Utente 475XXX

Buonasera. Circa 5 mesi ho avuto attacchi di tachicardia, inizialmente deboli che riuscivo anche a controllore poi nel tempo proprio momenti d'ansia e agitazioni.

La cosa continua da un bel po' ma sporadicamente. Ho fatto tutti gli esami ecg, ecocardiogramma ed emocromo e urine tutto normale.

Ma la cosa mi è sfuggita di mano ormai, vivo le mie giornate con ansia ogni piccolo fastidio muscolare e intercostale vado nel panico, ho sempre paura di morire da un momento l'altro.

Mi sta condizionando me e la mia vita di coppia. Ho 29 anni non ho nessuna patologia ma ho perso il controllo della mia mente ormai è diventato un chiodo fisso. So di non avere nulla a livello organico ma penso in continuazione alla mia morte improvvisa.

Come posso salvarmi da questa situazione? Ho paura quando entro in un luogo pubblico di accasciarmi a terra o di perdere il controllo.

Immagino costantemente la mia morte.


Premetto di essere una persona ansiosa ma mai mi era capitato addirittura da influenzarmi così.

[#1] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012

Gentile utente,

Considerato che tutti gli approfondimenti medici sono risultati OK,
ora c'è da occuparsi della Sua mente di cui Lei dice:
"ho perso il controllo della mia mente ormai è diventato un chiodo fisso.."

Lei sa già di essere una persona ansiosa,
però forse non si è mai occupato seriamente di questo elemento.
Ma attualmente non può più trascurarlo,
ora che da ansia è diventato un pensiero sempre presente: "sempre paura di morire da un momento l'altro."
E benchè Lei riconosca la preoccupazione come irragionevole, si rende conto che è eccessiva ma soprattutto incontrollabile.

On line è possibile unicamente fornirLe un orientamento:
quello di rivolgersi di persona ad un/a psicologo/a psicoterapeuta per una valutazione e poi eventualmente per un percorso specifico.

Pensa di poterlo fare?


Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#2] dopo  
Utente 475XXX

La ringrazio dottoressa per la risposta.
Ma credo che cercherò di eliminarlo da solo. Non voglio essere una persona di 30 che va dal psicologo perché ha paura di morire. Volevo solo un consiglio da parte di un esperto. Spero e penso di non essere una persona rara con tale pensiero.

[#3] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012

Noi Le abbiamo fornito l'orientamento che - in scienza e coscienza - riteniamo corretto.

Veda Lei, poi, come utilizzarlo.

Saluti cordiali.

Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia