Utente 562XXX
Ho 22 anni.
Da un paio di anni che appare e riappare questo stato confusionario mentale e sensoriale (come da titolo)
È uno stato che svanisce e che in certi periodi di stress riappare.
Il problema è che da un anno a questa parta sta durando più del previsto, non ne ho il controllo.
I sintomi: mi sento costantemente stanca, affaticata, mi gira la testa alle volte, penso di avere la vista peggiorata (anche se di fatto non è così), più annebbiata, la stessa cosa capita a volte con l'udito. Non ho molta concentrazione, scarsa memoria.
Ripeto, prima stati del genere riuscivo a tenerli a bada, da un po' che mi sento a disagio, con amici, parenti. Ne ho parlato con uno neuropsichiatra, ma mi ha detto che ho semplicemente bisogno di parlare con persone vicine a me, che non siano specialisti perché è una sorta di proiezione che il mio cervello crea a causa di alcuni eventi nella mia famiglia.
Sarà, ma non è stato abbastanza esauriente, perché per quanto io ne possa parlare con amici o parenti, loro non capiscono mai del tutto. Chiedo una consultazione in merito.

[#1]  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile ragazza,
non sono affatto d'accordo con il neuropsichiatra che ha consultato. Quasi per definizione la famiglia non ha le risorse per aiutare un proprio membro a superare manifestazioni di una certa entità che si originano dai vissuti psicologici, o meglio può averle, ma con l'aiuto di un soggetto esterno che riesca a mobilizzarle nella giusta direzione.

Gli amici sono tali e ovviamente non competenti più di tanto in campo psicologico per cui rischiano di fare più danni che utile.

Le consiglio pertanto di consultare uno psicologo psicoterapeuta. I suoi sintomi sembrano ricordare la derealizzazione, una condizione che si ritrova con una certa frequenza nei disturbi d'ansia, ma anche in altri disturbi. Lo psicologo dovrebbe riuscire ad individuare una diagnosi psicologica che chiarisca in che ambito collocare la sintomatologia descritta e conseguentemente poterla aiutare.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781