Paura di essere pedofilo

Salve vi scrivo per una paura è ossessione che mi attanaglia da stamattina.
Sono un ragazzo giovane di 18 anni e il problema è che ho paura di essere diventato pedofilo e ora spiego il perché.
Mi è capitato poco tempo fa di cercare e guardare contenuti pedopornografici per pura curiosità, lo so di essere uno stupido, e che all’inizio mi disgustavano e avevo il disgusto degli uomini adulti che abusavano dei bambini.
Di questa paura me ne accorsi in un momento che per pura noia decisi di masturbarmi e perciò di andare su siti per adulti, ovviamente legali, ma in quel momento ero annoiato dal guardare sempre lo stesso tipo di contenuti, e in un momento in cui comunque ero eccitato decisi di cercare contenuti pedopornografici, che fortunatamente non trovai, e me ne vergogno a dirlo e al pensarlo.
Mi è capito alcune volte, di cercare contenuti di questo tipo per sola trasgressione e curiosità.
Sono stato fidanzato poche volte e ho sempre provato e provo tuttora attrazione per le donne adulte, e della mia età, ma quello di cui ho parlato prima mi fa venire queste paure.
Grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2,4k 122
Buongiorno,

Verosimilmente lei è un ragazzo estremamente ansioso.
Legga questo articolo del Collega De Vincentiis in cui è presente una parte che descrive proprio la tua ansia/paura e si tranquillizzi https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/4051-i-pensieri-ossessivi-possono-diventare-reali.html

Stia bene!

Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio per la tempestività.
Ho letto la pagina che mi ha linkato, tuttavia esistono pedofili che lo sono ma che non sono intenzionati a seguire la loro natura e che convivono con questo mostro.
Io pure non avrei mai intenzione, sono interessato solo alle donne adulte, ma come me lo spiega che in un momento di eccitazione e di noia nel guardare i soliti contenuti sui siti per adulti ho provato a cercare quei tipi di contenuti illegali, anche se nella realtà non lo farei mai e sottolineo che andrei solo con donne adulte.
[#3]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2,4k 122
1)“tuttavia esistono pedofili che lo sono ma che non sono intenzionati a seguire la loro natura e che convivono con questo mostro“. Assolutamente NO! un pedofilo è intenzionato a seguire eccome la sua propensione pedofilica.

2) “ma come me lo spiega che in un momento di eccitazione e di noia nel guardare i soliti contenuti sui siti per adulti ho provato a cercare quei tipi di contenuti illegali”. Perché probabilmente voleva auto-testarsi al fine di disconfermare la credenza di poter essere pedofilo. Ma le credenze/pensieri ansiosi, non si falsificano da soli ma bensì con un aiuto specialistico.

L’ansia porta a cercare in modo erroneo ciò che conferma le nostre paure/ansie e non ciò che le disconfermano e quindi le invalidano. Ok?

Vedendo i suoi precedenti consulti, verosimilmente lei è stata sempre una persona con tendenze ossessive su base ansiosa (vedesi paura precedente di “essere gay”...)

Sarebbe il caso di rivolgersi ad un collega psicologo psicoterapeuta considerando che a marzo la sua paura era quella di poter essere omosessuale e ora, luglio, di poter essere pedofilo.
Occorre lavorare sull’ansia perché in entrambi i casi è sempre ansia.
Opti per un collega psicologo psicoterapeuta specialista in psicoterapia cognitivo comportamentale oppure breve strategica dato che entrambi gli orientamenti sono riconosciuti come maggiormente validi nella cura dei malesseri ansiosi.

Consideri di farlo al più presto e consideri che se le dovesse emergere il timore che il collega al quale spero di rivolgerà, potrà giudicarla e/o vorrebbe evitare di esporre la sua paura al collega pensando che possa considerarla un pedofilo, altro non farà che mantenere il suo problema ansioso assumendo un comportamento di evitamento che la danneggerebbe.

Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio