x

x

Confusione ansia in amore

Buongiorno a tutti,
scrivo perché non mi sto capendo da solo.

Sono un ragazzo di 27 anni albanese e da qualche mese (4 per l'esattezza) sono in totale confusione dovuta a questa relazione.

Io ho avuto una sola relazione precedente la quale è finita in maniera abbastanza normale per gi altri ma per me è stata distruttivo.

Nel mio obbiettivo di vita volevo a 27 anni avere una figlio essere sposato ma non sono mai stato cosi lontano da tutto questo.

Da quando mi sono lasciato con la mia ex soffro d'ansia generalizzata.
Ho avuto qualche attacco di panico quando mi hanno promosso a lavoro e quindi dovevo viaggiare.
Sono andata dalla psicologa e questi attacchi sono spariti.

Attualmente mi vedo ancora con la psicologa per questa storia con questa ragazza perché io in questi 5 anni che mi sono lasciato con la mia ex non ho mai avuto storie serie e appena una storia durava più di un mese e l'altra persona si avvicinava io mi fermavo e lasciavo tutto.

La ragazza attuale la conosco da 5 anni e in questo arco di tempo siamo stati amici che andavano spesso a letto insieme.

Lei mi chiedeva di mettermici insieme ma io non me la sono mai sentita.
Ad agosto qualcosa cambia dentro di me e decido di provarci con questa ragazza.
Il primo mese bellissimo io non penso a nulla vivo la storia e non ho pensieri.
Dal secondo mese ad oggi invece ho cominciato a stare male.
Tutto è partito da un messaggio di un suo amico la sera del suo compleanno che mi ha fatto risentire quelle bruttissime sensazioni di quando mi sono lasciato con la mia ex.

Da quel giorno io la vivo male la storia litighiamo perché sono diventato geloso e quando divento geloso mi senti piccolo e impaurito tendo a controllare tutto e sono geloso del suo passato.
Mi chiedo se la amo o no mi chiedo se mi posso fidare o no (lei a causa di questa mia gelosia mi ha nascosto delle cose che poi sono venute fuori e questa cosa mi uccide perché non so se mi posso più fidare).

Il problema è che quando sto con lei io sto da dio.
Non penso a nulla e a volte mi interrogo su perché non penso niente cosa che a me non capita spesso.
Poi quando vado via sto bene qualche ora e poi vengono fuori tutti i pensieri.
LA amo non la amo mi fido non mi fido potrebbe essere la mamma dei miei figli ecc ecc.

LA mia potrebbe essere dipendenza ansia oppure insicurezza ma fatto sta che non mi so sbloccare non riesco a lasciarmi andare ma non riesco nemmeno a lasciarla.

Spero in una vostra risposta e mi scuso da subito per il mio papiro

Buona giornata a tutti
[#1]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,8k 149 11
Gentile utente, penso che dal momento che da diversi anni e’seguito da una psicologa, psicoterapeuta mi auguro, abbiate molto analizzato il livello della sua autostima , abbiate parlato della sua storia, della sua famiglia ecc. Perché , a mio parere, qui è’ il problema , perché pensa di essere così poco importante, così poco ok , da essere ingannato ? Ci parli della sua vita ora , del suo
lavoro, ed anche della sua famiglia , della sua educazione , e dei suoi progetti concreti.. ci parli anche della sua ragazza, cosa fa, cosa spera.. cosa è’ importante per lei.. non mi pare giusto generalizzare.. e pensare che necessariamente Lei sia a rischio tradimento.. Ci riscriva se vuole, cerchi di essere sereno, simpatico e costruttivo.. molto dipende da noi e dal nostro sguardo sul mondo..Bon courage! Restiamo in ascolto..!

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dottoressa Fregonese,
specifico che mi sono visto con la dottoressa per 5 mesi per gli attacchi di panico e poi da un mese per questa storia.
Ho vissuto in Albania fino ai 10 anni. Mio padre era arrivato in italia qualche anno prima quindi ho sofferto molto questa sua assenza infatti mi mancava parecchio. Poi sono arrivato in Italia e qui i primi anni sono stati duri perché non sapevo parlare la lingua e quindi e gli altri bambini si prendevano gioco di me. Spesso e volentieri arrivavo alle mani con questi bambini per questo motivo.
Poi ho cominciato a integrarmi e conoscere degli amici. Ho passato una fase di conflitto con mio padre perché avevo scoperto un tradimento nei confronti di mia madre da parte sua cosa che non ho mai riferito a lui chiaramente..
Dopo qualche tempo conosco la mia exe ci mettiamo insieme inizialmente stiamo insieme 4 mesi e poi ci lasciamo ( io in questo arco di tempo avevo tradito la mia ex ) . Dopo qualche mese torniamo insieme e stiamo legati per 4 anni. In questo arco di tempo lei scopre il tradimento e mi perdona. Alla fine cresciamo e lei capisce che deve scappare da casa perché vive una situazione difficile a casa ( i suoi separati lei vive con il padre e lui si risposa) .
Fa il primo viaggio e io impazzisco lei mi lascia a distanza e io soffro tanto perché non la riesco ad lasciarla andare. Perdo 10 kg pensieri ossessivi controllo ecc ecc.
Dopo qualche tempo supero la cosa e vado avanti. Comincio a fare festa per 4/5 anni conosco ragazze conosco nuove persone me la vivo discretamente. Ma in questo arco di tempo appena qualche ragazza si avvicinava mi allontanavo appena vedevo che aspettavo le risposte dei loro messaggi oppure quando volevo vederle.
NEl mentre cerco di andare fuori di casa perché ho sempre voluto ma mai fatto per paura di far stare i miei e per paura di non farcela. Dopo questo periodo comincio a volere un rapporto ma non riuscivo perché mi veniva proprio ansia e paura di stare male. a lavoro le cose vanno bene mi promuovono e appena scopro che devo viaggiare in macchina aereo treno da solo mi viene ansia e poi attacchi di panico. In questo arco di tempo c'era anche questa ragazza l'attuale ragazza che frequento che mi chiedeva di metterci insieme ma io non ero pronto. la mia educazione e stata abbastanza rigida e io diciamo faccio fatica ad andare contro il volere dei miei genitori perché mi dispiace fargli stare male. hanno cercato più volte di farmi fidanzare in albania ma mi sono sempre rifiutato.

Per la mia mentalità rigida certi comportamenti come mettere foto sui social oppur sentirsi con l'ex di vcchia data mi fanno andare fuori di testa. Ma mi dico che devo provarci perché se rimango chiuso mentalmente non riusciro mai a trovare l'amore.

Ecco un sunto veloce :)
[#3]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,8k 149 11
Gentile utente, la sua complessa storia fatta anche di coraggio e intelligenza dovrebbe rassicurarla.. farla sentire capace e in gamba, questa ragazza che l’aspetta da cinque anni e di cui Lei si fida poco, mi sembra degna di fiducia, le consiglio di parlare di piu’ con lei , di cercare sintonia e amicizia.. le relazioni serie devono essere leali , la vita è’ complicata , per tutti.. .anche per le ragazze. Bello che ci sia un rapporto di rispetto e affetto con i genitori, parli anche con loro, non si tratta di .. obbedire.. ma di condividere uno sguardo sul
mondo aiutandosi con affetto. Sia fiero delle difficoltà’ superate con intelligenza , dimostrando così di essere un uomo in gamba..Le faccio molti auguri di una vita serena.. restiamo in ascolto..

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve dottoressa,
Purtroppo in questi mesi la situazione è peggiorata.
Mi sono reso conto che ho in conflitto interiore con l’idea delle relazioni dei miei genitori con la mia e la cosa mi fa rabbia.
Purtroppo con questa ragazza dopo mesi di snervanti discussioni ( dovute sicuramente alla mia insicurezza gelosia controllo pensieri ecc ecc ) ieri sera siamo arrivati a chiudere.lei mi ama ma mi dice che siamo diversi che io sono rigido analizzatore.
nel mentre sono andato dallo psichiatra e mi ha consigliato cipralex ma non ho ancora avuto il coraggio di iniziare.
Vado ogni settimana dalla psicologa ma purtroppo non vedo grossi risultati perché questi pensieri ossessioni di gelosia arrivano e mettono in dubbio tutto me lei la storia.
In queste ultime settimane davvero potrei dire con tranquillità che non ho idea di chi io sia.
Cosa dovrei fare nel concreto. Ho perso una persona che amo per la secondo volta in vita mia per i miei comportamenti.
mi dirà mio caro lei è recidivo. Ma io percepisco il rapporto in questa maniera. Io lei è nessun altro al mondo. A mente lucida capisco che è strano ma poi discutiamo e esplodo discutiamo per ore e poi il giorno dopo mi sento una m***a. Ma dopo due ore mi sale l’arroganza e non capisco sti sbalzi.

Qualcuno mi dica nel concreto come devo fare.Per questa e le prossime relazioni perché mi piace stare in una relazione ma mi rendo conto che non sono un compagno ideale.

Sono insicuro Geloso confuso ansioso e faccio fatica da qualche tempo a concentrarmi ad ascoltare le persone perché mentre parlano penso ad altro.
Vorrei andare fuori di casa ma solo far stare male i miei mi viene male.

io faccio il tecnico e spesso quando parlo con un cliente dopo due minuti inquadro la persona il suo livello di preparazione.

Vorrei che qualcuno mi dicesse tu hai questa cosa e devi comportarti cosi.

La mia psicologa non me lo dice e vi dico la verità mi fa proprio arrabbiare.


Attendo vostre

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio