Utente 550XXX
Buonasera, ho 40 anni ed ho partorito da poco una bambina desideratissima con parto cesareo urgente per pre gestosi. La bimba è nata prematura, quindi siamo dovute rimanere in ospedale quasi un mese, in cui lei è stata in incubatrice ed ha avuto tutte le attenzioni e cure del caso. Purtroppo il fatto che le cose non siano andate come immaginavo e avrei voluto non ha fatto che peggiorare la mia ansia, la mia ipocondria e paura di perdere le persone che amo e che succeda qualcosa a me. Di conseguenza, non riesco a godermi come vorrei questa nuova vita a tre. Vorrei uno spunto per uscire da questa situazione.
Grazie

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile neo-mamma,

queste complicazioni post-parto rendono più difficile l'ingresso nella maternità.
Avere un figlio non è una esperienza nè semplice,
nè banale.
Allargare lo spazio passando dalla coppia a tre persone (triangolo),
ancora meno.

" Vorrei uno spunto per uscire da questa situazione."

Non uno spunto,
bensì un suggerimento:
chieda al più presto una Consulenza alla Psicologa dell'Ospedale dove sua figlia è rimasta in quanto prematura.
E' importantissimo elaborare tale esperienza "inconsueta" di post-parto
al fine di poter stabilire una relazione personale con la neonata
e al contempo mantenere la relazione di coppia:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3332-mamma-amante.html .

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/