Il mio ex amante si è lasciato con la moglie

Buongiorno,
in passato avevo già scritto della mia storia con un uomo sposato durata qualche mese e chiusa...lui è un mio ex collega (perché in tutto ciò anche a causa di strane voci che giravano nonostante fosse finita da mesi, non mi hanno rinnovato il contratto)...lui diciamo che a modo suo non ha mai voluto riallacciare il rapporto di prima perché a suo dire non voleva prendermi in giro e io per un periodo ho visto un’Altra persona!...fatto sta che ogni tanto mi chiede come sto in amicizia salvo sparire quando ha i fatti suoi. Una di queste volte gli ho detto che sinceramente non mi interessava sentire nessuno per comodità o altro e lui si è scusato perché ha detto che stava passando un periodo nero perché la moglie lo sta lasciando!...si è sfogato e mi ha detto tutti i suoi problemi dicendo che era triste e molto molto abbattuto e che non dorme la notte etc...insomma è disperato!...io li per lì l’ho ascoltato e gli ho parlato e compreso...ma sinceramente sono rimasta allibita...possibile che non abbia nessuno con cui parlare e debba sfogarsi con me??...è vero che non ha molto amici...e che alcuni li ha persi...però davvero si è dovuto sfogare con me??...sono rimasta senza parole...anche perché non credo sia nemmeno una scusa per riallacciare un rapporto!...non lo capisco proprio...perché mi usa da psicologa??
[#1]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Buongiorno,

leggendo il suo racconto, mi sono chiesto cosa provi oggi lei verso il suo ex amante. Nei consulti precedenti è emerso un forte sentimento verso di lui, durato a lungo.
Sento importante porle questa domanda, anche in relazione a questo evento inatteso, cioè la separazione dalla moglie. Evento che, quanto meno all'epoca, avrebbe dovuto implicare un vostro possibile avvicinamento.

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis

Dr. Enrico de Sanctis - Roma
Psicologo e Psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico
www.enricodesanctis.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buona sera,
guardi nei suoi confronti in questo momento provo un senso di rigetto...ha avuto verso di me comportamenti non corretti...diciamo che ho saputo anche cose molto spiacevoli e purtroppo dopo questa sua uscita sulla fine del suo matrimonio.
per farle un esempio lui viene costantemente a dirmi che ci tiene e che mi vuole bene...per poi uscire e fare serata con gente che in ufficio mi ha parlato male alle spalle e messo in giro la storia nostra (quando era tra l'altro già finita) e che mi ha causato problemi e fatto perdere il lavoro, dopo essere stato lui il primo a dire che certa gente si dovrebbe vergognare etc...
che comunque mi avrebbe difeso perché aveva visto come ci ero rimasta male per tutto...
questo a mio parere dimostra anche quanto sia stato falso, probabilmente fin dall'inizio...
e sono molto delusa perché quanto meno avevo creduto in una sincerità da parte sua.
quindi davvero a maggior ragione non capisco perché venire a paralrne com me della sua imminente separazione, ammesso che non pensa a un ritorno e che di me se ne frega e mi manca di rispetto...
[#3]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Buongiorno,

devo dire che sento intenso il sentimento di delusione, riesce a trasmetterlo nel suo racconto. E, accanto a questo, forse emerge anche rabbia. Quando parla di rigetto mi chiedo se sta comunicando la sorpresa inattesa e dolorosa per il suo comportamento, che la fa sentire incredula e forse arrabbiata.
Ci sono tanti sentimenti importanti, che dobbiamo tenere in considerazione.

Le chiedo se ci sia in lei anche il desiderio che lui mostri il suo interesse, che poteste oggi avvicinarvi come coppia?
Da una parte la ferisce e la confonde il fatto che la tratti da confidente, dall'altra forse vorrebbe che questo implicasse una speranza per voi?

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
quando parlo di rigetto esprimo comunque un sentimento di incredulità verso una persona che comunque dice che a prescindere dal rapporto precedente, ci tiene a me per poi nei fatti comportarsi in modo davvero meschino nei miei confronti...ci vedo molta rabbia ma per aver creduto al fatto che fosse quanto meno una persona sincera e che comunque fosse rimasto un affetto sincero...devo dire che per come si è comportato ha perso tutta la mia stima e rispetto...
A fronte anche di questo io come coppia un riavvicinamento non lo vorrei mai...non mi fido di lui e ho scoperto che è una persona falsa...che mi ha preso in giro e non ha mai fatto nulla per tutelarmi neanche in ambienti lavorativi dove avrebbe potuto quanto meno avvisarmi visto che sapeva che voci giravano. Il fatto che mi tratti da confidente mi stupisce perché non ha mai parlato con me della sua situazione con la moglie...aveva giusto accennato qualcosa ma mai come l’altra volta scendendo così nei dettagli...sinceramente non penso che sia un modo per riavvicinarsi o riaprire nulla...trovo solo assurdo che con tanti amici che ha sia dovuto venire a parlare con me!...e no neanche ci spero più...la delusione verso la persona che ha dimostrato di essere per me lo rende una specie di persona senza più valore ai miei occhi
[#5]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Mi sembra importante che lei possa mettere a fuoco i suoi sentimenti. Immagino che i vissuti di incredulità e sfiducia, rabbia e delusione possano essere dolorosi.

Sentirebbe importante poterne parlare dal vivo, è stata o sta svolgendo un percorso psicologico?

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
si ormai i miei sentimenti sono quello di sfiducia e delusione più che di rabbia perché ho capito che non ne vale proprio la pena!...
L’ho anche visto ed è rimasto tutta la notte con me a parlare e spiegare...ma le uniche parole sono state che gli dispiace di tutto, che ha fatto una cavolata ad andare, che ci tiene e non vuole perdermi etc...io sinceramente gli ho detto che non mi fido e non ci credo più che mi ha deluso troppo...
Lui dice che non ha mai saputo come comportarsi con me perché aveva paura di ferirmi e altre cose simili...che ha sbagliato tutto e che io sono sempre stata perfetta e che ho fatto fin troppo e lui è stato un cretino...ma a me sembrano tutte parole vuote!...quando gli chiedo cosa vuole da me lui mi risponde che non lo sa!...io non posso più credergli ne altro...non so quanto sia vero o quanto faccia parte di una recita...se gli chiedo che rapporto abbiamo sa solo dirmi che siamo due persone che ci tengono...ma non ha senso...come che resti con me fino alle 5 di notte e mi abbracci tutto il tempo e alla fine gli ho dovuto quasi imporre di tornare a casa...gli ho anche detto che tutto quello che ho fatto, compreso che ho ascoltato i suoi problemi con la moglie senza dirgli che erano problemi suoi avrebbe dovuto quanto meno rispettarmi...e se ne è fregato!...lui ovviamente dice che ci tiene a me etc...che il fatto che sia stato lì con me a provare a rimediare me lo dimostra...però io alla fine non lo capisco e non capisco il rapporto che abbiamo se abbia un senso così...non siamo amici ne amanti...ma nessuno si allontana...anzi stavolta io si è non torno indietro...
Non so bene cosa provo ma forse mi è più facile, almeno per il momento, parlarne qui piuttosto che di persona...
[#7]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Buon pomeriggio,

leggendo il suo racconto, che sento pregno di emozioni, intanto mi sento di dirle che mi sembra importante che vi stiate confrontando. Se intendo bene le sue parole, entrambi non sapete la natura dei vostri sentimenti e le vostre intenzioni.

Mi sento di dirle che questo momento, e anche la richiesta del suo consulto, sembrano mostrare una ricerca per affrontare una situazione dolorosa, per fare chiarezza. Lo sento importante.

