Nausea da stress?

Salve dottori, ho bisogno di un consiglio.
Ieri (lunedì 8 maggio) ho dovuto sostenere un esame universitario in condizioni pietose: sabato sera scorso ho scoperto che il mio ragazzo parla su Facebook con una ragazza che frequenta un suo corso all'università, e ne sono rimasta sconvolta, arrabbiata, trasformandomi in una sorta di psicopatica. Ho immediatamente pensato al tradimento, nonostante la mia fiducia in lui sotto questo lato sia sempre stata molto solida, così come la sua nei miei confronti (o almeno credo). Mi chiedo cosa stia facendo, se pensa a me o pensa a questa nuova ragazza, spuntata come un fungo davvero dal nulla, ci sto davvero molto male.
Ebbene, dalla domenica mattina non ho più mangiato e ho cominciato a provare un forte senso di nausea.
Domenica sono stata a digiuno e lunedì mattina ho bevuto a fatica un caffè latte, a pranzo una piadina (sempre con molta fatica) e, dopo una notte di incubi sull'esame che devo dare il prossimo 16 maggio, oggi (martedì) un po' di carne per cena.
Mi chiedo se questo disturbo sia legato alla situazione col mio ragazzo, che amo da impazzire e con il quale sto davvero bene.
La scoperta non è avvenuta in modo totalmente casuale: avevo sospetti da due settimane circa, ma la nausea non si era mai presentata, ho sempre mangiato in modo molto regolare, senza mai saltare un pasto e anzi facendo spuntini pomeridiani (credo di soffrire di fame nervosa).
Mi sono informata e ho letto che la nausea potrebbe essere un modo che il corpo utilizza per comunicare che qualcosa lo sta disturbando.
Devo preoccuparmi?
Grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Gabriele Vittorio Di Maio Cucitro Psicologo, Psicoterapeuta 43 2
Gentile ragazza,
dici che quando hai scoperto questa cosa ti sei arrabbiata trasformandoti in una sorta di "psicopatica". Cosa hai fatto, in particolare?

Hai scoperto questo rapporto tra lui e la sua compagna di corso, ma le loro conversazioni sono solo amichevoli e non danno adito ad un tradimento, ma nonostante questo ti sei molto arrabbiata. Giusto? O hai trovato invece qualcosa di ambiguo nel loro parlare?

Questa situazione di malessere che avverti è molto probabilmente legata alla situazione emotiva che stai vivendo con il tuo ragazzo; Il sospetto già c'era, e la nausea si è manifestata nel momento in cui ne hai avuto la conferma, come in un'esplosione di disagio.
In tutto questo, ovviamente, bisogna escludere la possibilità di un virus intestinale o comunque cause organiche che potrebbero giustificare l'inappetenza e le sensazioni che avverti.
Esclusa questa possibilità, è molto probabile che ciò che stai provando sia la manifestazione dello "shock" che ti ha dato scoprire questa cosa. Quindi la nausea sarebbe il modo che il corpo ha di dirti che uno stress emotivo è in atto.

Con lui ne hai parlato?
Come te lo spieghi il fatto di essere stata così tanto sconvolta da questa cosa?
Come mai eri già sospettosa da due settimane?

