Utente 160XXX
Salve, riporto di seguito una serie di dati utili al consulto:

- Sesso: femmina

- età: 22 anni

- Linfonodo ascellare sx ingrossato, a livello della 3 costa. Ingrossamento riscontrato dopo l'utilizzo del deodorante borotalco. Ora uso Dove.

Ecografia effettuata il 6/11/06 con la seguente diagnosi:normale aspetto ecografico del parenchima mammario in assenza di lesioni focali, bilateralmente. Linfonodo con ilo iperecogeno di tipo reattivo, del diametro di mm 14 al cavo ascellare sx.

Ho entrambi i seni molto densi. La densità è stata valutata dal medico curante, dal cardiologo (ho un prolasso della valvola mitralica) e dalla ginecologa (ovaie micropolicistiche).
Ho un ciclo mestruale da sempre molto irregolare. In media dura dai 32-35 gg rispetto ai tipici 28. Il flusso è abbondante e dura in media 8gg. Pertanto alterno cicli di pillola anticoncezionale sotto controllo del cardiologo e della ginecologa.
Il ritardo delle mestruazioni favorisce l'infiammazione del linfonodo ascellare.

Inizialmente il medico curante aveva diagnosticato una mastopatia fibrocistica e la cura è stata a base di Danzen. Cura che non ha prodotto nessun effetto.
Nel corso di questi anni l’unico consiglio è stato quello di evitare deodoranti e depilazione. Ma del primo non posso farne a meno, e del secondo ho notato che effettuando una depilazione (silk-pil) i primi giorni del ciclo, questa non influisce sull’infiammazione del linfonodo.

Da qualche mese il seno sx ha iniziato ad essere dolorante a livello della 5-6 cartilagine costale.
Cardiologo e Ginecologa hanno convenuto entrambi per l'uso di integratori che migliorassero il circolo sanguigno. Attualmente prendo Arvenum, e ho da poco finito un ciclo completo (tutta la scatola) di Danzen. Il dolore si è attenuato, ma con l'arrivo del ciclo mestruale è ricomparso. Trovo sollievo con l’uso di voltaren crema.

In quest’ultimo mese il linfonodo è stato sempre infiammato e dolorante (mi tira il seno), tutto ciò causato anche da 8 gg di ritardo nel ciclo. Ho iniziato un nuovo ciclo di pillola anticoncezionale (Estinette) e ho notato un aumento del seno, che le altre volte non avevo riscontrato.

La ginecologa non consiglia l’asportazione del linfonodo. Il cardiologo altrettanto, in quanto la sua infiammazione è saltuaria. Il medico curante continua a sottolineare la mastopatia.

Per il 5 Luglio è prevista una nuova ecografia.

Tendo a specificare che nei giorni in cui il linfonodo non è infiammato e quindi ingrossato, è pur sempre individuabile al tatto e dolorante. Inoltre ha una struttura mobile.

Spero di aver scritto tutto nella maniera più chiara possibile.
So che sono troppo piccola per avere un linfonodo sentinella, tuttavia mi crea problemi da più di tre anni e mezzo, quindi non credo sia ancora corretto considerarlo come un linfonodo reattivo. Inoltre quando si infiamma, tende ad infiammarsi tutto il seno.

Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

numerosi articoli appaiono su questo sito sul tema del sistema linfopoietico e la sua anatomia.

i linfonodi sono delle piccole stazioni importanti per il nostro potere immunitario. una piccola lesione sul dito di una mano, anche la "manicure" con i suoi microtraumi potrebbe provocarne una reazione.

al di la di cambiare il deodorante esistono poi dei componenti che lei potrebbe non tollerare (anche se in questo caso potrebbe avere un problema più generalizzato).

esiste inoltre il tramatismo legato alla possibilità della depilazione in corrispondenza del cavo ascellare, di cui lei non riferisce sempre con i limiti di una valutazione a distanza direi che potrebbero esistere numerosi fattori scatenanti.

lei poi è stata controllata da più specialisti che hanno avuto la possibilità di poter valutare direttamente la situazione che rispetto a noi dietro un monitor hanno non solo la possibilità di eseguire un esame obiettivo generale e locale ma anche di porre domande in diretta.

aspettiamo l'esito dell'ecografia e ci tenga informati.

cordiali saluti e buon fine settimana
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale