Utente 143XXX
Salve,
A mio fratello di 28 anni, in questi mesi è stata diagnosticata la spondilite anchilosante. Personalmente anch'io da qualche anno accuso i vari dolori. Circa 5 anni fa ho iniziato ad avere i forti dolori all'osso sacro, che mi impedivano di camminare. Ho fatto le lastre e si è visto una disbasia del bacino e una scoliosi leggera dunque ho dato per scontato che era questa la causa.(Il dolore è passato dopo qualche settimane).
Purtroppo i dolori continuano a tornare, specie in autunno e in inverno, i dolori lombari, la sciatica, dolori al polpaccio, alle anche. Alterno i mesi in cui sto bene con i periodi di qualche settimane di un malessere generale e questi fastidi che delle volte mi impediscono di camminare o muovermi normalmente.

Dopo questa diagnosi al mio familiare, vorrei sapere se sarebbe il caso di fare gli accertamenti per la spondilite. (Intanto sono in attesa di una risonanza magnetica lombo-sacrale.)
Devo aggiungere (ho controllato i vari sintomi della malattia) che i dolori nel mio caso persistono piuttosto al movimento, nella fase acuta, a riposo cessano e la mia colonna non è rigida ma abbastanza elastica.

E possibile che sia l'artrosi così precoce? Quali accertamenti sono consigliati?

Grazie e un cordiale saluto.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La RMN lombosacrale va benissimo anche se personalmente le consiglierei anche lo studio delle articolazioni sacroiliache e la valutazione degli antigeni di istocompatibilità. Successivamente sarà necessaria una valutazione specialistica per una corretta conclusione del percorso diagnostico. Cordiali saluti.
Mauro Granata