Utente 807XXX
Ho 39 , nel 2005 dopo 5 mesi di dolori diffusi , mi è stata diagnosticata l'a.r. Nel 2002, ( 2 anni dopo la terza gravidanza ) la tiroidite di hascimoto.Attualmentedopo tre anni di farmaci(arcoxia,metacen, cardioaspirina, deltacortene ,methotrexate ,voltaren,plaquenil, urbason) l'ultimo reumatologo che mi ha in cura sospetta che forse non si tratta di a.r., perchè non ho segni evidenti di malattia,(clinici sì), o si tratta di una a.r. poco aggressiva,o forse è un'altra patologia autoimmune che ancora non si è manifestata, per cui è meglio continuare a prendere i farmaci attualmente prendo 2 mg di urbason e, voltaren all'occorenza, quando mi fanno male le mani o le spalle il più delle volte.La confusione è tanta , ho cambiato 4 reumatologi e faccio 250 km spendendo 150 euro a visita per avere un consulto(abito vicino a perugia).vorrei sapere che tipo di accertamenti fare oltre che analisi del sangue e radiografia delle mani , cioè gli unici accertamenti che ho fatto io. grazie a chi vorrà aiutarmi

[#1] dopo  
Dr. Marco Aurelio Tuveri

24% attività
16% attualità
4% socialità
ORISTANO (OR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
L'associazione tra artrite reumatoide e tiroidite di hashimoto è abbastanza frequente.
Considerando che l'hanno già vista ben 4 reumatologi, è possibile che si tratti proprio di una A.R. poco aggressiva o di una connettivite.
Comunque faccia ogni 6 mesi i seguenti esami: VES, PCR, elettroforesi proteica, Ra-test, ANA, ENA, Ab-DNA, ANCA, emocromo, GOT, GPT, creatininemia, e li porti dal suo reumatologo di fiducia. Inoltre per vedere meglio un coinvolgimento delle parti molli delle mani potrebbe eseguire una R.M. della mani.
Cordiali Saluti Marco Aurelio Tuveri
MARCO AURELIO TUVERI