche coetanee,che pensava capaci di.. cavarsela,.. con cui forse poteva persino sentirsi, diciamo valutato, visto in un rapporto paritario.. Con questa ragazza.. piccola.. si sente più protettivo, più sicuro di se'.. più necessario..
Ci pensi, come sta la sua autostima.. ?

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
grazie per le vs email... provo a rispondere alle vs domande... il rapporto con la ragazza e' per lo piu' basato su telefonate e sms, qualche volta riusciamo anche a vederci dato che io ho impegni lavorativi e lei è ancora a scuola.. L'"amicizia" è nata per caso, trovandoci con amici comuni...all'inizio pensavo fosse solo "amicizia", poi con il passare dei giorni mi sono reso conto che non era x me solo "amicizia"...e con il passare dei giorni sono diventato molto geloso di lei, soprattutto quando lei non è con me... ora non so se questa gelosia, che non ho mai avuto precedentemente (almeno in questa forma cosi accentuata), dipenda anche dai suoi modi adolescenziali di comportarsi... quanto all'autostima, non vi nego che quando sono con lei è molto piu' alta di quando nn ci sono... pensate che la differenza di età sia alla base di questa mia "ansia"?? Resto in attesa di Vs. consigli....grazie ancora
[#4]
Attivo dal 2013 al 2017
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile Utente,
lei formula una domanda interessante: "pensate che la differenza di età sia alla base di questa mia "ansia"?? "
provo a girarla a lei, quanto secondo lei la differenza di età può incidere sul suo stato di ansia? e secondo lei come mai le viene?
Non le nascondo che la differenza di età è un dato fondamentale e per noi è un fattore da proteggere, certo che una ragazza di 19 anni non pensa e non vive come lei questa relazione, quindi tenga conto che lei è ancora in una fase adolescenziale e sarebbe molto facile per lei proiettare sentimenti e desideri che magari lei come uomo può interpretare come amore.
le consiglio, nel suo relazionarsi con la ragazza, di tenere in mente questa differenza e di non abusarne.
Se rimane questo suo interesse le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo per chiarire meglio ciò che prova.
Le auguro una buona giornata
[#5]
dopo
Utente
Utente
gent.ma dottssa Falciani, la ringrazio nuovamente per la sua disponibilità. Provo a rispondere alla sua domanda, in modo da poter ricevere un suo parere, anche in considerazione del fatto che si tratta della prima volta in cui mi ritrovo in una situazione simile (cioè a vivere una relazione con una ragazza piu' piccola - 16 anni di differenza -). Lo stato di ansia mi "assale" considerando anche alcuni suoi atteggiamenti - che possono magari essere pure banali (tipo messaggi inviati/ricevuti) e proprio perche' "banali", mi fanno stare ancora piu' male... cosa intende dire quando mi consiglia di "tenere in mente questa differenza (d'eta') e di non abusarne"?? Grazie ancora per la sua disponibilità.
[#6]
Attivo dal 2013 al 2017
Psicologo, Psicoterapeuta
Quello che volevo dire è che c'è una differenza nel tipo di comunicazione, pensiero, interpretazione, modi di leggere la realtà e questo è anche dato dalla differenza di età, che sicuramente lei ne ha più consapevolezza.
Penso che lei senta un senso di protezione nei confronti di questa sua amica e che il fatto che sia giovane la rende in qualche modo vulnerabile al mondo.
Le consiglio di confrontarsi su questo con la sua amica e se questo le crea disagio di rivolgersi ad un esperto.
un caro saluto

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test