Utente 399XXX
Buongiorno, da poco utilizzo punture di humira 40 mg ogni 15 gg pe spondiloartrite.
Mi hanno spiegato che in caso di infezioni è da sospendere sino a risoluzione delle stesse e poi ricominciare.
(quindi se ammettiamo oggi ho fatto la puntura e tra 4 giorni mi ammalo quella successiva la posso fare se sto bene?)
Mi scuso ma non riesco a capire una cosa: parliamo di infezioni batteriche da curare con antibiotico (quindi tonsilliti, ecc,,,) o anche quelle di tipo virale (tipo raffreddore, tosse, influenza) da curare con paracetamolo o aspirina? chiedo questo perchè sono molto confusa.
Ho un bimbo molto piccolo che frequenta l'asilo nido e spesso porta a casa virus di ogni genere...Pertanto sono costretta a sospendere anche in caso di un banale virus gastrointestinale ? inoltre, quali rischi reali esistono andando dal dentista? dovrà a breve sottopormi ad alcune devitalizzazioni e otturazioni quindi prevedo l'uso di anestesia locale. E' il caso che io rimandi o posso tranquillamente farli?

Chiedo scusa per le molteplici domande. Grazie a chi vorrà aiutarmi a chiarire ogni mio dubbio.

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signora ovviamente dovrebbe chiedere queste cose al medico che la cura e che la segue. In ogni modo siccome lei fa la terapia standard (Humira 40 mg ogni due settimane) in caso di infezione lieve (raffreddore, tonsillite ecc) che anche richiede uso di antibiotici perm alcuni giorni non deve sospendere il farmaco. In caso di infezioni più serie (bronchite, broncopolmonite ecc) può allungare di una settimana l'astensione (quindi rifà il farmaco alla terza settimana e poi riprende il solito ciclo). Comunque in caso di un problema più serio è bene che lei consulti sempre il medico che la segue per la spondilite. Cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 399XXX

Egr. Dottore, La ringrazio per la cortese risposta.
Ovviamente riporrò tutte le domande al reumatologo per chiarire ogni mio dubbio in merito.
Nella Sua esperienza professionale ha notato particolari effetti collaterali al farmaco? per il momento ho fatto solo una puntura e a parte un paio di giorni di forte stanchezza e cefalea non ho notato null'altro..mi auguro che la terapia faccia presto effetto!!!!e di ammalarmi poco nonostante il nido di mio figlio.
Confido in questi farmaci nonostante la paura e la difficoltà nel comprendere gli effetti collaterali.
La ringrazio per il suo tempo.Cordiali saluti

[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile Signora, i disturbi particolarmente all'inizio della terapia possono essere la cefalea, disturbi osteo-muscolari come da influenza. Ovviamente deve stare attenta alle possibili infezioni broncopolmonari particolarmente se il bambino in inverno si porta infezioni dall'asilo. Basta un pò di precauzione. Nel caso si cura anche lei ed eventualmente sposta di una settimana l'iniezione. Si faccia controllare ogni anno da un dermatologo i nei (se ne ha) perchè possono trasformarsi in tumoretti. Comunque per il 99% delle situazioni stia tranquilla, ma cerchi di avere un contatto con il suo medico curante in modo da sapere il comportamento migliore in ogni situazione. Le raccomando di farsi le punture rispettando la regola dell'orologio, ovvero considerando tutto il corpo, inizia con una puntura sul braccio destro, quindi sul braccio sinistro , quindi la coscia sinistra , poi la destra, quindi la parte sinistra della pancia e poi la destra (eventualmente sotto il costato a destra poi a sinistra , nella parte bassa della pancia a destra e poi a sinistra). Quando ha fatto l'iniezioni non massaggi la parte, ma appoggi solo il cotone per qualche istante. In questo modo la pelle è meno soggetta a traumatismi ripetuti. Cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#4] dopo  
Utente 399XXX

Grazie Dottore per la Sua cortese risposta. Seguirò senz'altro il consiglio delle punture a "orologio".
Cortesemente mi può dire se eventualmente posso assumere degli integratori in farmacia (i comuni integratori tipo supravin, ecc...senza prescrizione) per cercare di "prevenire" un minimo i malanni da asilo oppure è meglio evitare?
La ringrazio se vorrà nuovamente rispondermi. In ogni caso è stato veramente esaustivo, gentile e rassicurante. (il bugiardino del farmaco non aiuta! )
Buon lavoro e cordiali saluti

[#5] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile signora non c'è problema ad assumere integratori, anche se non sono certo che l'aiutino a prevenire eventuali fastidi. ma sicuramente male non le fanno. Spero (come dovrebbe) che i disturbi della spondiloartitrite le passino in fretta. cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#6] dopo  
Utente 399XXX

La ringrazio per le cortesi delucidazioni e gentili risposte in merito.
Le auguro un buon lavoro. Cordialmente

[#7] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Grazie. Cordiali saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena