Utente 362XXX
salve vorrei un consiglio riguardo una situazione che conivolge una persona a me cara... ha scoperto da poco di essere stato tradito dalla moglie e la concomitanza con problemi di natura lavorativa lo stanno portando ad avere un atteggiamento particolarmente negativo nei confronti della vita e con momenti di rabbia. gli ho proposto di andare da uno specialista ma non ne vuole sapere. come mi posso comportare? non so piu che dirgli e che fare per convincerlo.

[#1]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
VENEZIA (VE)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile utente, quello che può fare lei non è molto , lo aiuti a parlarne, ora è normale la rabbia, il dolore , il domandarsi perchè..è un vero lutto che turba profondamente i progetti e la sicurezza.. la via maestra è che lui cambi idea e si rivolga ad uno psicoterapeuta de visu.. per capire le dinamiche e riuscire a spostare lo sguardo al futuro..
Cosa ne pensa ?
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206

[#2]  
Dr. Cinzia Marzero

20% attività
0% attualità
0% socialità
MONCALIERI (TO)
VILLASTELLONE (TO)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
Gentile utente, purtroppo la motivazione di farsi seguire deve nascere dal suo amico e se lui non vuole, lei non può fare altro che rispettare la sua decisione. Al momento lui non se la sente, ma è possibile che col tempo si renda conto che da solo non è in grado di affrontare il tutto e si decida a chiedere un aiuto. Lei da buona amica continui a stragli accanto e a confortarlo con la sua presenza.
Dott.ssa Cinzia Marzero Psicologa, Psicoterapeuta e Consulente Tecnico Giuridico