Ci racconta la sua sorpresa che lui si stia confidando e appoggiando a lei. Lui sembra contare su di lei, da come dice. Potremmo forse dire che da una parte lui mostra un desiderio di vicinanza, dall'altra però le parla dei sentimenti per la sua ex moglie. E questo può confondere.
Immagino, mi corregga pure se mi sbaglio, che da una parte sarebbe il suo sogno da tempo desiderato quello di unirsi a lui, dall'altra sente di doversi proteggere poiché lui dice di non sapere cosa prova per lei.

In questa sede, mi limito a lasciarle una suggestione. Quello che lei ha in mano sono i suoi sentimenti, la crisi di lui e la sua incertezza. Non so dirle se superata la crisi della fine del suo matrimonio, lui verrebbe da lei. Dobbiamo tenere presente che lui aveva una vita familiare, che non aveva scelto di interrompere. E lei si è trovata e si trova in una situazione scomoda e dolorosa.

È una situazione complessa, per questo le parlavo della necessità di approfondire sia i suoi vissuti e il suo mondo interiore sia la vostra storia nel modo idoneo. Purtroppo online non ne abbiamo gli strumenti. Comprendo se in questo momento non se la sente di contattare uno specialista dal vivo, tuttavia resta sempre una valida opportunità per il futuro.

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio,
Si in effetti la situazione è un po’ confusa...io almeno ci capisco quasi nulla e non so esattamente cosa provo quando sto con lui...da parte sua io non so come stia...per lui è comunque la fine di una storia che dura da 18 anni e come dice lei non è stato lui a metterci il punto, anche se vivevano ormai lontani da quasi due anni...
Io penso che lui anche finito questo periodo non tornerebbe indietro, quindi io ho deciso di allontanarmi del tutto dopo ieri e dopo quello che mi ha fatto...
Dice che ci tiene a me ma non ha mai saputo dimostrarmelo, che mi vuole bene ma tanto...mi ha detto che un anno fa ero capitata all’improvviso nella sua vita che è stato travolto e non si aspettava tutto questo è che non ha mai saputo gestire la situazione.
Ma io mi domando quanto c’è di vero?...e quanto non è solo per colmare un suo vuoto?
[#9]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
In una situazione come questa non è strano che ci siano in lei sentimenti contrastanti, il desiderio di vicinanza e la speranza, la sfiducia e la delusione, la paura del rifiuto qualora, finito questo periodo, lui capisse che non desidera una coppia con lei.

Con il tempo necessario sono sicuro che troverà il modo per fare chiarezza, con il mio augurio che possa realizzare i suoi desideri.

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#10]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio davvero delle sue parole e risposte che in parte mi hanno aiutato a riflettere e cercare di essere più serana!...
[#11]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Grazie anche a lei per il nostro scambio.

Con sincerità,
Enrico de Sanctis
[#12]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
Ultimamente sono successe un po’ di novità che non so come valutare. Diciamo che la moglie è venuta a Roma per un giorno a dire che era confusa e lui poi l’ha raggiunta ma al ritorno mi ha chiamato dicendo che nonostante stessero bene ormai mancava la complicità di un tempo e che si erano lasciati...il nostro rapporto di messaggi è continuato in maniera serena e tranquilla con le solite prese in giro e scherzi...fino a lunedì sera che siamo usciti a fare un aperitivo (cosa che capita spesso) solo che stavolta, anche spinti dal fatto che avevamo bevuto un po’ troppo, abbiamo finito la serata a letto. La mattina dopo ci salutiamo mi da un bacio sulla guancia e mi dice “ci sentiamo”...un po’ distaccato lui e un po’ stranita io...diciamo che non era preventivato o altro...prima di baciarmi mi ha anche detto che non voleva farmi male e che si ricordava come era finita in precedenza...solo che li per lì non ci siamo fermati.
Lui la sera mi scrive con una scusa banale per sapere se avevo ritrovato un bracciale che avevo perso quella sera con lui...e da lì è ripreso il solito scherzo di messaggi...nessuno dei due ha detto nulla sulla serata o altro...adesso io sinceramente visto come è successo e visto il comportamento successivo credo si sia trattato di una serata andata così...non ci saranno altri strascichi o serate di quel genere...però forse mi aspettavo più da lui un comportamento successivo diverso o che mi dicesse che vista la sua situazione un po’ complessa la serata era stata una parentesi piuttosto che far finta di nulla...io per ora faccio finta che non sia successo nulla e vado avanti però un po’ sono stordita!...e mi dispiace perche mi sembra solo che mi abbia usata per riempire un suo vuoto...e non abbia neanche avuto il coraggio di ammetterlo o quanto meno di parlarmi...anzi ha ripreso come se nulla fosse...non ci sto capendo nulla...sono un po’ confusa anche se ho chiaro quello che è successo...
[#13]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Buon pomeriggio,

