Utente 197XXX
salve dottore, ho 20 anni e questa mattina mi hanno diagnosticato la "connettivite indifferenziata". Non sono del settore e non ero particolarmente lucida moralmente per capire bene la spiegazione del dottore, ma quest ultimo mi ha riscontrato dei piccoli linfonodi cervicali reattivi e durante un'attività lavorativa notturna al freddo, ho sentito un dolore paralizzante alla gamba dx.. un freddo gelido!Mentre nell'altro arto tutto "regolare"! Cmq la diagnosi è quella sopra citata... che però non necessita di nessun tipo di trattamento.
Mi è stato inoltre specificato che lo stress e lo stile di vita incidono particolarmente sul possibile sviluppo di questa malattia, facendo si che il mio organismo "impazzisca" del tutto producendo autoanticorpi che invece di proteggermi, mi danneggiano. Vorrei tanto sapere cosa mi aspetta... Vorrei sapere se un giorno potrei avere dei bambini o lo stress di una gravidanza e (tipica) depressione post parto potrebbero danneggiarmi ulteriormente.
So che sono solo una ragazza giovane con tutto un futuro d'avanti ma una famiglia è il mio sogno.. spero di ricevere qualche risposta! grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La diagnosi di connettivite indifferenziata viene posta quando a fronte di sintomi caratteristici di una connettivite questi non sono abbastanza definiti per soddisfare alcun criterio classificativo specifico. La prognosi è in genere benigna ma è molto importante l'osservazione nel tempo da parte di uno specialista per considerare l'eventuale evoluzione verso una forma specifica. Cordiali saluti.
Mauro Granata