Utente 254XXX
Buongiorno,
scrivo perchè ho un dubbio di salute e premetto che tra qualche giorno andrò dalla mia ginecologa per una visita.
Ho 34 anni e allatto la mia seconda figlia da 15 mesi, da qualche settimana avverto un fastidio al seno destro, non è un dolore forte, ma un bruciore fastidioso che si irradia un po' anche alla spalla e alla scapola. Non varia molto di intensità durante o lontano dalle poppate. Da qualche giorno mi è comparsa una macchia rosa un pò screpolata tra l'areola e il capezzolo dove di solito la bambina appoggia la lingua per succhiare e una piccola ragade che però non mi fa particolarmente male. Il seno non è gonfio ed è morbido al tatto.
La bimba mi "maltratta" abbastanza il seno quando ciuccia, anche con i dentini. Non mi sembra che lei abbia qualche problema alla bocca come il mughetto.
Aggiungo che ho passato un periodo abbastanza stressante e impegnativo anche dal punto di vista fisico (come ad es. alzare pesi).
Rigrazio anticipatamente per l'eventuale risposta.
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Credo che abbia fatto bene a richiedere una visita perchè i suoi disturbi sono vaghi ed aspecifici, molto
comuni in fase di allattamento, e possono essere interpretati correttamente solo a seguito della visita.

Sono comuni i sintomi a carico del capezzolo ed areola e la spiegazione se l'è data da sola >>La bimba mi "maltratta" abbastanza il seno quando ciuccia, anche con i dentini>>

Sui dolori al seno è suggestiva l'ipotesi che i dolori siano da ascriversi a cause extramammarie.
Problemi alla schiena (cervicale ?)



Legga ( e se ha dubbi ulteriori ci aggiorni)


http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20dolori%20al%20seno.htm

https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/34/Cura-del-sintomo-dolore

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20comp

Talvolta anche la semplice scelta di un reggiseno adeguato può essere utile, per quanto possa sembrare paradossale

https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/15/Il-reggiseno-uno

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 254XXX

La ringrazio per la sua risposta Dr. Catania,
ho effettuato la visita ginecologica, dove la dottoressa ha eseguito anche una ecografia al seno, non ha rilevato anomalie, ma la ghiandola mammaria appare ancora molto "densa" e in piena attività. In effetti la produzione di latte è ancora molto abbondante e sono ancora in amenorrea.
La dottoressa ha ipotizzato che i disturbi fossero legati alla abbondante lattogenesi, che nelle ultime settimane in effetti sembra anche aumentata, oppure, come anche lei stesso suggeriva, a cause extramammarie ed infatti soffro di scoliosi per una lieve asimmetria degli arti inferiori.
Il mio dubbio nasceva dal fatto che dopo mesi di allattamento senza disturbi, ho iniziato ad accusare questi fastidi, bruciore e dolore continuano anche in modo più intenso ed ora, direi, bilateralmente.
Non mi resta che attendere la fine dell'allattamento per far riposare un pò il mio seno!

Grazie ancora della sua gentile attenzione!
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 254XXX

Gentilissimo Dr.Catania, dopo qualche mese avrei bisogno ancora di un suo consulto.
Molte donne le chiedono chiarimenti sul dolore al seno, ma avrei bisogno anche io di un altro poco della sua conoscenza e...pazienza.
Mi ricollego agli ultimi messaggi: come le avevo descritto, nel mese di giugno, quando ancora allattavo, avevo qualche problema al seno destro. Una visita e una ecografia non evidenziarono nulla di anomalo.
Nel mese di luglio ho interrotto l'allattamento e mentre nel seno sinistro il latte è andato via abbastanza facilmente, sul destro ho avuto tensione, dolore e ingorghi per molti giorni. Alla fine comunque tutto è tornato alla "normalità", anche se sul seno destro, diciamo al quadrante superiore, è rimasta a tutt'oggi una parte più gonfia, rispetto alla parte controlaterale sinistra. Questa parte è stata la più tesa e dolente durante l'interruzione dell'allattamento.
L'affezione che avevo al capezzolo è lentamente scomparsa.
Già dal mese di agosto è ritornato il ciclo mestruale e dopo un paio di mesi di "silenzio", questo seno destro ha ricominciato a farmi male, devo dire maggiormente dalla metà del ciclo in poi, ma in effetti non scompare mai del tutto, soprattutto di notte. Il dolore è tutto sommato lieve, come una sensazione di tensione e pesantezza, è localizzato in particolare sulla parte superiore del seno, Per il resto alla palpazione non riesco ad individuare nulla di particolare, il mio seno essendo microfibrocistico è molto, molto "granuloso", quindi non è facile individuare qualcosa di diverso alla palpazione. Il seno destro però mi sembra in generle più denso e granuloso del sinistro.
Il mio medico di base, visitandomi, mi ha consigliato di aspettare un po' di tempo cercando di rilassarmi e di non pensaci, gli ho confessato anche che, in effetti, alla comparsa del dolore, ho troppo spesso cercato di palparmi il seno il cerca di "qualcosa" e questo potrebbe aver contribuito a dolore e infiammazione. Senza contare poi i soliti problemi alla schiena (in effetti il fastidio si irradia anche posteriormente, sul dorso) .
Il medico, palpando la zona che appare più gonfia, mi ha riferito che al tatto pare di tessuto sottocutaneo e il dolore comunque non è concentrato in quel punto.
Passato questo perido di "distrazione" dal seno, valutare una nuova ecografia.

Lei cosa mi consiglierebbe, di stare serena e aspettare o fare una visita senologica approfondita in tempi brevi?
I suoi articoli li ho letti già dalla volta scorsa e mi confortano, ma un suo parere, pur nei limiti del consulto a distanza, mi aiuterebbe molto sul da farsi!
Grazie, saluti

[#5] dopo  
Utente 254XXX

Buongiorno, scrivo per aggiornare la mia situazione.
In seguito ai miei disturbi ho preferito fare visita senologica che ha rilevato presenza di un nodulo sul seno dx.
Ho fatto ecografia e mammografia. Sono risultati due noduli, uno di circa 7 mm nel seno destro e uno più piccolo nel sinistro. Sono solidi, rotondeggianti, dai margini netti e non sono vascolarizzati, mi è stato comunque suggerito di effettuare l'agobiopsia per confermare la benignità.
Spero in bene, aggiornerò sul risultato dell'agoaspirato.
Grazie, saluti!

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive è probabile che si tratti di fibroadenomi e pertanto faccia con serenità l'agobiopsia
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 254XXX

Grazie della sua risposta tranquillizzante, all'agobiopsia risultano essere " lesioni mammarie fibroadenosiche (C2)". Controllo ecografico tra tre mesi.

Saluti!

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Bene. Anche se dubito che il citologico reciti esattamente come l'ha scritto Lei, ma poco conta. Quel che conta di più è la conclusione : C2
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com