Utente 448XXX
Buona sera dopo aver consultato diversi dottori, della mia città, non avendo alcun beneficio, scrivo in merito ha dei dolori alle gambe avvertiti circa un anno fà con conseguente gonfiore e dolore alle caviglie progressivo fino a diventare insostenibili con il passar del tempo, alche mi rivolgo presso il mio medico curante con il qualche mi chiede tutti gli analisi da effettuare, fatti tutti i controlli, con esito nella norma, il valore degli ANA risulta 1160 che rappresenta una leggera positività, successivamente mi vengono prescritti altri esami, per valutare se ci fosse in atto un arterite,visto che avevo frequenti dolori continui alle gambe e alcune volte alle braccia
Febbre,sensazione di debolezza, formicolio alle mani, riconducibili ad essa a parer dei medici da cui sono stata visitata, fatti ulteriori accertamenti non ho nessuna arterite ma mi viene detto dal dottore reumatologo che si tratta di ridensione idrica che hanno causato
Infiammazione ai dentini dunque nonostante
Proseguo la terapia prescritta dal dottore mi ritrovo ancora con gli stessi dolori e caviglie gonfie, io chiedo il parere vostro e possibilmente un aiuto vero perché fino ad ora sono molto amareggiata perché è da un anno e più che soffro assumendo farmaci senza aver nessun sollievo, chiedo il vostro aiuto in merito grazie anticipatamente,

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La positività degli anticorpi anti nucleo nell'ambito di una condizione di tumefazione a carico di una o più articolazioni deve essere opportunamente studiata perchè potrebbe essere un segnale di una possibile malattia del connettivo. Sarebbe perciò opportuna una valutazione presso un collega specialista in reumatologia competente in tali patologie. La chiave del successo è posta nella diagnosi e nel trattamento precoce.
Cordialità.
Mauro Granata