Utente 162XXX
Buongiorno gentilissimi dottori,
volevo chiedere un'informazione: sono ormai quasi venti anni che soffro di psoriasi con macchie sparse su tutto il corpo. e' da due mesi che soffro di forti dolori a gambe e braccia, per un periodo non sono riuscito ad alzarmi dal letto poichè mi venivano fortissimi dolori nelle gambe. Adesso riesco a camminare seppur a fatica dato che avverto subito un senso di stanchezza abbastanza forte. La cosa strana, ho notato che quest'anno per la prima volta dopo venti anni ho pochissime macchie sulla pelle, può significare qualcosa? gli esami di laboratorio evidenziano alti parametri infiammatori: ves pcr fibrinogeno globuli bianchi, ferritina.
Di cosa si può trattare?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile signore
l'evoluzione della psoriasi è spesso bizzarra e molto legata al singolo individuo. Tanto vale sia per le leisoni cutanee, come per l'interessamento articolare (la cosiddetta artropatia psoriasica).
In molti casi la malattia si esprime solo a livello cutaneo senza interessare le articolazioni. Altre volte, all'opposto, in casi rari , ma possibili, l'esordio è articolare. Questi ultimi sono casi molto difficili da inquadrare proprio per la mancanza di lesioni cutaneee che compaiono a volte a distanza anche di molto tempo.

Venendo al suo caso, essendo impossibile fare valutazioni a distanza, posso solo dirle che l'alterazione dei parametri infiammatori da lei citati, di per sè non consentono di esprimere alcun indirizzo diagnostico.
In sintesi per essere chiari NON è possibile su questi pochi dati fare una diagnosi differenziale tra una malattia reumatica e una artropatia psoriasica.

E' importante invece una valutazione clinica complessiva insieme ad altri esami di laboratorio e per immagini che le suggerisco di affidare ad un reumatologo.

Cordialità
Dr. A. Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante