Suicidio

Salve,
da diversi anni considero l' idea di un suicidio, probabilmente anche in relazione al disturbo alimentare di cui soffro. L' unica cosa che mi tiene ancorata qui sono le poche persone a cui voglio bene, ma mi pesa fare tutto e la frustrazione di non poter morire sta diventando insopportabile. Voglio liberarmene, ma non voglio coinvolgere i miei genitori. Sono minorenne, quindici anni, e non posso agire indipendentemente in questo campo, ma il rapporto che ho con loro annulla categoricamente la possibilità di esporgli la mia situazione. È possibile trovare un aiuto concreto, senza dover includerli materialmente nel percorso? Ringrazio davvero di cuore chi mi risponderà
Buona giornata
[#1]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Cara Ragazza,
Il servizio è riservato ad utenti maggiorenni, ma io le rispondo ugualmente.

Qualunque problematica del comportamento oro-alimentare, anche se terribile ed invalidante, può essere curata.

Puó provare a risolversi allo sportello ascolto della sua scuola, dovrebbe trovare uno psicologo ed essere protetta dalla privacy.

Posso chiederle perché ha questo pessimo rapporto con i suoi genitori?

Ha delle amiche? Una sorella/fratello?

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2]
Utente
Utente
Salve dottoressa,
la ringrazio per avermi risposto nonostante il limite di età. Ho apprezzato moltissimo la sua cordialitá e la tempestività nel rispondere.
Per quanto riguarda il rapporto con i miei genitori, questo ha cominciato ad essere man mano peggiore circa tre anni fa, e ad oggi non riesco più a dire loro nulla, se non cose superficiali, come cose riguardanti la scuola. È dovuto ad un evento privato, verificatosi durante la mia seconda media, e non credo che loro si siano accorti del mio distacco. Da quel momento mi sono legata sempre di più alla mia migliore amica, che in ogni situazione cerca di aiutarmi. Inoltre la ringrazio per il consiglio dello sportello ascolto della scuola, mi è stato utile
Buona serata
[#3]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Qualunque cosa sia accaduta, non può - anzi non potete - rinunciare all’amore reciproco, perché è l’unico che ripara, e che cura davvero.

Tra l’altro le problematiche di cui lei soffre - ho visto che è sotto peso - correlano a stretta mandata con la figura materna, e con le dinamiche familiari.

Insomma, con l’affettivita.

Le allego due letture che potrebbero servirle, e le faccio i miei auguri più cari.
Per tutto.

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2525-anniversario-di-un-dolore-anoressia-e-bulimia-frammenti-di-una-consulenza-online.html


https://www.valeriarandone.it/disfunzioni-sessuali-femminili/conflitti-femminili-tra-sessualita-ed-alimentazione/
[#4]
Utente
Utente
Cara dottoressa,
credo prenderò molto in considerazione ciò che mi ha consigliato. Grazie per gli auguri, per essersi interessata e per aver condiviso delle letture che non possono non avere valore.
Le auguro tutta la sensibilità e l' umanità che lei ha riservato a me
Buona serata
[#5]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Grazie del riscontro.
Le auguro di guarire presto, e di poter sorridere ancora
DCA: Disturbi del Comportamento Alimentare

I disturbi alimentari (DCA), come anoressia, bulimia e binge eating, sono patologie legate a un comportamento disfunzionale verso il cibo. Sintomi, cause, cura.

Leggi tutto