Utente 296XXX
Gentili dottori

Dopo esami su esami, rientrati tutti negativi per quanto riguarda le malattie reumatiche, eccetto un ipocalcemia (7,9) i medici, sono arrivati sul punto di diagnosticare una fibromialgia.
Il punto è questo, cercherò di essere sintetica e eusastiva dato che tutt'oggi, non sono del tutto convinta della diagnosi, i dolori, specialmente nella parte superiore (collo, spalle e braccia) sono fortissimi, tanto da impedirmi di andare regolarmente al lavoro, lavoro in fabbrica e tutto con le braccia purtroppo.
Al dolore si sono aggiunte delle parestesie alla mano sx e al piede sx, addirittura il piede spesso mi rimane bloccato per alcuni secondi, soprattutto quando lo faccio ruotare verso l'interno, ho dei formicolii continui alle mani, ai piedi e strano a dirsi, perfino alle ginocchia, che sono molto indolenzite quando mi piego o faccio le scale.
Mi rendo conto di aver ben pochi elementi da fornirvi, l'unica cosa che posso dire e che veramente ho perso la fiducia di poterne uscire.
Ho una rigidità continua, che si accentua quando riparto dopo un periodo di non attività, la mattina mi alzo più stanca di quando sono andata a dormire e ho difficoltà di concentrazione.
Soffro anche di Rettocolite ulcerosa e sono in terapia anche con degli psicofarmaci, per un disturbo della personalità.
Un grazie sentito per il vostro servizio, e un cordiale saluto.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

posso solo dirle, per quanto di mia competenza, che potrebbe anche trattarsi di patologie differenti, non necessariamente di un unico problema.

Ad esempio, le parestesie alle mani vanno valutate se inseribili in un quadro di compressione nervosa alta (cervicale) o periferica.

Esattamente, in quali dita compare la parestesia?

Solo di notte o anche di giorno?

Ci sono alcune posizioni che le favoriscono?

Buona notte.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 296XXX

Gentile dottore

La ringrazio della risposta, i crampi mi prendono all'esterno delle mani e interessano perlopiù i mignoli e la mano tende a curvarsi.
Recentemente ho fatto delle analisi, Calcio, Magnesio e fosforo, più valori tiroidei ( sono senza tiroide da vent'anni) sia il calcio che il Magnesio sono inferiori ai valori della specifica, e i valori tiroidei incongruenti, Tsh alto 5,25 e Ft4 alto, 23,9.
Faccio presente che da 4 mesi, assumo 125mg di Eutirox ogni mattina, ho prenotato una visita da un endocrinologo, e lo vedrò il prossimo 22 Aprile.
Sono in terapia anche per una infiammazione cronica dell'intestino RCU o Malattia di crohn, ho fatto da pochi giorni un'endoscopia con biopsie, tre anni fa mi diagnosticarono una rettocolite ulcerosa ma il mio gastroenterologo non è completamente convinto della diagnosi, dalla colonscopia sembrerebbe più malattia di Crohn.
I crampi per tornare al discorso, sono più frequenti di giorno che di notte, sembra che alle mani, mi prendano più facilmente quando faccio dei lievi movimenti, tipo scrivere sulla tastiera del pc oppure anche nel semplice gesto di grattarmi un orecchio ad esempio.

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
I crampi potrebbero essere collegati a un'alterazione del calcio ematico, ma lei parlava anche di parestesie (formicolio).
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente 296XXX

Si, ho spesso anche una sensazione di spilli ai talloni dei piedi, questo soprattutto a riposo, ma formicolio in genere raramente.

[#5] dopo  
Utente 296XXX

Mi scuso se ho usato la parola formicolii, ma la sensazione alle mani, e più quella di perdere forza, mi sono espressa male nel descrivere i sintomi, è che sono tantissimi e a volte faccio fatica a dargli una descrizione, purtroppo i sintomi riguardano anche la mente, ho grosse difficoltà nell'attenzione e nella concentrazione.
Di nuovo un cordiale saluto e un ringraziamento

[#6] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale