Utente 589XXX
ho 35 anni,nel 2002 mi hanno diagnosticato la condrocalcinosi,sono 2 anni che prendo la colchicina e il mag 2,spesso ho dolori acuti e prendo il tauxib 60mg oltre alle ginocchia,ho dolori alle anche e alle altre articolazioni. il mio reumatologo dice di continuare con la colchicina adesso la prendo un giorno si e uno no ci sono altre soluzioni hanno scoperto qualcosa di nuovo?in attesa di risposta vi porgo distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
si si tratta di condrocalcinosi la colchicina rappresenta uno dei farmaci indicati, sebbene con risultati meno efficaci rispetto ad esempio alla gotta. Una domanda: la diagnosi è radiologica o è stata fatta mediante esame microscopico del liquido sinoviale. Molto efficace, nel corso di attacco acuto è l'infiltrazione articolare con steroide che però ripetuta nel tempo può dare luogo, a sua volta, a precipitati cristallini responsabili di malattie simili alla stessa psedudogotta...paradosso.
Nel gruppo dei Reumatologi Senesi qualcuno ha sperimentato un farmaco capace di "sciogliere localmente" (mi sia concesso il termine poco scientifico)i cristalli di pirofosfato diidrato di calcio, ma onestamente non ho più letto nulla in proposito e non sono in grado di dire quanto la sperimentazione sia andata avanti e quanto possa essere realmente efficace o ancora realizzabile.

saluti

Giuseppe Germanò

[#2] dopo  
Utente 589XXX

la diagnosi e'stata fatta tramite esame di liquido sinoviale,grazie per la risposta speravo in qualche miracolo aspetteremo!