Utente 249XXX
Ho 70 anni. Endocardite nell'infanzia guarita bene, allergia a pollini, psoriasi intermittente ai gomiti insorta 40 anni fa dopo trauma emotivo.
Da 3 anni circa avverto fastidio alle ginocchia, più a dx, che a volte si trasforma in dolorino, pur accettabile, che aumenta abbastanza dopo guida auto prolungata; nient'altro di rilevante. Non bevo e non fumo da 20 anni.
Un mese fa ho iniziato un'influenza durata un paio di settimane alla quale è residuata una persistente sensazione generale di lieve malessere e di "peso" alle ginocchia per cui ho praticato esami di laboratorio con emocromo nella norma (lievissimo sforamento v.n. superiori degli eritrociti), normali AST, ALT, sideremia e TAS (81 su v.n. 0-200). VES 7 (v.n. 1-10) uricemia 3,20 (v.n. 3,4-7).
Invece PCR + a 0,67 (v.n. 0-0,5) e Reuma Test 29,70 prossimo ai valori superiori della norma (v.n. 10-30).
Il Curante mi consiglia di ripetere gli esami fra 45 gg.
Vorrei sapere se ci sono gli estremi per ipotizzare prodromi di artrite reumatoide o psoriasica e quali altri esami sia consigliabile praticare in questo caso in aggiunta a quelli sopra indicati (W.Rose, antic.anti citrullina ?).
Infine, ho la passione per la mountain bike fuori strada che da un po' ho smesso per precauzione pur non avvertendo problemi alle ginocchia nel pedalare (solo, in particolare, nel salire e scendere le scale). A Suo parere è una attività che è consigliabile abbandonare definitivamente ?
Grazie se vorrà rispondere.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Leggendo quanto riferito tenderei ad affermare che non ci siano motivi fondati per sospettare una poliartrite. Per quanto riguarda la passione per la mountain bike, premesso che ogni attività sportiva richiede un'allenamento personalizzato (affermazione tanto più vera per soggetti non più "adolescenti") insieme ad una attrezzatura specifica penso che "cum grano salis" e una adeguata preparazione lei possa continuarla con gradimento e soddisfazione. Cordialità.
Mauro Granata