Utente 557XXX
Buongiorno, il mio compagno soffre di depressione. Tentativi con psichiatra e psicologo fallimentari (lui ha interrotto il percorso) . Sono stati anni pesantissimi per me, sia emotivamente che pratico/economico (è un libero professionista e per lunghi periodi non lavora quindi non guadagna. Per tanto tempo ho frainteso il suo malessere, mi sentivo trascurata, rifiutata, esclusa dalla sua vita; lui si rifugiava nei videogiochi, nella tv, non aveva voglia di fare niente. Ci siamo allontanati tantissimo, siamo quasi due estranei che condividono la stessa casa e una figlia. Io sono molto chiusa e sicuramente non sono stata in grado di aiutarlo come lui voleva ma mi sentivo tradita, presa in giro. Ora gli ho detto che sto troppo male, così non riesco più ad andare avanti, rivoglio una vita di coppia, un compagno presente, affidabile, un padre per mia figlia. Lui dice che prova dei sentimenti per me e mi ha proposto un percorso di coppia. Ho accettato. Vengo al punto della domanda: ho scoperto da poco che si masturba guardando video porno, quasi ogni giorno. Un colpo allo stomaco. Mi sento di nuovo rifiutata, umiliata. Lui non sa che io so, non ho il coraggio di parlarne ma mi chiedo come potremo mai recuperare una sessualità (non abbiamo rapporti da parecchio, a stento ci parlavamo) se lui trova soddisfazione da solo. Tra l'altro anche quando le cose andavano bene non avevamo rapporti tutti i giorni.. . Se lui cerca piacere in questo modo non mi cercherà mai, non desidererà mai fare sesso con me.. . Io la vedo come un'altra dipendenza, oltre ai giochi e a internet. Stiamo ricominciando a parlare, anche di quello che proviamo (cosa mai fatta prima), a uscire, a fare cose insieme, lui è tornato a lavorare, lo vedo motivato a riprendersi in mano la sua vita, è più propositivo ma questa cosa mi sta uccidendo. Io rivoglio la persona di cui mi sono innamorata, rivoglio un compagno con cui condividere tutto ma ho paura di non interessargli più. So che il rapporto va ricostruito da capo ma io non mi sento completa, non ho mai cercato un altro uomo lui invece.. . mi sento tradita.. . Grazie dell'attenzione e attendo consigli

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

Tanto tempo senza rapporti di coppia..talvolta facilita l’utilizzo di modalità differenti di soddisfacimento.
Forse Lei non ne ha mai sentito il bisogno?

L’autoerotismo non è necessariamente =contro= la propria compagna,
e dunque il senso di esclusione che Lei prova può non avere ragion d’essere.

Chieda un colloquio individuale alla Vostra Psicoterapeuta di coppia e gliene parli.
Troverete il modo di farlo diventare materiale di lavoro per la psicoterapia.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#2] dopo  
Utente 557XXX

Grazie della risposta. Certo che anch'io ho sentito il bisogno ma io non riesco a provare interesse per l'atto in sè senza coinvolgimento emotivo. Il mio timore è che lui, provando soddisfazione da solo, non abbia più voglia di cercarmi. Comunque proverò a parlarne con la psicoterapeuta

Grazie e buongiorno

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Raccomandiamo sempre di non sovrapporre i timori alla realtà.

Affrontare di persona la questione
"Masturbazione con video porno e depressione"
Le permetterà di fare chiarezza dentro di sè e di confrontarsi con Suo marito
quando Lei se la sentirà.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia