Utente 209XXX
Buongiorno, sono una donna di 47 anni.faccio un lavoro d'ufficio e non ho particolari problemi,da circa 20 giorni ho dolore ad entrambe le mani,non localizzato ma continuo, di notte ho formicolio ad anulare e mignolo ed al risveglio le mani mi sembrano più rigide inoltre spesso facendo dei movimenti sento scricchiolare le spalle,le braccia ed i polsi. Le analisi del sangue sono tutte nella norma tranne: titolo antistreptolisinico (Ul/ml 36-128) 20 quindi basso e reuma test (Ul/ml 0,0-20,0) 26,8 quindi alto. il medico mi ha ora prescritto 10 giorni di antiffiammatorio Medrol compresse 16mg. 1 al gg. poi rifaccio le analisi ed una radiografia alle mani. Preoccupata chiederei un Vs. cortese parere e consiglio.Grazie

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
al di là delle giustificate analisi per escludere altro,potrebbero rientrae, i sintomi descritti, nelle malattie professionali: tastiera del PC,posture "fisse" per lungo tempo ecc. Il reuma test e gli altri esami da lei indicati sono buoni.Ha problemi al rachide cervicale?Bene comunque controllare ( importante è ovviamente l'esame clinico)con analisi ed indagini strumentali (eventualemnte).

Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Utente 209XXX

Grazie Dottore,
nonostante il farmaco il dolore continua e si aggiunge un calore interno alle mani una senzazione di bruciore interno, la mia preoccupazione è l'artrite reumatoide che leggo inizia con questi sintomi, anche se non ho gonfiori e dolore particolare alle articolazioni.
Lei ritiene che il reuma test alto non sia preoccupante?
I sintomi descritti ritiene possano essere compatibili anche con problemi cervicali?
In effetti la mia giornata lavorativa si svolge davanti al pc.
La ringrazio della sua cortese attenzione e preoccupata attendo di fare le successive analisi.
Buona serata

[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
potrebbe dipendere da entrambi: tipo di lavoro,problemi al rachide cervicale. E' necessaria comunque una valutazione clinica,prima e strumentale laboratoristica eventualmente,poi.

Cordiali saluti e rimango a sua disposizione per eventuali altri chiarimenti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#4] dopo  
Utente 209XXX

***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.

[#5] dopo  
Utente 209XXX

buonasera,
sono passati 5 mesi dalla mia richiesta di aiuto, la situazione è cambiata dopo un periodo di tranquillità ora da fine settembre il dolore è apparso all'improvviso ad entrambe i gomiti e alle ginocchia.
ho effettuato radiografia alle mani perfette, elettroneuromiografia alle braccia niente, rx rachide cervicale perfetto, visita reumatologica ed eseguito tutte le anali del sangue nulla al di fuori dei parametri, ecografia ai gomiti ed al gomito dx diagnosticata epicondilite acuta.
ora per il forte dolore che mi impedisce di lavorare ho fatto n. 2 infiltrazioni di cortisone al gomito dx che x ora non hanno dato risultati, per l'ennesima volta ieri ho eseguito nuovamente analisi del sangue tutto perfetto ves 6 reumatest 14 proteina c reattiva 0.10 dosaggio fibrinogeno 252.
le articolazioni appaiono perfette asciutte non dolenti al tatto non gonfie non arrossate, il dolore lo sento dentro con bruciore e dolore dentro le ginocchia e i gomiti.
il medico mi ha prescritto deltacortene 25 mg. una al dì dicendomi che non ce nulla di reumatologico...
vi chiedo:
il cortisone può servire? tenendo conto che ho già fatto due infiltrazioni al gomito?
ritorno da un reumatologo?
quale malattia potrebbe essere?
sono così stressata che non riesco a vivere serenamente..ringrazio per una cortese risposta.

[#6] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
il cortisone va preso, come ogni farmaco, quando vi è un'indicazione precisa. Abbiamo escluso un problema di tipo reumatologico,per l'assenza agli esami ematochimici di valori alterati. Potrebbe essere anche un problema posturale, di alterazioni al rachide,posture o posizioni fisse per lungo tempo anche in ambiente lavorativo. Non avendo altri elementi,potrebbe rivolgersi ad un fisiatra,eventualmente.


Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it