Utente 464XXX
Buongiorno a tutti!
Scrivo qua perché sto letteralmente uscendo di testa per questa cosa.. .
Premetto che si, sono una persona estremamente ansiosa e che si preoccupa con la minima cosa e che sono già seguita da una psicologa, ma in questo periodo ho avuto l’impressione di stare meglio.. .
Comunque, ho 19 anni e ormai da un po’ di tempo sono terrorizzata all’idea di addormentarmi per poi fare brutti sogni, motivo per il quale per più di una settimana dormivo Un’ora a notte, poi fortunatamente ho ripreso a dormire con regolarità, ma stanotte è successo ciò che temevo: ho sognato di perdere un dente.
So che sono dicerie di paese, ma io ne sono terrorizzata e ora non so più cosa pensare.. .
Ho paura che, come si dica nel detto, caduta di un dente morte di un parente.
È da quando sono piccola che, ogni volta che sogno questa determinata cosa, ecco che ciò che ho sognato si avvera (muore un parente)!
Leggendo online si trovano pareri contrastanti, ma io non so più davvero cosa fare.. .
Ho provato a parlarne con la psicologa, ma lei mi ha semplicemente detto figurati, a me è sempre stato detto che si trattava di tutt’altro, così da farmi capire che ognuno ha la sua diceria, ma non ha aiutato per niente..
Vi ringrazio in antipico per la risposta..
Buona giornata

[#1]  
Dr. Alessio Vellucci

20% attività
20% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2019
Cara Utente,

le dicerie, i detti, sono quella particolare forma di conoscenza che si tramanda di generazione in generazione e che, nostro malgrado, accettiamo da bambini senza alcuna resistenza, finendo per farla diventare realtà nella nostra considerazione.
Non esiste alcun fondamento scientifico tra il sognare di perdere un dente e la morte di un parente se non, al limite, semplice e sfortunata coincidenza, ma potrebbe essere più utile riflettere sul significato della sua preoccupazione.
Si descrive come una persona "estremamente ansiosa", e i suoi sogni, e conseguentemente la difficile vita notturna, sono una delle tante declinazioni attraverso le quali l'ansia arriva a tematizzarsi ed esprimersi.
Se ha sentito che la Psicologa che la segue non l'abbia accolta realmente nei suoi timori, gliene parli con fiducia di questa sua impressione, sono certo recupererete un buon assetto terapeutico ed anche le sue preoccupazioni ne beneficeranno.

Un caro saluto
Dr. Alessio Vellucci
www.psicoterapiautile.it