Utente 332XXX
Buongiorno dottori.
Mio marito mi ha lasciata da un giorno all'altro dopo 10 anni insieme e 3 anni di matrimonio.
Le sue ragioni sono state "non sono più innamorato come prima" e "non mi sento felice e ho paura che diventeremo una coppia triste".
Io nn mi sono mai accorta di questo suo malessere, lo vedevo stressato ma pensavo fosse dovuto al lavoro. Siamo sempre andati d'accordo e condiviso tutto, anche nel periodo di convivenza da separati, durata 3 mesi, abbiamo continuato a far tutto insieme, week end fuori, pausa pranzo insieme, cena insieme a casa e fuori, aperitivi. Nessuno sa nulla ancora oggi che da 2 giorni siamo divisi a causa delle ferie.
Lui però continua a chiamarmi, anche per una semplice domanda di informazione.. . Io cerco di nn cercarlo.
Vorrebbe che facessimo comunque le vacanze insieme ma da separati.
Quando parla del futuro, parla ancora ancota di noi ma quando ne parliamo continua a dire mi voglio separare perché non sono felice.
Io tutta questa infelicità nn la vedo, scherziamo, giochiamo, ci prendiamo in giro.. . Come sempre, abbiamo sempre avuto un bellissimo rapporto e condiviso tutto.
Non riesco a spiegarmi questo suo atteggiamento, non mi spiego la sua decisione.
Sono confusa e triste, io non condivido il suo modo di pensare, mi sembrano ragazzate.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

Questa discrepanza tra il dichiarato e l’agito da parte di Suo (ex?) marito
è normale che Le crei inevitabilmente confusione e sconcerto.

Riassumendo.
E dunque, se ho ben capito, quel che manca ora da separati
rispetto al matrimonio
sono solo i gesti/rapporti sessuali? Tutto il resto secondo lui potrebbe rimanere
- e rimane -
uguale?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]  
Dr. Alessio Vellucci

24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2019
Cara Utente,

comprendo perfettamente lo smarrimento nei confronti delle scelte di suo marito, e ancor più il sentirsi scomoda in un rapporto che è diventato "terra di nessuno".
Non è facile dare un significato ai comportamenti del suo compagno, in particolare perché trattandosi della mente di qualcun altro non abbiamo riferimenti. Lui ha dato le sue spiegazioni, alle quali però lei sembra credere sino ad un certo punto, giustamente, complice la quotidianità che il vostro rapporto continua ad avere e che alimenta confusione.
Ci sono casi nei quali la coppia prova a separarsi, ma ci riesce solo fisicamente e non emotivamente. In questi casi è utile che venga aperta una riflessione congiunta, che aiuti entrambi a dare il giusto significato alla forma che il rapporto tra voi ha preso.
Se le fa piacere, ci tenga aggiornati.

Un caro saluto
Dr. Alessio Vellucci
www.psicoterapiautile.it

[#3] dopo  
Utente 332XXX

Dottori, vi ringrazio per l'attenzione.
Esatto, tenere il rapporto di complicità e legame che abbiamo sempre avuto.
Io sono molto confusa.
Non riesco a capire cosa possa aver provocato questa sua infelicità e questo suo non amarmi più come prima. Io ho sempre pensato fossimo una coppia quasi perfetta, abbiamo sempre avuto un rapporto stupendo. Non mi aspettavo questa sua decisione, per me è stato un fulmine a ciel sereno. Non so come comportarmi.

[#4] dopo  
Utente 332XXX

Dott.ssa Brunialti, mi dia un consiglio per favore...

[#5]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile ragazza,

È Lei ad essere maggiormente a disagio in questa strana situazione sospesa.
E dunque perché starci più a lungo?

Partendo dal Suo proprio disagio
- che va dichiarato -
potrebbe proporre a lui una terapia di coppia per riuscire a capirVi su tale suo nuovo approccio e decidere se è condiviso.
In alternativa è consigliabile che Lei intraprenda un percorso psicologico Suo individuale
per riuscire a comprendere i propri desideri e bisogni,
e per trovare il coraggio di chiudere la relazione se la situazione La danneggia
e La priva di prospettive affettive a breve e a lungo termine.

Lei ha chiesto una mia indicazione
ed io sono stata esplicita ..
forse eccessivamente?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#6] dopo  
Utente 332XXX

No, dottoressa, assolutamente no.
Ho provato a proporgli una terapia di coppia, ma lui non è per queste cose.
Noi andiamo molto d'accordo, nn c'è mai stato un grande litigio, soprattutto negli iltimi tempi. Abbiamo gli stessi interessi e insieme stiamo bene, lui stesso lo dice.
Per questo io non riesco a capire la sua decisione.

[#7]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Chissà se lui stesso conosce i motivi della decisione...

È possibile che dopo 13 anni l’amore non sia più spumeggiante come all’inizio,
è prevedibile;
ma in cambio si raggiunge una intimità interpersonale più elevata.

Talvolta ciò non viene accettato.
Oppure subentra una certa monotonia sessuale
per cui una decisione come quella di Suo marito solleva dal *peso* della sessualità matrimoniale monogama (la sessualità si esplica altrove) mantenendo tutto il resto...

Considerato che Lei subisce la decisione,
che non è stata interpellata preventivamente al riguardo,
che tale scelta unilaterale può interferire con un Suo eventuale possibile desiderio di maternità (orologio biologico),
Le rinnovo l’indicazIone di un percorso Psy individuale con l’obiettIvo di capir-si meglio e capire cosa fare al riguardo.

Comprendo il Suo sconcerto e la Sua sofferenza.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#8] dopo  
Utente 332XXX

Grazie Dottoressa. Un'ultima domanda, secondo lei, con lui, come mi dovrei comportare?

[#9]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Prima deve decidere *Lei* cosa vuole per se’ dalla vita.
Di conseguenza si comporterà con lui.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#10] dopo  
Utente 332XXX

Io voglio lui, io non ho dubbi!!

[#11]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lei c’è l’ha già, lui;
ma alle sue condizioni.

Purtroppo oltre a questo
online non riusciamo ad andare.
Il resto ha bisogno di una interazione in presenza, come già segnalatoLe.

Se Le fa piacere, trascorso qualche tempo
ci ragguagli.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/