Doc ossessione/ compulsione

Salve sono un ragazzo di 22 anni, affetto da disturbo ossessivo compulsivo di diventare/essere omosessuale se compio/non compio determinate azioni.
Questo DOC era tenuto sotto controllo fino a tre settimane fa,quando a causa di un"rito" andato male si è liberato e mi afflige con pensieri e immagini tutto il giorno, vane sono le compulsioni atte a dare sollievo. Ritengo che il DOC sia in peggioramento perchè attualmente tendo perfino a credere alla natura dell'ossessione perdendo il contatto con la realtà. Sonosenz'altro attratto dalle donne ma ho l'ossessione di pensieri omosessuali, più che a sfondo sessuale giudizi estetici sugli altri. A mente fredda riconosco l'irrealtà del DOC,ma alcune volte non riesco a non crederci e a non pensarci. Per natura sono un tipo timido che è sempre vissuto nell'ammirazione/invidia degli altri, questo mi ha portato a voler migliorare costantemente il mio fisico.
Attualmente sono fidanzato con una ragazza che amo molto,anche se (lo scrivo perchè forse è un dato in più per una diagnosi)non facciamo spesso l'amore, anche io mi sento molto attratto da lei. Senza contare che il DOC si è liberato in un periodo molto stressante a causa degli esami universitari e dell'anniversario della morte di mio nonno.
So benissimo che fornire un consulto a distanza può risultare difficoltoso e vi ringrazio per l'aiuto che spero mi presterete,anche perchè questa ossessione stadiventando invadente e ha ripercussioni negative sullo studioe sulla mia vita. Soprattutto vorrei sapere se secondo il vostro esperto parere, alla luce dei dati che vi ho fornito, si tratta realemene di DOC(e francamente spero sia così) o di impulsi sessuali autentici, sintomo di un omosessualità latente.
Spero vivamente che accettiate di fornirmi un consulto e vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità.
Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7.2k 220 124
Gentile ragazzo, da quello che racconta sembrerebbe che si tratti di DOC tuttavia una conferma potrà averla solo con una visita specialistica dal vivo. Il problema può essere perfettamente trattato ma con un aiuto esterno.
Si rivolga ad uno psicoterapeuta e ne parli con lui.

cordialmente

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 16.2k 372 182
Gentile ragazzo, lei sembra usare la parola DOC con una certa disinvoltura. Potrei dire, quasi familiarità. Ma se non ho capito male lei non ha ricevuto alcuna diagnosi, mi sbaglio?

Cordiali saluti

Dr. G. Santonocito, Psicologo | Specialista in Psicoterapia Breve Strategica
Consulti online e in presenza
www.giuseppesantonocito.com

[#3]
Attivo dal 2009 al 2009
Ex utente
Salve,innanzi tutto grazie per avermi cortesemente risposto con tanta velocità.
Diagnosi vere e proprie no. Tuttavia ho contattato molte persone affette da questi disagi e ho fatto molte ricerche rigurado al mio disagio, e ho riscontrato i mieisintomi in numerosi casi e numerosi scritti. così sono giunto alle mie conclusioni, vi ho contattato proprio per sapere se potevano essere azzeccate, non vogliocerto sostituirmi ad un esperto, ecco perchè sto cercando aiuto.
Cordiali saluti
[#4]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 16.2k 372 182
Nessun problema, ma il fatto è che le autodiagnosi sono sconsgliabili, per i seguenti motivi:

1. possono essere sbagliate
2. aumentano l'ansia
3. possono far venir voglia di rimediare da soli
4. in ogni caso sono esse stesse un sintomo d'ansia

Ma anche se avesse ricevuto una diagnosi vera, sarebbe stato impossibile confermargliela, perché online non si possono né fare né confermare diagnosi né fare interventi.

Quindi dovrebbe rivolgersi a uno specialista, ad esempio uno psicoterapeuta per farsi dire esattamente che cosa ha. Apparentemente sembrerebbe trattarsi di ideazione ossessiva, ma anche se gliene postessimo dare la certezza, non risolveremmo certo il suo problema.

Cordiali saluti
[#5]
Attivo dal 2009 al 2009
Ex utente
Grazie ancora per la sua risposta celere, infatti credo proprio che cercherò al più presto l'aiuto di un esperto.
Tenga presente che credo di averne avute diverse di ideazioni ossessive, un anno fa ero ossessionato dall'idea di avere un tumore e che sarei dovuto morire.
Vorrei solo sapere un ultima cosa se potete rispondermi: è possibile che in determinati periodi di stress un ossessione si ripresenti inuna forma diciamo più disturbante e violenta? Ed è possibile che alcune ossessioni possano nascere da qualcosa che il soggetto a visto o percepito comunque, anche un evento apparentemente banale,come uno spettacolo televisivo(rimanendo stabile magari per un certo periodo e peggiorandoin seguito)?
Lemie sono solo domande,nessuna diagnosi,se potete rispondere mi fareste un grande cortesia, mi dispiace però di assilarvicon i miei quesiti sciocchi, non vogliorubarvi ancora del tempo prezioso.
Cordiali saluti e grazie ancora del vostro tempo.
[#6]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 16.2k 372 182
> è possibile che in determinati periodi di stress un
> ossessione si ripresenti inuna forma diciamo più
> disturbante e violenta?

Certo, perché no.

> Ed è possibile che [...]

Sì, anche così. Ma non è l'evento in se stesso la causa del disturbo, ovviamente, ma la predisposizione del soggetto più l'evento.

Se non fosse così, dovremmo essere tutti ossessivi.

E adesso cerchi subito un aiuto nel mondo "reale".

Cordiali saluti
[#7]
Attivo dal 2009 al 2009
Ex utente
Grazie davvero grazie mille.
Cordiali saluti