x

x

Gpt elevate e gamma gt mosse in terapia con mtx

Gentili Dottori, buon pomeriggio.

Sono un ragazzo trentenne che a seguito di alcuni dolori articolari ha fatto degli accertamenti reumatologici per giungere poi alla diagnosi di artrite cronica indifferenziata (probabilmente AR in fase precoce, anticorpi ACPA +).

Dunque mi è stata proposta come terapia una somministrazione settimanale di methotrexate (15mg) seguita da 10mg di ac.

Folico dopo 48h.

Prima di cominciare la terapia sono stati eseguiti tutti gli esami di screening necessari, quindi gpt, got, sierologia per hcv e hbv, ves, pcr, emocromo (mai manchi) e creatinina.

Tutto era nella norma, ad eccezione della ves leggermente mossa (21 su un range massimo di 15).

È stata eseguita anche un eco epatica con elastonografia che ha messo in luce unicamente un polipo/calcolo di colesterina in costifellea, una stifness epatica media di 6, 1kPa e qualche angioma capillare.

Dunque ho iniziato la terapia per l’artrite e dopo 20 giorni (il 9/11) ho eseguito la prima batteria di esami di controllo.

Emocromo nella norma, got nella norma, gpt aumentate a 71, gamma gt a 58 (non dosate in precendenza), creatininemia e bilirubinemia totale nella norma, ves e pcr aumentate (ves da 21 a 34, pcr 7).

Non ho nessuna sintomatologia di sorta, se non quella correlabile all’artrite.

Mi chiedevo se tali valori potessero essere indicativi di una eventuale sofferenza epatica dovuta al methotrexate e se aveste ulteriori consigli per tamponare questo effetto.

Ringrazio chiunque volesse rispondere.

A presto, AS.
[#1]
Dr. Mauro Granata Reumatologo, Medico internista, Geriatra 2.5k 102
Il metabolismo del Methotrexate interessa principalmente il fegato ed è quindi importante monitorare la funzionalità epatica periodicamente nel corso della terapia. I valori da lei riportati nel post devono essere valutati con il suo specialista reumatologo di riferimento ed eventualmente con l’aggiunta di una consulenza epatologica. Saluti cordiali.

Mauro Granata

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Granata, grazie per la sua risposta. Il 30 ripeteró le analisi e vedremo un po’ come e se è evoluto il quadro. Nel caso di un peggioramento discuteró con il reumatologo un’eventuale alternativa. La terró informata se vuole, a presto, AS.