comprendo il vissuto di confusione che sta provando. In questa sede provo a lasciarle alcune suggestioni, per quanto sia indispensabile fare i dovuti approfondimenti.

Da una parte è possibile che lui senta un'amicizia speciale con lei, e potrebbe non desiderare di più. Non è detto che la usi per colmare un vuoto, può provare un piacere anche se questo non implichi per lui un impegno e quella relazione piena che lei desidererebbe.
Da un'altra parte è possibile che lui sia confuso e al momento non riesca a sentirsi libero di investire in una nuova relazione. E questo potrebbe essere legato a una complessità di variabili relative alla sua precedente coppia e alla sua separazione, ma anche relative al suo mondo interiore.

Immagino che per lei sia difficile, prova intensi sentimenti. La vicinanza di lui le piace e le dà la speranza che lui desideri una coppia con lei e si dichiari intenzionato a stringerla. Allo stesso tempo, purtroppo, mostra di essere discontinuo e quindi anche distante, generando in lei sconforto e sfiducia che un giorno le cose possano andare per il verso desiderato.
Un tempo, quando lui era sposato, era apparentemente più semplice da capire. Ma oggi, poiché è single, la confusione si fa più grande e il dolore per un suo mancato avvicinamento diventa più bruciante.

Lei può restare in questa situazione di attesa, accettando l'incertezza e lasciandogli ancora un po' di tempo.
Oppure può parlargli e cercare di capire i suoi sentimenti, se lui abbia delle risposte soddisfacenti che l'aiutino a fare chiarezza. Se posso chiederle, cosa ne pensa del fatto che l'episodio di lunedì, un episodio significativo, sia rimasto incistato in quel momento, silente? Come se nessuno dei due si sentisse di aprirlo e di farsene carico?

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#14]
dopo
Utente
Utente
Buona sera,
del silenzio dopo l’episodio di lunedì ho provato a darmi una spiegazione...almeno da parte mia c’è la paura di sentirmi dire cose che potrebbero ferirmi o comunque che un chiarimento possa in qualche modo comportare un allontanamento definitivo...perché magari proprio le sue parole prima di baciarmi mi hanno fatto riflettere...il fatto di dirmi che non vuole farmi soffrire e che si ricorda come è finita tra noi...da parte sua penso che probabilmente ci sia la stessa cosa...la paura che un chiarimento possa comportare un allontanamento perché comunque lui fino a venerdì stava con lei per vedere se potevano recuperare ma non è andata bene con lei continuava a dirgli che era confusa e con una complicità che non ritrovano...
Io non so se sono solo un’amica da cui è attratto, una persona a cui voler bene o se c’è altro perché anche lui è stato contraddittorio con me (mesi fa mi ha detto che ci teneva e mi voleva bene e che non sapeva...che non esiste solo l’attrazione o il ti amo alla follia...che però era innamorato di lei, e le cose almeno allora andavano bene tra loro; un’altra volta che se avesse potuto mi avrebbe dato quello che meritavo)...però a questo punto non vorrei essere stata io a fraintendere cose che erano chiare...che non c’è nulla se non affetto da parte sua...sono molto confusa al riguardo perché per lui sono stata davvero malissimo e non vorrei più soffrire...
Non so cosa fare...dovrei dargli tempo di risolvere la sua situazione in modo più netto e vedere dopo che succede o provare a chiarire e forzare la situazione?...con ciò correndo il rischio di perderlo...tra l’altro ho anche una paura che non so spiegare...e se nel frattempo lui conoscesse qualcun altra?...io non lo so...sono molto confusa sul da farsi
[#15]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
I suoi pensieri sono comprensibili, i suoi dubbi legittimi, come le sue paure.

Chiarire può comportare sapere la verità, ha ragione. E questo può essere fortemente temuto.

Sottolinea una comunicazione contraddittoria di lui e, giustamente, si domanda se è stata lei a fraintendere cose che invece erano chiare. In questo momento, non sappiamo.

So che è difficile, non vuole soffrire conoscendo un'amara realtà. Certo da una parte, non sappiamo di preciso cosa le direbbe, magari non le darebbe certezze né in un senso né nell'altro. Se invece le dicesse che non è interessato, questo la farebbe soffrire, ma la costringerebbe ad andare avanti e a cercare l'amore che merita. So che non vorrebbe questo, comprendo quello che sta vivendo.

Eventualmente può valutare di cercare un chiarimento senza forzare la situazione né con insistenza, senza l'idea di giungere necessariamente a conclusioni - anche perché la situazione non sembra favorevole in tal senso. Potrei dire senza "stranirsi", ma credendo nel vostro sentimento. Senza metterlo alle strette, ascoltando lui e, successivamente, ascoltando se stessa.

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#16]
dopo
Utente
Utente
Solo che non so che parole usare esattamente e cosa dire...non voglio forzare la situazione ne altro...non voglio che lui decida che fare anche perché so che non è il momento giusto visto anche che fino a pochi giorni fa stava provando a capire che fare del suo matrimonio...solo che davvero non saprei che fare o cosa dire...sono in imbarazzo anche io...
C’è chi mi dice di andare avanti e fargli credere che ho un’Altra persona per vedere cosa prova esattamente e farlo riflettere sul fatto che potrebbe perdermi...cosa che non ha mai avuto il dubbio in merito perché in un anno che si era chiusa la storia eravamo rimasti in rapporti comunque...ma non è il modo di fare...
Solo che anche solo per capire come si sente non so da dove iniziare...non so cosa dirgli e non vorrei ne mettere paura ne esagerare ne fargli capire cosa provo esattamente perché so il periodo che passa ora...che dovrei fare?...che parole usare?...so solo che sono confusa...
[#17]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
È comprensibile la sua paura di arrivare a conclusioni, sente che non siete pronti. Questo immagino la induca ad attendere.

Qualora decidesse di parlargli, sono sicuro che saprà trovare il modo per non spaventarlo, senza esagerare e senza esporsi del tutto, se è quello che sente giusto fare almeno inizialmente.

Nel suo racconto parla anche di imbarazzo, qualcosa che forse riguarda il vostro incontro. Questo aspetto andrebbe approfondito dal vivo, non abbiamo gli strumenti per farlo qui, perché apre numerose prospettive. È necessario capire come mai lo vivete e conoscerne la qualità, se ad esempio riguarda un vissuto di estraneità oppure un suo sconforto a investire oppure altro.

Sarebbe importante che potesse approfondire questi aspetti e guardarsi dentro, dedicando tempo a se stessa, fermandosi ad ascoltarsi. Sarebbe questo il modo per trovare una via utile per essere meno confusa e capire, di conseguenza, come agire in questa situazione delicata.

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#18]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
Ho riflettuto sulle sue parole...probabilmente da parte mia l’imbarazzo era dovuto più al fatto di aver paura di aver commesso un errore...che fosse il momento sbagliato o qualcosa di simile...credo che da parte sua ci sia comunque la paura di farmi soffrire di nuovo conoscendo la sua situazione ancora mezza precaria...non so cosa farò perché ho ancora mille dubbi...forse la cosa più giusta sarebbe prendersi del tempo separati...allontanarmi da lui per i peeiodo così entrambi potremmo pensare e riflettere sulla nostra situazione è capire...non saprei se è la cosa migliore...ma forse potrebbe essere utile. Anche se è l’ultima cosa che vorrei che succedesse
[#19]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Sento che sta proseguendo nella sua ricerca interiore e la sua disponibilità a riflettere all'interno del nostro scambio è importante. Mi sembra che si stia muovendo nel tentativo di trovare la strada giusta.

Oltre queste suggestioni iniziali purtroppo non riusciamo ad andare in questa sede. Non riesco ad aiutarla come dovrei, mio malgrado. Sono sicuro che dal vivo potrà trovare lo spazio idoneo dove proseguire.

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#20]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio,
Breve triste conclusione della storia ...dopo parole tipo tu sei l’unica cosa bella della mia vita, dammi il tempo di risolvere così potremo stare insieme etc...a ferragosto scende da lei per chiarire e sparisce nel nulla, neanche un messaggio...al rientro chiama come se nulla fosse e alla mia arrabbiatura si scusa e dice che dovevo capire il periodo etc...ci vediamo e sotto pressione ammette dopo un po’ che hanno deciso di riprovarci!...mi ha detto che è innamorato di lei ma è venuto a letto con me per quello che sente per me!...abbiamo discusso tutta una notte e la mattina miha lasciata anche in macchina sola dopo che mi sono sentita male e non riuscivo a guidare per tornare a casa...abbiamo litigato anche via messaggi con lui che diceva che anche adesso sono l’unica cosa bella della sua vita...peccato che ha fatto scelte diverse!...poi all’ennesima parolangli ho detto di smetterla ed ovviamente stavolta è sparito davvero!...miha solo usata nel momento in cui ha visto che la
Sua vita era fallita...ero solo una consolazione per non restare solo...
E ora mi ritrovo qui a pensare a quanto sono stata scema a farmi usare e prendere in giro così un’Altra volta...
E devo di nuovo mettere insieme i pezzi del mio cuore che ha mandato in frantumi...sapendo che stavolta là rottura è definitiva
[#21]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
Salve,

non è facile gestire i propri sentimenti, quando sono intensi. Non si tratta di essere "scemi", ma di sentire un trasporto cocente.

Non sappiamo quali siano i pensieri e i sentimenti di quest'uomo. Dalle sue parole, perlomeno da qui, sento che non c'è chiarezza.

Immagino che sia arrabbiata e delusa, e viva un senso di perdita che l'addolora profondamente. Sente infatti di avere il "cuore spezzato".

Il suo stato d'animo merita uno spazio di ascolto e di condivisione dal vivo. È anche importante stabilire una continuità nel tempo, mi sembra desiderarlo lei stessa.
Purtroppo non riusciamo a proseguire online, non riesco ad aiutarla nel modo dovuto. Valuterebbe una consultazione dal vivo, cosa ne pensa?

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis
[#22]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio,
I suoi sentimenti sono chiari ha detto che è innamorato di lei da 15 anni...mentre con gli occhi lucidi mi diceva che gli dispiaceva e mi dava baci a stampo...per poi allontanarsi e sparire!...misembra solo di essere stata una ruota di scorta e sistemata la situazione si può liberare di me!...
Ho un forte senso di delusione...ma non potevo aspettarmi altro!...
Si valuterei l’idea anche di un consulto dal vivo...
[#23]
Dr. Enrico De Sanctis Psicologo, Psicoterapeuta 1,3k 65
A seguito del nostro scambio, credo importante che possa valutare una consultazione dal vivo. È necessario che possa parlare dei suoi stati d'animo in uno spazio idoneo, fermarsi ad ascoltare se stessa, riflettere ed esprimere il suo sentire.
Riuscirà così ad affrontare questa situazione dolorosa.

Un saluto cordiale,
Enrico de Sanctis

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio