Non riesco a farmi passare la rabbia

Buonasera egregi dottori, vediamo se qualcuno può farmi capire perché reagisco così e se sto sbagliando.

Ho scoperto che l'uomo che frequento da un po', usa il Sildenafil.
Non me l'ha mai detto.
Appena scoperto, avevamo fatto l'amore prima ed è stato bellissimo, sono stata invasa dalla rabbia, non capivo più niente, rabbia e delusione insieme.

Lui ha 52 anni è ancora un bell uomo, io 15 di meno, più giovane, più vivace, non ho mai fatto del sesso una ragione di vita anche se, ci piace molto fare l'amore e stiamo bene insieme.
So di piacergli molto, non ho dubbi che io non riesca più ad attrarlo ed eccitarlo, ma forse causa l'età che avanza, non riesce a mantenere un'erezione più a lungo e teme di non potermi soddisfare.
Perché non dirmelo?
Perché nasconderlo?
Io non me la sento di affrontare l'argomento, potrebbe essere ancora più stressante per lui...
Sbaglio io a prendermela?

Lui ha un carattere orgoglioso, forse ammettere la sua difficoltào farebbe sentire meno virile, meno uomo?
Non pensavo fosse così difficile per gli uomini parlarne, ma leggendo in giro, vedo che é un argomento delicato e che causa stress e ansia negli uomini.

Poi riflettendo mi sono detta che forse non vuole sentirsi vecchio, incapace di soddisfarmi, non vuole creare disagio sotto le lenzuola.

Non me la sento di prendere in mano l'argomento.
Vorrei lasciar stare e vedere come vanno le cose.

Vi ringrazio per i consigli
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.8k 581 67
Gentile utente,

l'assunzione di Sildenafil o altro farmaco per sostenere l'erezione può essere ritenuta - da chi la compie - una pratica privata. Anche alcune donne del resto hanno le loro pratiche private per facilitare il rapporto sessuale penetrativo, no?
Aggiungo anche che "Non dirlo" non corrisponde a "nasconderlo", cioè all'intenzione di ingannare.

Lei dice. "perchè non dirmelo?"
Io potrei risponderLe: "Perchè dirglielo?" Cosa avrebbe aggiunto al Vostro rapporto sessuale che "è stato bellissimo? Nulla.
Avrebbe certamente aggiunto una complicità maggiore alla relazione, ma evidentemente uno o più tra i motivi che lucidamente Lei elenca non glielo ha permesso:
"..Lui ha un carattere orgoglioso, forse ammettere la sua difficoltào farebbe sentire meno virile, meno uomo?"
"..forse non vuole sentirsi vecchio, incapace di soddisfarmi, non vuole creare disagio sotto le lenzuola."
Lei non ci dice inoltre da quanto Vi frequentate, forse qualche mese; ed anche questo rappresenta una variabile rilevante.

Fortunatamente Lei non sembra appartenere a quello stuolo di donne che masochisticamente attribuisce il Deficit Erettile del proprio compagno (e dunque la necessità della pillola blu) alla propria mancanza di attrattiva ... Al proposito gli uomini possono essere indotti a tacere anche per evitare inutili complicazioni relazionali.


Ognuno ha i propri segreti (piccoli o grandi) a letto, lasci che lui mantenga il suo (che peraltro Lei già conosce).
Forse, aumentando l'intimità del cuore tra Voi e divenendo il Suo atteggiamento più accogliente,
forse, dicevo, lui si confiderà con Lei spontaneamente al riguardo.

E se non accadrà ....
Goda il presente.
Lasci che le persone facciano come meglio ritengono/possono.
La trasparenza nella coppia è un mito; ma, pur essendo un costrutto mentale, può essere molto distruttivo nel concreto.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

Disfunzione erettile

La disfunzione erettile è la difficoltà a mantenere l'erezione. Definita anche impotenza, è dovuta a varie cause. Come fare la diagnosi? Quali sono le cure possibili?

Leggi tutto