Pulsioni da sopprimere in una relazione, perché succede?

Buonasera.


Sono fidanzato da 10 anni circa, dal tempo delle scuole superiori, in una relazione in cui non ho mai avuto nessuna mancanza.
La nostra relazione è sempre stata chiusa se così posso definirla per volontà di entrambi, nel senso non abbiamo mai avuto amici in comune ne tantomeno fatto cose di vita con loro.
Questa è una cosa che appunto sta bene ad entrambi.

Centrando il problema, ho un pallino fisso per una ragazza che conobbi allo stesso momento in cui mi fidanzai con la mia attuale ragazza.
Lei un giorno mi scrisse mi manchi , ovviamente non avrei potuto risponderla per evitare problemi con la mia attuale ragazza.
Ma questa cosa nell’arco del tempo mi ha portato a pensarla sempre.
Anche se con questa ragazza, che non ha le mie stesse abitudini di vita OGGETTIVAMENTE non potrei mai starci insieme, modi di pensare e fare diversi.
Tra noi ci fu soltanto un bacio e basta.
Continuo a pensarla ma ovviamente non posso che contattarla senza indicarle il mio nome, lei a volte risponde, ma chiaramente nonostante abbia capito chi sia mi sprona a dirmi realmente chi sono, non posso farlo ovviamente, perché la mia fidanzata sa bene che tra noi qualcosa in passato c’è stato e ovviamente ho paura che l’altra potesse contattare la mia fidanzata e dirle tutto.
Non capisco perché mi succede questo, un desiderio continuo di parlarci, di uscirci anche, allo stesso tempo mi sento realmente una merda perché la mia fidanzata non mi ha dato mai nessun motivo per far questo, lei è perfetta in tutto.
Non capisco cosa mi succede.
Provo pulsioni continue, ma non posso mai pensare di lasciarla e quindi devo sopprimerle, ci sto benissimo, anche in un futuro pensiero di matrimonio, anche se non capisco qual’è il mio problema.
Vorrei entrambe le relazioni se questo fosse possibile detto in maniera semplice.

Ho anche comportamenti sbagliati, nel senso che quasi mi comporto da ispettore’ o stalker..., ovviamente lei siccome non le dico chi sono non mi risponde nemmeno più ai messaggi.
Non so nemmeno se dopo 10 anni lei ci starebbe ancora con me.
Vorrei tanto parlarci e dirci chi sia, anche se con alcuni suggerimenti lei intese dopo 10
Anni che fossi io, ovviamente negai tutto con un nodo alla gola, non so, se non ci stesse con me, avrei fatto soltanto casino inutili

Cosa posso fare?
Come posso reagire?


Questa cosa mi crea problemi anche nei momenti più intimi.
Il pensiero dell’altra mi manda in tilt.


Aggiungo inoltre che ho un desiderio continuo di affermarmi, cercare la novità e sapere ancora che sono valido in quel senso.
Non so se potesse capitare anche altre volte e con ragazze diverse.
Ho una mancanza che non riesco a capire quale sia e che cerco di rimandarla in queste cose?


Perché sorge questo desiderio implacabile?


