Utente 493XXX
BUONGIORNO. SONO UNA SIGNORA DI 59 ANNI. IN SEGUITO A PERSISTENTI DOLORI ALLE BRACCIA E AL BACINO, IL MEDICO MI HA PRESCRITTO DEGLI ESAMI CHE TRASCRIVO. IN SEGUITO MI HA DETTO DI RIVOLGERMI AD UN REUMATOLOGO PER UNA VISITA POICHE PROBABILMENTE SI TRATTEREBBE DI UNA POLIMIALGIA REUMATICA. IL DOLORE AL BACINO E LOCALIZZATO IN UN PUNTO E SI PRESENTA CON FITTE, VICINO ALLA COLONNA VERTEBRALE. I DOLORI ALLE BRACCIA sEMBRANO PROVENIRE DALL'INTERNO DELLE OSSA.
gli esami fatti hanno dato il seguente esito
GLOB.BIANCHI 9.45
GLOB.ROSSI 4.29
EMOGLOBINA 12.1 *
EMATOCRITO 34.2 *
VOL.CORPUSC.MEDIO 79.7 *
MCH 28.2
MCHC 35.3
PIASTRINE 478 *
NEUTROFILI 66.6
LINFOCITI 27.2
MONOCITI 4.4
EOSINOFILI 1.5
BASOFILI 0.3
NEUTROFILI ASSOLUTI 6.3
LINFOCITI ASS.2.6
MONOCITI ASS. 0.4
EOSINOFILI ASS.0.1
BASOFILI ASS.0.1
VES 33 *
ALBUMINA 56
ALFA 1 GLOB.5.5 *
ALFA 2 GLOB.11.2
BETA 1 GLOB.6.6
BETA 2 GLOB.7.5 *
GAMMA GLOBULINE 13.2
RAPP.ALBUMINA/GLOBULINE 1.27
PROTEINA C REATTIVA 1.83 *
FATT.REUMATOIDE 10.9
CEA 0.90
CA 19-9 3.4
CA 15-3 17.1
FOSFATASI ALCALINA 68
ACIDO URICO 4.43
CALCIO 8.8
FOSFORO 3.2
GAMMA GT 22
GOT AST 13
GPT ALT 14
TITOLO ANTISTREPTOLISINICO 21 (0-200)
C3 181 (76-181)
C4 55 (13-52)
anticorpi anti citrullina 1,5

Il medico reumatologo consultato ha espresso la seguente diagnosi "polimialgia reumatica unipolare a moderata espressività flogistica" con la terapia seguente: 6-M-prednisolone 16 mg./g. per 5 gg. poi 1/2 x due settimane e 1/4 a tempo indeterminato. Successivamente ho fatto alcuni esami di controllo e i risultati sono stati :
ves 17, crp 0.62, gb 12,1 gr 4,7 hb 13,2, plt 422, glucosio 135, creatinina 0.7 potassio 4.2 ast 11 alt 14 ggt 22 colesterolo tot. 260, trigliceridi 202, etf ndp . La risposta e' stata "non evidenza di patologia organica di primitivo interesse reumatologico a patogenesi immunoflogistica con caratteri di attività (polimialgia reumatica in buon controllo farmacologico) mi ha detto di continuare con il medrol ( ¼ ) fino alla fine di marzo e poi interrompere .
Dopo aver ottemperato alla terapia consigliata ho interrotto il Medrol, ma piano piano i dolori sono ricomparsi, inoltre mi è sopraggiunto un gonfiore e un forte dolore al polso sin.che mi obbliga a prendere una bustina di OKI per calmare il dolore . ho una visita di controllo fissata per il mese di settembre : Non so cosa fare! Inoltre il cortisone mi ha fatto schizzare la glicemia a valori stellari, e il medico mi ha prescritto Solosa una al giorno e Metforal 500 mg. due v.al giorno.
Vi sarei grata di una risposta, visto anche il lungo tempo che devo aspettare per la visita successiva.
Grazie a tutti

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
presto sulla pagina dedicata verrà pubblicato un'articolo, rivolto ai pazienti, inerente la polimialgia reumatica.
occorre sapere se il sintomo doloroso, il quale dovrebbe essere prevalentemente notturno o al risveglio, si associa a rigidità (sempre del mattino appena svegli) superiore a 30-40 minuti. Solitamente si associa dolore anche al collo, alle spalle con irradiazione alle braccia, nonchè al cingolo pelvico con irradiazione posteriore delle cosce. Negli esami iniziali mancava la PCR, molto più sensibile e specifica della VES. Ad ogni modo potrebbe essere utile eseguire ecografia delle spalle e delle anche per valutare presenza di borsite (che solitamente deve essere simmetrica).
nel caso di diagnosi di polimialgia reumatica la terapia steroidea deve essere mantenuta per circa 1-2 anni. Il dosaggio iniziale è solitamente di 15 mg al giorno di prednisone per 2 settimane, poi si scala (circa del 10%) ogni 2 settimane sino al mantenimento della dose minima efficace (cioè controllo dei sintomi e riduzione persistente dei valori della VES e PCR). Nei pazienti con controindicazioni allo steroide (ad esempio diabetici) può essere utile nel mantenimento l'uso del Methotrexate. Gli studi però dimostrano la sua efficacia solo come terapia di mantenimento e solo se utilizzato entro i primi 18 mesi dall'esordio della malattia. Se invece riesce a controllare il diabete con dieta, attività fisica e farmaci antidiabetici, meglio proseguire con il cortisone. Aggiunga come prevenzione dell'osteoporosi secondaria al cortisone, supplemento di calcio e vitamina D3. Svolga periodici controlli (ogni 2-3 mesi) della VES e PCR, ed eventuale ecografia articolare eseguita da esperto. Prosegua pertanto il monitoraggio clinico del suo reumatologo.
Giuseppe Germanò

[#2] dopo  
Utente 493XXX

grazie della risposta.
la PCR era negli esami iniziali con il valore di 1.83 (o,oo-o,50).
per quanto riguarda il dolore esso è presente durante tutto il giorno, quando effettuo alcuni movimenti, come ad esempio alzare e ruotare leggermente il braccio (come per pettinarsi, per esempio)e forse è più forte verso sera.non vi sono gli altri dolori indicati, e al mattino non vi è eccessiva rigidità, visto che e dopo 1 minuto che mi sono alzata, sono perfettamente in movimento. non vi sono altresi altre dolorabilità alle anche e al bacino. ho l'appuntamento con il reumatologo alla fin e di agosto e attualmente non sto prendendo più il medrol, come da prescrizione dello stesso.qualsiasi suggerimento sarà sempre gradito. grazie

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
NOn posso aiutarla più di tanto perchè certe diagnosi occorre farle con il paziente davanti. veda cosa le dirà il reumatologo.
Giuseppe Germanò