28 anni e paura di soffrire di depressione

buongiorno, ho 28 anni e sono sempre stata una ragazza solare e piangevo raramente nonostante la mia situazione familiare non mi abbia mai aiutata (fratello disabile e genitori apprensivi ma poco affettuosi fisicamente) ragion per cui credo di non riuscire a dimostrare affetto fisico (abbracci ect) a meno che non si tratti di un fidanzato a cui do il mio 100%.
8 mesi fa ho conosciuto un ragazzo, che usciva da una relazione di 3anni un po’ difficile e che da subito mi ha fatto sentire apprezzata e coccolata dopo 2 anni in cui ero stata sola, ma ad un certo punto mi ha confessato di aver rivisto la sua ex e io decisi di chiudere la frequentazione, ma lui ritornò e io ci ricascai ma nulla di più di dormire e fare l’amore insieme... ieri per l’ennesima volta dopo esserci visti ho deciso di palesargli che io provo qualcosa in più, ma lui mi risponde che i sentimenti non si comandano e per lui é bene ma non é amore, che ora sta bene da solo...questo tira e molla va avanti da due mesi circa, magari litighiamo, gli chiedo di sparire però poi dopo una settimana o due mi contatta con scuse banali come se nulla fosse e ci rivediamo e risentiamo... io sono consapevole di non interessargli, che l’amore non va elemosinato, ma purtroppo a causa sua mi ritrovo a piangere spesso, quando ho sempre saputo gestire il dolore e lo stress senza sfogarmi in pianti così intensi.
vorrei capire perché, perché lui continua a ritornare da me se realmente mi vuole bene e sa del mio interesse, dovrebbe lasciarmi e non ritornare più continuo a ripeterglielo ma forse dovrei essere io a non farmi trovare al suo ritorno.
Se non ha voglia di vedermi o stare con me questa voglia non arriverà mai.
[#1]
Dr. Luca Basile Psicologo 14 2
Buongiorno,

Ho letto con estrema attenzione ciò che ha scritto, e si coglie la sofferenza e preoccupazione per la situazione da lei descritta. Le consiglio, qualora lei voglia, di valutare la possibilità di un percorso psicologico che possa mirare a potenziare le sue risorse interne e migliorare il suo benessere.

A sua disposizione

Dott. Luca Basile Psicologo Clinico

Dr. Luca Basile

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio