Utente 128XXX
Salve. Sono una donna di 35 anni sposata da 2 mesi con un uomo di 41 anni. La nostra relazione va avanti in modo discontinuo da 5 anni. Eravamo anche arrivati alla rottura quando poi mi ha proposto di sposarlo, da quando viviamo insieme però tutto è peggiorato. Mio marito EVITA OGNI TIPO DI CONTATTO INTIMO.
E infatti scrivo per chiedere un consiglio, per essere magari indirizzata da uno specialista che risolva il problema.
Cose che per me sono basilari in una coppia e nell'intimità della stessa, per lui sono disgustose e riprovevoli. detesta baciare, è lo disgusta sin da ragazzino. Avvolte mi bacia solo perché sa quanto al contrario per me sia importante. Lo fa con molto sforzo e con gran disgusto e per brevi secondi. Ma non si limita a questo. Durante i rapporti lui non bacia e non tocca nessun punto del corpo, men che meno le parti intime, e anche qui quando lo fa, lo fa per compiacermi con grande sforzo. Anche solo un dito a contatto con gli umori delle mie parti intime lo disturba e lo ritrovo con le mani lontane alzate come se avesse toccato qualcosa di tanto sporco e schifoso. Mi sembra giusto premettere che questo NON accade solo con me, anzi, con me si sforza a farlo mentre con le altre non provava nepmeno. per lui i rapporti sono fatti semplici penetrazioni senza alcun preliminare in modo tale che non ci siano troppi umori. Dopo i rapporti sessuali, quando lui stesso arriva, mi chiede che sia io a lavargli il membro perché lui non riesce. il suo desiderio sessuale è molto basso. Una volta la settimana se proprio insisto e solo ed esclusivamente se sono io a insistere e con minimi contatti. Lui si limita a dirmi che è così da sempre e non posso pretendere che cambi, ma a 35 anni non sono disposta a rinunciare a sesso, ai baci, ai preliminari. Sono arrivata allo stremo della mia sopportazione. Amo mio marito profondamente e lui ama me. Ma ho bisogno di capire. La sua è una fobia? E possibile con aiuto di terapie ad uscirne? L assenza Di desiderio puo essere legato a problemi ormonali? Vi prego m, aiutatemi

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

1. una visita uro-andrologica per verificare i presupposti organici sarebbe necessaria.

2. Se tutto risulta OK,
un percorso psico-sessuale è la via più indicata, con una/o Psicologa perfezionata in sessuologia.

3. In coppia o individuale?
Dipende dalla diagnosi e dal consiglio di chi vi prenderà in cura.

Spero di essere risultata chiara,
in altro caso chieda pure liberamente.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/