Utente 892XXX
Mia madre,88 anni, una settimana fa si è svegliata con un forte dolore al polso tanto da non poter appoggiare la mano al suo bastone oltre ad essere impedita nell'articolazione della stessa. Nonostante l'applicazione di creme antidolorifiche e di un bendaggio al polso, il dolore non accenna a diminuire.
Ha effettuato una radiografia è la diagnosi è stata Artrosi.
Vorrei sapere cosa fare, se applicare un tutore mano-polso e se esistono dei prodotti almeno in grado di lenire il dolore.
Grazie

[#1] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
Sicuramente se la diagnosi radiologica è anche quella clinica, conviene se si tratta di rizoartrosi (artrosi trapezio-metacarpale) di usare un ortesi per questo tipo di problema.
I farmaci antinfiammatori o i antidolorifici possono aiutare se assunti con regolarità con protezione gastrica associata e sotto stretto controllo medico dare la completa risoluzione del caso.

N.B. non sottovalutare le monoartriti, specialmente le microcristaline: gotta pseudogotta (condrocalcinosi) in una persona di 88 aa sono frequenti, per non parlare dell' Artrite Reumatoide senile, eco perché la diagnosi deve essere anche clinica, questo tipo di problemi coesistono spesso con l' artrosi.

[#2] dopo  
Utente 892XXX

Dottore la ringrazio per la sua cortese risposta.
Non ho potuto essere più preciso, nel precedente post, nel descrivere la patologia di mia madre perchè solo oggi mi sono state consegnate le radiografie con la diagnosi che è la seguente:
Segni di demineralizzazione ossea. Marcata artrosi dell'articolazione scafoide/trapezio-trapezoide con netta riduzione della rima articolare. Lievi alterazioni rizoartrosiche.
Ritiene di poter aggiungere qualche altra indicazioni oltre quella già datami?
La ringrazio nuovamente.