Dr. Gabriele Vittorio Di Maio Cucitro - Psicologo Psicoterapeuta
www.gabrieledimaio.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
il sospetto l'avevo per i suoi comportamenti: ha cambiato codice del telefono, ogni volta che gli arrivava un messaggio guardava subito chi fosse. Io dal mio lato, nonostante sapessi la password del suo cellulare, non mi sono mai sognata di controllare niente.
Inoltre, sabato sera era fin troppo carino con me, atteggiamento che ho poi interpretato come il suo senso di colpa nei miei confronti.
Mi ha dato il suo telefono in mano, con la password già inserita, e gli è arrivato un messaggio su Facebook da questa ragazza. Mi sono insospettita ancora di più e non ho saputo placare la mia gelosia e ira.
Ciò che ho fatto una volta tornata a casa, è stato violare la sua privacy entrando nel suo profilo di Facebook, leggendo le conversazioni con la ragazza in questione.
Il tono delle conversazioni è sempre e solo amichevole, non ci sono riferimenti a tradimenti, ma mi sono saltati all'occhio dei nomignoli come ''cucciolo'' usati da parte di lei.
Ciò che mi ha preoccupata realmente è che, nonostante sia un ragazzo gentile, lui non risponde se non ne ha il reale motivo: con questa ragazza le conversazioni vanno avanti senza un senso apparente, parlano del più e del meno, mandandosi link di canzoni, consigliandosi serie tv e film a vicenda. Dei due è più lei che inizia la conversazione, che solitamente si apre su un argomento universitario come un esame o un libro, e poi verte su tutt'altro.
Tuttavia, lui risponde a messaggi anche se non ci sarebbe niente da dire, e lei di conseguenza continua.
Con lui ne ho parlato, gli ho detto come mi sentissi a riguardo, gli ho spiegato che non mi era mai successo prima e che mi sono fatta prendere dal panico. Non gli ho detto di essere entrata sul suo profilo Facebook.
Lui mi ha risposto di stare tranquilla, che si tratta solo di una compagna dell'università e che non c'è niente di cui preoccuparsi.
Da parte mia purtroppo, un po' di fiducia è andata rompendosi e ora sono sempre vigile.
Mi dico che non dovrei preoccuparmi, che non è niente di che e che lui non è una persona che tradisce, ma poi guardo Facebook e loro continuano a parlare.
Mi sento tradita, nonostante non penso ci sia mai stato un qualcosa di fisico.
La mia paura è che lui si innamori di questa ragazza, mentre io sto nell'ombra.
[#3]
Dr. Gabriele Vittorio Di Maio Cucitro Psicologo, Psicoterapeuta 43 2
Comprendo questa sensazione: nonostante nella realtà non ci sia nulla di concreto tra lui e questa sua compagna di corso, qualcosa dentro di te ti dice di stare in guardia, specialmente se lui in genere non è un ragazzo che risponde facilmente, o comunque senza un reale motivo.
Probabilmente, allora, lui in questo momento un motivo ce l'ha, ed è questo che ti spaventa, la possibilità che possa esserci un motivo per rispondere, tenere su una conversazione anche quando non ci sarebbe nulla da dirsi, perché significherebbe interesse da parte di lui.
Da quanto tempo state insieme?

In questo momento tu vedi un conflitto tra ciò che lui dice e ciò che in realtà vedi nei fatti, leggendo le loro conversazioni, e la fiducia vacilla.
Non potendo intervenire sul suo comportamento e non potendo leggere nel suo pensiero cosa realmente pensa e prova, bisogna concentrarti sul tuo stato, su come ti senti tu e come stai reagendo.

In concreto lui non sta facendo nulla, ma ti ha attivato uno stato emotivo importante.
Ti senti già tradita, abbandonata?
Attraverso questo, puoi avere l'occasione di fare chiarezza nel tuo modo di essere

Come va il malessere che avvertivi, è cambiato qualcosa? E l'alimentazione?
[#4]
dopo
Utente
Utente
La nausea è passata, mi sono sforzata di mangiare e adesso è tornato tutto normale.

Stiamo insieme da quasi 3 anni.
Anche ieri sera abbiamo parlato perché ho scoperto che adesso si sentono per messaggi sul telefono anziché su Facebook.
Lui mi ha detto che non sa cosa fare per non farmi preoccupare e che è normale che io provi angoscia, ma che lui vuole stare solo con me, e non ha bisogno di cercare niente nelle altre ragazze. Ha anche detto che me ne devo fare una ragione, poiché sarà sempre così, a partire dall'università per andare sul posto di lavoro. Da un lato gli credo e VOGLIO credergli, ma dall'altro vedo atteggiamenti che mi preoccupano (ieri sera ad esempio è stato molto tempo al telefono e io chiaramente mi sono insospettita: quando ho visto che stava parlando con lei, l'ho fulminato con lo sguardo è da lì è nata una tensione durata fino a che non ne abbiamo parlato prima di dormire).

Sì, mi sento già tradita e abbandonata: la mia paura più grande è quella che vede lui innamorato di un'altra.
Mi rendo conto che non posso possederlo, controllarlo nè essere al centro dei suoi pensieri o stroncargli la vita sociale (anche perché non lo vorrei mai, io per lui desidero il meglio), ma penso anche "di cosa dovrà parlare con questa ragazza? Cos'hanno da dirsi?".
Non capisco se io lo stia già perdendo per tanti motivi, o se io stia facendo tutto da sola, allontanandolo di conseguenza.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio