Utente
Sono in cura ma non ho ancora affrontato questo discorso col mio psicologo, a cui sto volendo un bene dell'anima per l'aiuto.
Ho avuto una brutta esperienza online di esibizionismo, ho avuto la fobia di essere un perverso, forse superata dopo le prime sedute.

Ho sempre avuto un rapporto che reputavo normale col porno, molta masturbazione, quasi un rito quotidiano per farmi stare meglio/sfogarmi.

Dopo questo trauma ho riflettuto che avrei potuto avere una dipendenza senza rendermene conto, sono sempre stato solo e ovviamente ho sempre guardato roba legale su canali tradizionali.

Da qualche settimana ho quasi paura a masturbarmi, quando lo faccio ho sensi di colpa che non ho mai avuto.
Ora con la quarantena e siti gratuiti sembra che ci sto ricadendo.


So che con questa tragedia del virus potreste non rispondermi perché non mi rendo conto della gravità della situazione e me ne scuso.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

riprendiamo il discorso iniziato con il suo consulto
"Fobie terribili, psicologo confessore?".

Auspico vivamente che in qualche forma il percorso iniziato con il Suo Psicologo stia continuando pure in questo periodo di Coronavirus.

Olte che parlarne al più presto con il Suo Psy
- è fondamentale -
Le suggerisco di individuare ed applicare anche altre vie per lo "sfogo".
Talvolta attraverso la masturbazione si scarica ad es. l'ansia, ma esistono anche altre modalità.
Perchè non essere poliglotti, anziche utilizzare sempre e unicamente un solo linguaggio?

Salti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
Dottoressa è sempre gentilissima.
Ho un appuntamento la prox settimana con il mio psy, vedrò se riuscirò ad andarci con queste restrizioni.
Lei ha ragione, diciamo che ora sto vedendo il discorso sessuale più come un piacere che come uno scarico. Il mio desiderio dopo un giorno/due senza fare nulla aumenta. Non mi sento malato a pensarla così, non saprei neppure come fare altrimenti essendo rinchiuso in casa. Sto cercando di allentare le pulsioni quando non necessarie e masturbarmi quando non posso proprio farne a meno. Ne sto parlando anche con degli amici e mi prendono per matto.
Una cosa che mi scaricava tanto tempo fa erano il disegno e la musica, penso fra poco di riprenderli. Ho paura però di reprimere così il mio desiderio sessuale.

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"..Una cosa che mi scaricava tanto tempo fa erano il disegno e la musica, penso fra poco di riprenderli.
Ho paura però di reprimere così il mio desiderio sessuale..."

Se il disegno e la musica Le provocano piacere, La gratificano e La rilassano,
perchè no?
Se il desiderio del piacere sessuale ogni tot si manifesta,
perchè no?

La dipendenza è presente quando una certa modalità (sesso, gioco, lavoro, sostanze, shopping, ecc.) è unica o preponderante,
quando polarizza gran parte dei pensieri e dei comportamenti,
come potrà leggere qui al paragrafo:
"Ma quando il sesso diventa compulsivo? Come riconoscerlo?"
in https://www.medicitalia.it/news/psicologia/7732-sesso-compulsivo-disordine-mentale.html .
E dunque diversificare le fonti del piacere equivale ad "essere poliglotti".

Riguardo alla seduta con il Suo Psy,
si evincerebbe che la può effettuare
dato che per "motivi di salute" gli spostamenti sono permessi;
la seduta psicologica - tanto più se dichiarata urgente - è un motivo di salute.
Ai nostri pz. suggeriamo di spostarsi portandosi appresso il modulo specifico già compilato in tale modo; al termine rilasciamo la dichiarazione della seduta effettuata, valida per il rientro a casa unitamente al modulo.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4] dopo  
Utente
Lei è un angelo, l'unico mio problema è che accettare, nel caso, che sia stato dipendente possa farmi considerare da me stesso come un perverso e un malato.
Spero di riuscire a vederlo lunedì, vedo se in caso contrario di riuscire a predisporre una seduta online

[#5]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
".. farmi considerare da me stesso come un perverso e un malato.."

è proprio per modificare o fronteggiare questi pensieri che si va dallo Psicologo Psicoterapeuta;
altrimenti perchè?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/