Utente 139XXX
In inverno, sin da quando avevo 15 anni circa,
le mie mani vanno incontro a fenomeni INQUIETANTI.
Inutile dire che uso i guanti, evito, per quanto possibile, sbalzi di temperatura...
Non si tratta di semplici geloni (rossi, gonfi e pruriginosi)
infatti, le DITA delle mani divengono gelide (in verità un pò anche i piedi..),
e assumono un costante e impressionante colore violaceo,sembrano morte,
(ma non sono screpolate)
se le immergo in acqua calda divengono più scure ancora,
se si sfregano un pò, divengono bianche, ma solo per qualche frazione di secondo.
La mattina, quando mi sveglio le dita appaiono un pò più normali,
forse per la posizione orizzontale, o la temperatura costante sotto le corperte,
o magari per il rilassamentO...

Ho provato a spiegarmi il problema con un eccessivo
n. di lavaggi delle mani (5 volte al giorno),
forse influisce il portare pesanti buste di spesa,
Ho letto potrebbe trattarsi di un problema emotivo...
ma non credo che si manifesterebbe con tale intensità
Mi sono documentata e NON credo sia RAYNAUD PERCHè LA FASE
"COLOR BIANCO" NON SI VERIFICA MAI,
E PERCHè I PALMI DELLE MANI SI PRESENTANO NORMALI.
Ma se fosse raynaud, non facendo cure specifiche, a cosa andrei incontro?

Solo recentemente mi sono decisa ad andare dal mio medico
il quale mi ha prescritto inizialmente ecoval (crema cortisonica x 5 giorni)
e flebs (crema vasodilatatrice...)poi,
non avendo visto risultati mi ha prescritto Nifedicor che non ho preso poichè
sono molto restia ad assumere medicinali
peraltro credo che sarebbe opportuno fare prima una capillaroscopia...
o almeno un esame del sangue (che non ho mai fatto in 30 anni...)o altri esami...
magari ho il sangue poco fluido...


D'estate non ho di questi fenomeni, ma solo un pò arrossamento e gonfiore, tuttavia
la pelle delle dita è oramai molto rovinata e rugosa anche nella calda stagione.

Estetica a parte...sono sinceramente preoccupata,
temo l'amputazione delle dita.
Potrebbe verificarsi una tale tragica eventualità ?

Di certo non posso lamentare parestesie, dolori...solo una terribile paura mia e
negli occhi di chi mi guarda.
Avere le dita viola può ritenersi una caratteristica somatica
del tipo capelli biondi, occhi azzurri...?
Le mie preoccupazioni sono esagerate? Cosa mi consigliate?

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
... ma non sarebbe il caso di consultare un reumatologo?
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 139XXX

E' quello che mi chiedo anche io...non so se sia più indicato un reumatologo o un angiologo...se è corretta l'idea di sottopormi ad una capillaroscopia, se dovrei provare Nifedicor...o se le mie preoccupazioni sono del tutto infondate.Insomma, vorrei delle indicazioni...
Fino a oggi ho trascurato il problema (forse imprudentemente),grazie a Dio ho una salute di ferro (l'ultimo episodio di febbre l'ho avuto ai tempi dell'asilo..non so cosa sia un raffreddore, o un'influenza...) dunque sono stata alla larga dall'ambiente medico, ma oggi, consapevole dei "precedenti" familiari con problemi cardiovascolari, e tenuto conto che ho già 30 anni e che oramai dubito che il problema possa risolversi da solo...temo un peggioramento e conseguenze più gravi. HO UNA PAURA FOLLE.