Utente 567XXX
HO 62 ANNI VORREI SAPERE SE SI PUO CURARE L'ARTROSI DEFORMANTE.
UNA VENTINA DI ANNI FA LE MIE DITA MIGNOLE DELLE MANI DOPO FORTI DOLORI ALLA 1° FALANGE (COME SE UN MARTELLO PICCHIASSE IN CONTINUAZIONE SULLE OSSA)HANNO INCOMINCIATO A DEFORMARSI.
RISULTATO SEMBRA CHE ALLA 1° FALANGE L'OSSO SIA RADDOPPIATO INCLINANDO IL DITO VERSO L'INTERNO DELLA MANO.
IN QUESTI GIORNI I DOLORI DESCRITTI,SI SONO RIPRESENTATI ALL'ANULARE E INDICE
SEMPRE ALLA 1° FALANGE (DI ENTRAMBE LE MANI)
COSA POSSO FARE?
SONO ANDATO DAL MIO MEDICO. RISPOSTA: NON C'E NIENTE DA FARE,PROVA A DIMINUIRE DI PESO E VEDRAI CHE ANCHE I DOLORI DIMINUIRANNO.
MA!

NEL RINGRAZIARE ANTICIPATAMENTE PER UNA EVENTUALE RISPOSTA FACCIO I MIEI COMPLIMENTI AI SIG. MEDICI CHE CI AIUTANO CON I LORO PREZIOSI CONSIGLI.

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
l'artrosi è una malattia degenerativa, cioè dovuta all'usura delle articolazioni. Perdere peso servirà quindi (e molto) a tutte le articolazioni che sopportano il carico, ma ben poco alle dita delle mani. Il consiglio è quello di evitare il più possibile l'esecuzione di movimenti fini ripetitivi, o comunque frazionarli (es. anziché farlo per 15 minuti di fila, farlo 5 minuti per 3 volte riposando le articolazioni fra una "manche" e l'altra); utilizzare strumenti che non limitino la "corsa" dell'articolazione (es. posate con i manici larghi e molte altre invenzioni della domotica).
Nei momenti di dolore si utilizzano analgesici, se invece si sovrappone un fatto flogistico degli antinfiammatori.
Se gli eventi infiammatori sono frequenti e/o l'artrosi ha carattere erosivo è possibile tentare una terapia antinfiammatoria di fondo. Può infine fare un tentativo di "protezione" a lungo termine con integratori (es. glucosaminoglicani).
Saluti,