Il titolo non rende molto il problema.
Grazie in anticipo per eventuali consigli.
[#1]
Dr. Paolo Mancino Psicologo 22 1 2
Salve.
lei afferma di essere in una relazione "perfetta" da 10 anni con la ragazza con cui è fidanzato ma che ha un'attrazione nei confronti di un'altra con la quale non vuole intrattenere un rapporto sentimentale. Si sente molto attratto da lei e si domanda come mai. Si sorprende per questa attrazione in quanto pensa - mi dica se è così - che un uomo in un rapporto "perfetto" non dovrebbe essere attratto sessualmente da un'altra donna. Al tempo stesso, però, vorrebbe scoprire cosa si prova ad andare con un'altra.
Giudicando autentico il suo sentimento, sorprende che lei non affermi che ama la sua ragazza ed è ricambiato in questo sentimento. Intanto, non frequenta altre persone con la sua fidanzata da 10 anni e ciò non sembra far parte di un rapporto con una buona intesa.
Veniamo alle mie osservazioni che spero le possano essere in qualche modo utili.
In primo luogo, lei nasconde sotto una certa ingenuità cose che poi ritiene normali in un uomo, cioè la curiosità di andare con un'altra donna. Al tempo stesso non vorrebbe deludere la sua fidanzata verso la quale nutre un certo timore che così facendo potrebbe mandare all'aria il fidanzamento. Quindi, io penso che lei non fa nulla di diverso dagli altri uomini che stanno con le compagne ma desiderano altre donne, forse in quanto il loro rapporto è stanco e logoro e loro non fanno nulla per rinnovarlo. Il mio consiglio quindi è di iniziare a ricomporre il suo rapporto con la sua fidanzata e rinnovare l'interesse per lei. Se ritiene che i suoi desideri nei confronti di questa ragazza debbano perdere la loro forza le conviene parlare con la sua ragazza e confidarsi con lei poichè nell'investimento affettivo che si fa nella coppia quando si è giovani bisogna che ci sia una certa intesa, cosa che penso manchi nel vostro rapporto.
Dott. Paolo Mancino

Dr. Paolo Mancino

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve, grazie per la risposta.
Si ovviamente ci amiamo, credo che sia così, da parte sua mai nessuna mancanza affettiva/sentimentale, anche se nel corso del tempo tutta quell’attrazione che avevo e ovviamente credo che aveva anche lei è andata a scemare. Con lei mi trovo bene in tutto se questo è il punto che voleva identificare. Per migliorare l’intesa e sopratutto rinnovare quel forte interesse/attrazione cosa potrei fare?

Non credo di poterle dire testualmente che provo attrazione per quella ragazza ne tantomeno che la penso, credo la prenderebbe molto male anche perché già in passato successe un evento simile, la prese abbastanza male ma poi capì. Ovviamente con il litigio chiusi il capitolo conversazioni con l’altra. Ma ad oggi provo ancora una forte tentazione di farmi sentire dall’altra, ovviamente magari presentandomi a mio nome, ovviamente rischierei di essere sputtanato se l’altra ragazza non recepisse che magari parlando con lei potrei capire cosa mi sta succedendo.

Cosa mi consiglia di fare? Sinteticamente ho una forte tentazione verso quella ragazza, vorrei almeno parlarci da vicino e dirle che quella volta che si fece sentire poco dopo avessi iniziato questa relazione, dicendomi mi manchi mi da pensiero ancora adesso dopo molti anni. Ma ripeto, lei potrebbe contattare la mia attuale ragazza e dirle tutto , creandomi non pochi problemi.

Viceversa lei mi consigliava di parlarne con la mia fidanzata, ma in che modo?

Aggiungo che con l’altra ragazza prima che mi fidanzassi ebbi un feeling abbastanza avanzato, senza arrivare a nessuna cosa profonda, soltanto uscire e basta. Con lei non è successo mai nulla. Aveva un carattere abbastanza incompatibile con il mio, ciò nonostante mi stregó abbastanza . Il nostro rapporto non andò avanti, perché tenendo conto anzitutto dell’immaturità di quegli anni, entrai in contatto con la sua cugina e questa cosa suscitò in lei una sorta di odio nei miei confronti, insomma ero abbastanza una schiappa, ciò nonostante quando mi fidanzai mi scrisse poco dopo tempo un mi manchi

Sono molto confuso.

Grazie ancora
[#3]
Dr. Paolo Mancino Psicologo 22 1 2
Rimane, comunque, il fatto che lei vive il rapporto con l'attuale ragazza in una condizione di superficialità. Piuttosto che domandarsi costantemente come potrà superare il suo desiderio per un'altra, si impegni a vivificare quello con la sua ragazza che ha ormai 10 anni. Se dopo ciò non arriva all'obiettivo che si era prefissato allora vuol dire che non era veramente quello che desiderava nella vita.

Dr. Paolo Mancino

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio