Utente 169XXX
Salve, ho 24 anni a da 3 anni faccio una serie di esami poichè mi hanno diagnosticato una "malattia reumatica"... vai a sapere quale!! Tutto però è iniziato quando nel 2000 ho scoperto di avere il Fenomeno di Reynaud.
Il punto è che ho avuto la febbre(37,37,3) per un anno, dolori articolari e muscolari, concentrati soprattutto sulla spalla, schiena,e le gambe fino ai piedi (sento sempre un forte bruciore ai piedi), a causa dei dolori molto forti alla schiena, la notte non riesco più a dormire, tanto che mi devo alzare per il dolore, fare movimento così magari posso riprendere sonno. La mattina ho difficoltà ad alzarmi dal letto per la rigidità, sto soffrendo di una specie di stanchezza cronica che ultimamente mi sta condizionando la vita, soffro molto di secchezza oculare, ho sempre gli occhi rossi,ora uso lacrime artificiali, l'oculista mi ha detto che si tratta di congiuntivite allergica, ma il punto è che il rossore si alterna da un occhio all'altro e questo disturbo si manifesta tutto l'anno. Ho molto spesso capogiri e diarrea. Sono andata da molti specialisti e le diagnosi sono state diverse: fibromialgia, spondiloartrite sieronegativa, inizio di artrite reumatoide. Poco tempo fa ho fatto gli esami e sono risultati tutti negativi tranne i seguenti:
PROTEINA C REATTIVA:1,6;FATTORE REUMATOIDE:38;VES:20;ANA:1,40 speckled; (risonanza, scintigrafia e lastre tutte negative), inoltre ho una persistente leucopenia ed anemia. Finalmente si è pronunciato anche il mio medico curante che a seguito della positività agli ANA mi ha parlato di una forma di connettivite, ma cosa significa? che tipo di connettivite si tratterebbe? secondo Lei è possibile? posso tranquillamente andare al mare?
ora prendo miorilassanti per dormire ( che poi non ho risolto niente!), salazopyrin per 3 mesi e poi devo ripetere gli esami, vitamina e perchè oltretutto sto perdendo molti capelli.


Ringrazio anticipatamente chi volesse rispondermi.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Poretti

24% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2001
Comunque trattasi di connettivite non e' un quadro che si chiarisce con una risposta.
Ha l'ottimo centri di Reumatologia di Sassari ,che aspetta a farsi visitare per eventuale ricovero ed
ulteriori approfondimenti.
Farmaci come salazopyrin od altri possono essere dati impropriamente ma non raggiungono lo scopo.
Saluti
Dr Giovanni Poretti
Specialista in Reumatologia
Via acclavio 123
74100 Taranto - Italia

[#2] dopo  
Utente 169XXX

Buongiorno, La ringrazio di cuore per la Sua risposta, il fatto è che non so più che fare, sono già stata ricoverata a gennaio ma non ho risolto granchè, la diagnosi era appunto una spondiloartrite che poi è stata smentita.
Volevo chiederle un' ultima cosa: i problemi reumatici di questo tipo posso causare ipoglicemia? qualche volta mi è capitato di misurare la glicemia in quanto mia nonna ha il diabete, ed è talmente bassa che nell'"apparecchio" non risulta il valore (segna LOW), forse ho sottovalutato questo problema tanto da non averne parlato neanche al mio medico. Dice che può essere dal problema che ho?
La ringrazio ancora, buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Poretti

24% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2001
No l'ipoglicemia,se vera < 60,va' studiata o regolata la dieta per il suo giusto equilibrio (vedasi pasta e frutta in giusta quantita').La sua spondiloartrite non sembra essere smentita in quanto problemi oculari e intestinali la testimoniano.Se Sassari non l'ha soddisfatta ,ha sempre l'Universita' di Cagliari,prima di arrivare in Continente presso altre sedi di Reumatologia.La salazopyrin va' adeguata alla patologia da trattare sino ad un massimo di 6 cpr al di' 2 a colazione pranzo e cena partendo da 2 e salendo di 1 cpr in piu' ogni settimana ,cio' vuol dire che almeno 5 settimane di trattamento sono state effettuate per riferire un fallimento della terapia altrimenti non e' stato effettuato un corretto.La Salazopyrin e' trattamento di fondo della malattia non e' un calmante veloce.In attesa di una visita presso Cagliari le consiglio una visita oculistica specificando meglio il suo problema al collega ed un approfondimento dello stato intestinale a mezzo ecografia e se necessario anche colonscopia.
Saluti
Dr Giovanni Poretti
Specialista in Reumatologia
Via acclavio 123
74100 Taranto - Italia

[#4] dopo  
Utente 169XXX

Non so che dieta dovrei fare per avere un giusto tasso di glicemia, comunque posso dire che abbondo con gli zuccheri, mangio frutta, pasta e pane ogni giorno.
Per quanto riguarda la spondiloartrite, è stata smentita dalla scintigrafia in quanto non ha presentato niente di anomalo se non un aumento della fissazione del radiodifosfonato in corrispondenza dell' articolazione sacro-iliaca sinistra.
Oltre gli esami previsti a settembre, Forse è il caso che faccia anche le visite che Lei mi ha consigliato.

La ringrazio di cuore.

[#5] dopo  
Utente 169XXX

Buongiorno a tutti. Scrivo nuovamente perchè ieri ho ritirato gli esami del sangue e vorrei che li leggeste: FR:29; VES:15; LEUCOCITI:2.59; ERITROCITI:3.38; EMOGLOBINA: 11.2; EMATOCRITO: 27.8; CONT.MEDIO HB: 33.3; CONC.MEDIA HB: 40.5; RDW: 14.6; PIASTRINE: 107; PDW: 65.1; oltretutto c' è una presenza di leucociti nelle urine (++). Tutti gli altri sono negativi e questa volta sono risultata negativa agli ANA.
Vi prego datemi un consiglio perchè sono in questa situazione da 3 anni, ho sempre un malessere generale con nuovi sintomi che si presentano ogni giorno, come vertigini, dolori muscolari, astenia, sonnolenza e ultimamente ho trovato la presenza di muco nelle feci, cosa mi consigliate di fare? devo continuare a farmi seguire da un reumatologo oppure devo andare da un altro specialista?
Ringrazio che volesse rispondermi

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Poretti

24% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2001
Gli esami dimostrano lo stato anemico relativo,all'infiammazione cronica ,ad un ciclo mestruale abbonadante o dieta impropria o alimentazione inadeguata.Se dovesse continuare il muco nelle feci ,trattasi di probabile proctite o proctoolite ma e' evidente che deve consultare un gastroenterologo per vedere se e' necessario eseguire una colonscopia .Sicuramente nella dieta devono entrare le proteine con carne o pesce gionaliere,meno pane e dolci.
L'unica terapia possibile sarebbe quella marziale con Ferro per bocca (tipo Ferrograd cpr a stomaco pieno ) ,ma deve effettuare analisi di sideremia e ferritina ,inoltre ripetere urine e urinocoltura con ident germe e antibiogramma tra 1 settimana per conoscere eventuale infezione urinaria latente ,considerato che non leggo bruciori urinari o minzione frequente.
Saluti
Dr Giovanni Poretti
Specialista in Reumatologia
Via acclavio 123
74100 Taranto - Italia

[#7] dopo  
Utente 169XXX

La ringrazio per avermi risposto.
Per quanto riguarda il ciclo, è abbastanza regolare grazie alla pillola che ho preso per 2 anni. Inoltre per l' alimentazione, mangio di tutto, carne e pasta ogni giorno, eccetto il pesce inquanto ho un' intolleranza. Persiste sempre questa anemia, ma non riesco ad assumere il ferro perchè mi fà malissimo. Qualche tempo fà, ho sofferto di cistite che però ho curato con gli antibiotici e ora è passata.
Secondo Lei, devo continuare a farmi seguire da un reumatologo? insomma, tutti questi sintomi possono essere causati da una malattia reumatica o dovrei consultare un altro specialista? La ringrazio di cuore

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Poretti

24% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2001
Non e' detto che si arrivi sempre ad una diagnosi reumatologica precisa mancando segni e sintomi precisi.Di dolori infiammatori , disturbi metabolici ,quadro anemico e intestinale lei soffre e pertanto non potendo arrivare a diagnosi certa Reumatologoca perche' molti sintomi soffusi o importanti possono precorrere di mesi e anni la malattia :Nel Limbo in cui rimaniamo e' giusto che consulti lo specialista gastroenterologo per vedere se deve sottoporsi a colonscopia od altri accertamenti .I dolori di cui soffre non portanio ad alcuna malattia reumatica certa ,OGGI, mentre il quadro intestinale sia stomaco che colon puo' essere esplorato.Vi sono molte situazione fibromialgiche che si associano alla gastrocolite o al colon irritabile e colite spastica e possono essere indipendenti da malattie reumatiche probabili .
Saluti
Dr Giovanni Poretti
Specialista in Reumatologia
Via acclavio 123
74100 Taranto - Italia

[#9] dopo  
Utente 169XXX

Buonasera a tutti, ho scritto diverse volte a causa dei miei numerosi sintomi e le Vostre risposte sono state molto più esaurienti di quelle del mio medico curante! per questo mi rivolgo nuovamente a Voi per un parere riguardo un nuovo distirbo che mi sta perseguitando. Da qualche mese convivo con continui sbandamenti, mentre cammino non riesco a stare dritta, mi sembra sempre di camminare di lato, infatti cerco di modificare il mio modo di camminare ma non ci riesco, è come se mi sentissi sempre su una nave! poi la notte, quando vado a letto, mi gira la testa, infatti apro subito gli occhi per la nausea, sono sempre stanchissima, e la cosa che mi stupisce di più è che anche se non ho sonno, sento gli occhi stanchissimi e faccio fatica a tenerli aperti. Ho ripetuto gli esami, e a parte il fattore reumatoide a 30, la ves a 15 ed una persistente leucopenia sono tutti a posto. Cosa devo fare? soprattutto vorrei sapere la causa dei miei sbandamenti e capogiri, può essere causato dalla cervicale o dalla scoliosi, perchè le ho entrambi. Scusate se insisto nel volervi scrivere ma il mio medico non mi è per niente d' aiuto.
Grazie