Utente 207XXX
salve, sono una giovane donna di 37 anni. da tempo riferivo dolori alle ginocchia, alle mani e ai piedi ai quali però non davo particolare importanza. Da un mese si è gonfiato il dito indice della mano dx con dolori forti e difficoltà nelle normali attività quotidiane. Contemporaneamente avverto dolori alla pianta del piede come che ci siano dei nodi duri sottocutanei. il medico mi ha prescritto rx alle mani che evidenziano ridotto spazio interfalangeo e cisti geodica alla mano sin. All'esame ecografico invece risulta la formazione di un ipertrofico panno sinoviale alla mano destra, in un punto in cui in effetti provo molto dolore. il medico sostiene che il panno sinoviale sia di origine traumatica a differenza del medico radiologo che invece mi consiglia esami del sangue. Da precisare che mia madre soffriva di AR, degenerata poi in fibrosi polmonare che l'ha condotta alla morte. E' da circa un mese che la sera ho la febbricola che rimane sui 37,5... mi chiedo ora se il panno sia veramente una cosa da sottovalutare o meno, a parte il fatto che i dolori alle mani, senza terapia, mi stanno rendendo difficoltosa la vita quotidiana. la ringrazio anticipatamente, Domenica

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il riscontro ecografico di panno sinoviale è un reperto che deve essere approfondito specie se associato ad una sintomatologia dolorosa articolare persistente come quella che descrive nel suo post. Anche la familiarità materna per l'artrite reumatoide è importante e deve sicuramente invitare ad una maggiore attenzione. Prenoti una visita reumatologica, non prima di aver eseguito almeno i test reumatici di base (PCR,reuma test, anticorpi anticitrullina, ANA, ENA, anti DNA nativo, LAC). Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 207XXX

la ringrazio. giusto oggi il medico mi ha prescritto tutta una serie di analisi del sangue da quelle relative al fattore rumatoide agli anticorpi, alla ves e al pcr.. mi diceva però che non sempre risultano positive nonostante la malattia sia in atto.. la ringrazio per la risposta. le farò sapere non appena ho l'esito delle analisi

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
,)
Mauro Granata