Attivo dal 2015 al 2020
Salve, volevo sapere come risolvere questa preoccupazione che si ripropone ogni volta che viaggio.
Fin da piccolo quando si tratta di andare fuori casa per più giorni per vacanza, studio, lavoro, ecc... ho sempre difficoltà ad andare di corpo con normalità.
Io vado quotidianamente, alcune volte anche più di una.
Mentre quando sono via no e i giorni possono variare da 3 a 5.
Insomma andare in bagno diventa una fonte di ansia assurda che non mi fa godere a pieno lo stare lontano da casa.
Solitamente provo molta vergogna se sono in presenza di altre persone a dover andare in bagno per questioni fisiologiche.
Come posso avere difficoltà a condividere il bagno con altri o ad usare un bagno che non sia il mio (per esempio non mi sedio).
Insomma mi fa vergogna anche solo parlarne.
Se sono completamente da solo in viaggio di solito non ho problemi, a maggior ragione se mi trovo in un posto gradevole.
Quale può essere la soluzione a ciò?
Almeno per non essere attanagliato dall'ansia i giorni prima di partire, o quando sono via, sin dal primo pasto.

Grazie

[#1]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

in linea con quanto le è stato già risposto in precedenza le suggerisco anch'io di farsi seguire di persona e di non continuare ad illudersi che chiedendo consulti online arriverà ad una soluzione per i suoi problemi (vedo che ne ha chiesti molti anche solo su questo sito, e come vede non è servito a placare le sue ansie).

Il quesito che pone oggi riguarda moltissime persone, che si sentono a disagio nell'utilizzare servizi pubblici o comunque bagni che non siano il proprio e che si trovano quindi nell'impossibilità di scaricarsi anche per giorni se sono lontani da casa.
Si tratta di una difficoltà che possiamo considerare tutto sommato nella norma, poiché molto frequente, anche se le persone che soffrono d'ansia ne sono particolarmente colpite. In ogni caso questo può preoccuparla solo in vista di viaggi di una certa durata, durante i quali si potrebbe verificare una costipazione degna di attenzione dal punto di vista medico.

Ne parli con il suo curante per valutare se sia opportuno che si premunisca di prodotti lassativi quando sta partendo per un viaggio che durerà più di pochi giorni e valuti seriamente la necessità di rivolgersi di persona ad uno psicologo, che può peraltro trovare anche in alcune strutture pubbliche come il Consultorio Familiare e il Centro di Salute Mentale.

Un caro saluto,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2] dopo  
Attivo dal 2015 al 2020
Salve, grazie, ma non capisco che collegamento ci sia con l'ansia relazionale. Mi tira fuori sempre vecchi consulti. Su quella ci sto lavorando. Volevo solo sapere come si affronta il problema in questo caso. E in parte mi ha risposto, ora vedrò come, se e quando affrontare la cosa con lo psicoterapeuta.

[#3]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
E' dunque in terapia?
Se sì, perchè non cerca di risolvere i suoi dubbi in seduta?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it