Non so come muovermi col mio ragazzo: relazione di 5 anni oramai al capolinea?

Buon pomeriggio, scrivo perchè non so più cosa fare e piango da un mese oramai.

Sto con uno splendido ragazzo da quasi 5 anni, quindi da quando io avevo 16 anni e lui 17.

Siamo la "coppia perfetta" che tutti invidiano: andiamo d'accordo su tutto, stessi valori, stessi interessi... è anche il mio migliore amico!
è quell'amore che capita una volta nella vita, e che so che non troverò mai più

Quest'estate sono stata 2 settimane in vacanza al mare, dove ho conosciuto un ragazzo più piccolo di me di 3 anni e mezzo, ma che mi ha fatto girare la testa: per la prima volta mi sono sentita confusa, non so più ciò che voglio.

Ovviamente, per rispetto della mia relazione, non ho fatto nulla (lui voleva baciarmi, ed anche io, ma sono stata forte ed ho resistito alla tentazione) ma già solo il pensiero di me e lui insieme mi sembra un tradimento nei confronti del mio ragazzo.

Per i sensi di colpa, ho raccontato al mio lui di questa sbandata: ovviamente all'inizio non l'ha presa affatto bene, ma una volta tornata a casa lui l'ha vista come una cosa oramai chiusa... solo che io continuo a pensare a quest'altro ragazzo (un ragazzo immaturo, che mi ha bloccato su tutti i social per non sentirmi più dopo che si è sentito, giustamente, la seconda scelta... eppure continuo a volerlo sentire, spero sempre in un suo messaggio) e non solo: ho iniziato a guardarmi intorno ed a fantasticare su una vita da single, libera di fare 1000 esperienze!

In breve: sto con il ragazzo che è l'amore della mia vita, colui che voglio come padre dei miei figli e partner in crime... MA a 21 anni si è accesa in me la voglia di sperimentare, di avere altre esperienze (lui è stato il mio primo ragazzo, la mia prima volta per tutto)
so che se non farò tali esperienze, da grande me ne pentirò.

A volte mi viene in mente la malsana fantasia di tornare single per un po', divertirmi e poi tornare insieme al mio lui (ciò mi uccide, perchè non mi sento rispettosa nei suoi confronti)

inoltre ho un problema con il sesso... io e lui sperimentiamo un sacco (sex toys, giochi di ruolo) e se all'inizio mi piaceva, ora spesso mi ritrovo a dirgli di no e lui non li accetta molto volentieri... Negli ultimi mesi lo abbiamo fatto davvero poche volte, anche perchè da parte mia non c'è più quella voglia di prima...

Non so come comportarmi
[#1]
Dr. Renato Vignati Psicologo, Psicoterapeuta 4 1
L'età giovanile comporta sempre questo genere di oscillazioni affettive e il disagio che ne consegue riguarda molto ciò che si pensa e quello che si sente; tra la mente, i pensieri, il desiderio, e il cuore, le passioni e le emozioni, esiste sempre un divario che che si colma nel momento in cui si raggiunge una qualche sicurezza interiore.
Quindi, le tue indecisioni possono essere superate quando ti guardi dentro e scopri con più chiarezza che cosa vuoi veramente. Anche se, prima di arrivare a prendere una decisione attraverserai periodi di sofferenza ma, alla fine, saprai esattamente quello che più di ogni cosa desideri veramente.
Inoltre, è necessario prendere una decisione, pur nella consapevolezza che si possono fare errori, ma questo significa che è utile fare esperienza, anche delle frustrazioni derivanti dal dubbio.
La crescita è possibile solo attraversando e vivendo esperienze, fino al punto di maturare una coscienza delle esperienze d'amore, distinguendone i vari "gesti" e sentimenti.
Sei tu che devi stabilire se è, come scrivi solo una "sbandata" o può costituire qualcosa di più serio nel tempo. Posso solo dirti che l'essere umano si lascia trascinare da passioni o infatuazioni del momento, sotto la spinta di fattori contingenti, ma subito dopo può tornare a ragionare lucidamente e capire il "peso" vero di una relazione, magari ascoltando una vocina che suggerisce cosa bisogna fare.

Dr. Renato Vignati - Psicologo Psicoterapeuta - FERMO
Specializzato in Psicoterapia individuale e familiare

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio.

Non so davvero come potrei fare chiarezza...

Vorrei poter semplicemente dimenticare il ragazzo per cui ho preso la sbandata, ma allo stesso tempo sento che una parte di me on vuole affatto farlo: spera ancora di rivederlo l'anno prossimo, sia per potergli dire tutto il male che mi ha fatto, sia per capire cosa c'è stato, se c'è stato qualcosa...

Lo odio per avermi confusa a tal punto, portando scompiglio in una relazione perfetta

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test