I miei genitori non mi lasciano vivere la mia vita

Ho 19 anni, e da quasi 4 anni non esco più di casa, se esco una volta alla settimana sempre in compagnia dei miei genitori, ho qualche amica con cui mi lasciano uscire massimo due ore e a poca distanza da casa e sempre la mattina. Le mie giornate da quando ho smesso di andare a scuola, inverno estate che sia, sono sempre le stesse. mi sveglio mangio pulisco casa sto sul letto ascolto la musica guardo film e poi mi rimetto a dormire, non mi fanno fare altro e sento che non ce la faccio più. La cosa più banale che le altre persone mi dicono e di parlare con loro è già qua anticipo che non ci riesco, mia madre mi fa Tamara paura e aggressiva verbalmente e anche se non arriva ad esserlo fisicamente mi fa paura e mi blocco, non riesco a parlare. Invece il suo compagno che mi ha cresciuta quindi si sente come un padre dato che mio padre non l’ho mai conosciuto (io non lo sento tale) e lui che manipola mia madre e che gli mette in testa cose come che la fuori non si può vivere che succedono tante cose ed e meglio stare in casa e imparare come è la vita, ripeto questa frase la sento da tanti anni ma non ho imparato ancora niente, mia madre per certi versi mi capisce però fa sempre come dice lui perché se si oppone ce litigio in casa e lei non vuole assolutamente, e io non so cosa fare, spero che possiate aiutarmi con qualche consiglio perché non ce la faccio più
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

mi pare di capire che tu, da quando hai finito di andare a scuola, non lavori e non studi.
Hai pensato di cercare un lavoro, in modo tale da iniziare a diventare indipendente?
Va bene che ora la situazione è questa, ma tu non avrei per tutta la vita vent'anni e non potrai vivere con i tuoi per sempre, ragion per cui -indipendentemente dalla problematica odierna- è importante iniziare a FARE concretamente qualcosa per iniziare a cambiare.

Questo potrebbe essere un messaggio molto forte anche per i tuoi genitori.

Un conto solo le loro idee (il mondo fuori è pericoloso, cosa vera, ma che comunque va affrontata), altro conto sono le tue convinzioni ed esperienze (se non inizierai ad affrontare il mondo, non imparerai nulla )


Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio