Utente 731XXX
Buongiorno, ho 39 anni e da circa 5 anni, durante l’estate, soffro di dolori alle ossa e, soprattutto, alle giunture dopo il risveglio. Dolori che, dopo che mi sono mosso per un po’, si riducono notevolmente e spariscono quasi del tutto la sera. Per cui la cosa strana è che vado a dormire che sto bene e mi risveglio, invece, tutto ammaccato.Ribadisco, tale sintomatologia è molto accentuata se fa caldo, viceversa è praticamente assente in inverno.
I dolori sono difficili da descrivere, è come se ginocchia, caviglie e le altre giunture fossero diventate di legno, la mattina, a volte, non riesco a poggiare il piede destro per terra, sino a che non ho camminato per qualche minuto. Lo stesso per i gomiti e le altre giunture. Un po’ come, se dormendo, qualcosa o qualcuno, mi avesse torto le caviglie, braccia e i polsi per ore. In assoluto, ad ogni modo, sono le ginocchia a farmi più male, perché, il dolore a quella parte del corpo sparisce meno velocemente dopo che ho messo in moto il corpo.

Ho chiesto al mio medico curante e non ha saputo darmi una spiegazione. Due anni fa mi hanno trovato tre ernie discali e, con l’occasione, ho chiesto ad un fisiatra in merito a questa sofferenza e mi ha liquidato con un “quando dormiamo ci si allunga, potrebbe essere questo”. L’osteopata da cui sono in cura, invece, dice che potrebbe trattarsi anche di un qualcosa non per forza legato al solo apparato osteoarticolare. Insomma, nessuno, alla fine, mi ha fornito delle informazioni utili.
Io vorrei solo sapere se c’è modo di ridurre la patologia con qualsiasi mezzo e, soprattutto, di che patologia si tratta, posto che, mi sembra di essere ancora abbastanza giovane per soffrire dei dolori cosiddetti dell’età avanzata.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Quelli che lei definisce dolori dell'età avanzata sono nelle modalità riferite generalmente causati da una infiammazione articolare. Infatti la rigidità e il dolore articolare al risveglio caratterizzano genericamente la sintomatologia dei reumatismi infiammatori. Ciò detto è importante che si faccia visitare da uno specialista reumatologo che dopo averle prescritto gli esami di laboratorio e steumentali necessari confermerà o meno quanto sospettato. Saluti cordiali.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 731XXX

La ringrazio, mi scuso per il ritardo nella risposta, ma non mi è arrivato alcuna notifica.
Procederò assolutamente con una visita da un reumatologo.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Nessun problema. A presto
Mauro Granata