Utente
Ho una relazione da circa 7 anni con il mio compagno... ultimamente lui ha vari problemi tra lavoro e altro e io gli sono stata accanto per quello che ho potuto... Ho un carattere abbastanza forte rispetto a lui che è più debole di me... Un po' di tempo fa, ho fatto una scoperta che mai avrei voluto... Aveva organizzato un incontro con una Escort e distrattamente aveva dimenticato di cancellare la chat... Io l ho scoperto... Ha iniziato ad arrampicarsi su tutti gli specchi possibili e immaginabili... Da lì poi sono andata a controllare il suo traffico voce e ho scoperto che ha fatto molte chiamate a queste ragazze... parliamo di mesi almeno quelli che ho visto io... Mi sento umiliata, delusa... Lui continua a dire che alla fine non è andato più e che sono chiamate sciocche e che nn si rendeva nemmeno conto di ciò che faceva... Allora io gli ho chiesto con quale faccia mi avrebbe guardato o semmai si fosse reso almeno conto di cosa sarebbe potuto succedere dopo semmai fosse andato da lei... Ovviamente lui sostiene che in quel momento nn si rendeva conto di quello che faceva... Io gli ho risposto dicendo che nn lo credo, che per me lui è andato e dopo tutto quello che ho fatto per lui mi ha fatto tutto questo.
L ho perdonato perché almeno una volta nella vita credo una seconda possibilità vada data, ma la sto vivendo malissimo e ogni tanto tiro fuori l'argomento ma lui nega...

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

la questione che Lei lamenta e per la quale soffre purtroppo non è così rara.
L'utilizzo del porno, delle chat erotiche, dei siti di incontri talvolta nella percezione maschile non va ad intaccare i sentimenti verso la propria donna, come potrà leggere qui:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/7956-giovani-e-sesso-oggi-erotismo-e-sentimenti-tradimento-autoerotismo.html .

Al contrario la legge, con la Corte di Cassazione che ha equiparato la frequentazione di siti online a quella in presenza: https://giuridica.net/corte-cassazione-navigare-sui-siti-incontri-gia-tradimento/ .

Perchè ho anticipato ciò?
Per fare intuire come l'avvento piuttosto rapido della fase attuale, nella quale il materiale suddetto è ampiamente reperibile e fruibile, non ha dato il tempo alle persone di maturare una dimensione interiore di integrazione tra sesso (anche online) e sentimenti.

Di consegenza quando la persona (più frequentemente donna) si lamenta delle ripetute frequentazioni online da parte del proprio compagno/a viene spesso etichettata come gelosa patologica.

Che fare?
Considerate le radici personali e sociali, non risulta semplice oppure immediato risolvere la questione:
nè con il ragionamento,
nè con le richieste,
nè con l'appello ai sentimenti.
Al contrario, per assurdo tutto ciò può spingere il fruitore a diventare più attenti ed abile nel nascondere. Anche se - francamente - il lockdown primaverile ha svelato molti segreti abilmente noscosti fino ad allora ...

Ritengo che unicamente un percorso di coppia possa aiutarVi. Lo Specialista è lo/a Psicologo/a Psicoterapeuta esperto nella problematica in oggetto.
Ritiene che lo possiate fare?
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
Io non ho nulla in contrario (anche se si un po' mi da fastidio) che il mio compagno possa vedere qualche video porno ma andare oltre chiamando ragazze In carne ed ossa ed addirittura organizzare un incontro cn una di essa si... Era un momento molto delicato della sua vita, ha problemi in famiglia a lavoro e x qsto alle volte è lontano da casa... Lui ha fatto ciò lontano da casa... Abbiamo una vita sessuale normale senza troppe stranezze... Ogni tanto lui ha problemi di erezione ma dice che la colpa nn è mia ma dello stress.. Quando ho fatto questa scoperta è abbiamo litigato ad un certo punto mi dice che vorrebbe più posizioni e più sensualità... Poi, dopo aver scoperto altre chiamate fatte nei mesi precedenti lui mi dice che non si rendeva conto che ogni uomo lo fa e che una volta nella vita una scappatella succede...dopo un paio di giorni cambia ancora, mi viene vicino mi accarezza mi chiede scusa non le chiamo più... Io sto tranquilla ma dopo ricomincio di nuovo a controllare e gli rinfaccio tutto... Lui fa gli occhi lucidi e mi chiede di metterci una pietra sopra... Ieri sera era una serata perfetta e io di nuovo ho tirato fuori l argomento... A me il solo pensiero che si eccita con una donna a telefono mi fa star male... Forse avevo alte prospettive su di lui e mi sono crollate tutte... Non so cosa fare...

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il perdono è improduttivo se non prende in considerazione le radice del problema.
Due indicazioni Lei le ha già ricevute dal Suo compagno:
"..vorrebbe più posizioni e più sensualità..." ;
in altre parole una sessualità più creativa e erotica.
Ma potrebbe esserci dell'altro.


"..Non so cosa fare...", a questo punto Lei aggiunge.

Cosa fare glielo ho già suggerito.
Sta a Lei valutare l'indicazione ricevuta;
la vita è Vostra.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4] dopo  
Utente
Grazie del consiglio

[#5]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Prego!
Cordiali saluti.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/