Utente 562XXX
Buongiorno
volevo avere maggiori delucidazioni sull'artrite reumatoide.
Mi chiedevo se fosse possibile sapere quali esami indicano con certezza la presenza di questa malattia. Mia madre è in cura da circa 4 anni in un centro reumatologico della mia città e le è sempre stato detto che il dolore alle articolazione delle mani non poteva essere artrite ma artrosi, in quanto i valori della VES e della proteina C reattiva erano poco al di sopra della norma.
Ieri sono andata a ritirare gli ultimi esami del sangue fatti ed è stata confermata la presenza di anticorpi anti citrullina (CPP-IgG), esame richiesto specificatamente da lei e non dal centro in cui è in cura. E' possibile che non sia artrite reumatoide o peggio che in 4 anni di controlli i medici non si siano accorti di nulla?
Ci sono altri controlli che possono indicare con certezza la presenza o l'assenza di questa malattia autoimmune?

Riporto di seguito i risultati delle analisi:

anticorpi anti citrullina (CCP-IgG) 7,10 U/mL (<2,9)
(met. MEIA)

proteina c reattiva 0,51 mg/dL (<0,5)
(met. Turbidimetrico)

gamma GT 93 U/L (<60)
(met. Enzimatico)

V.E.S. 19 mm/h (<15)

Inoltre volevo chiedere se è possibile sapere dove posso trovare un centro specializzato per questa malattia.

Ringrazio in anticipo per la risposta e grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Nella diagnosi dell'artrite reumatoide alla scarsa specificità del fattore reumatoide, evidenziabile in molte altre malattie croniche nonchè in soggetti assolutamente sani, fa riscontro la buona sensibilità e l'eccellente specificità degli anticorpi anti citrullina (anti CCP). Le evidenze attuali mostrano come il test possa addirittura risultare positivo anche molti anni prima della comparsa della malattia e come questo possa correlare con il futuro sviluppo delle erosioni articolari. Alla luce di quanto detto consiglierei quindi una revisione critica clinico/diagnostica della condizione della mamma. MG

Mauro Granata