Utente 256XXX
Sono una donna di 31 anni in dolce attesa all'inizio dell'ottavo mese. A maggio del 2010 mi accorgo di una pallina al seno six, in data 21/06/2010 vado da uno specialista dove mi trova vari fibroadenoma a dex che a six e più mi fa una biopsia per esaminare il nodulo di 12 mm presente al seno six nel QSI.
Diagnosi citologica: Striscio con atipia probabilmente benigna (c3).
Si consiglia : Nodulectomia.
Note: Compatibile con lesione papillare.
Mi dice che a settembre de quello stesso anno sarei stata operata in day hospital per asportare la lesione, cosa non avvenuta per via di problemi dell'ospedale. Ho continuato nel frattempo a fare controlli nello stesso ospedale dallo stesso dottore ogni sei mesi.
Torno al controllo in data 23/11/2010 vista + eco, i fibroadenoma e il papilloma sono rimasti invariati mi consiglia di passare dal chirurgo e premere per l'operazione e mi consiglia biopsia al prossimo controllo.
Vado dal chirurgo mi dice che in quel momento nn possono operare per problemi tecnici e che quando ricominceranno ad operare avrebbero avuto la precedenza i casi gravi e poi tutto il resto.
Ritorno al controllo in data 14/06/2011 mi fa visita ed eco un'altro dottore perchè il primo in ferie. Mi dice che è rimasto tutto invariato rispetto al precedente controllo e che posso tornare al controllo dopo un'anno, io mi preoccupo un pò perchè il primo dottore mi diceva di fare controlli ogni sei mesi per tenere sotto controllo papilloma ed evitare che possa infiammarsi il dotto mammario, il secondo dottore nn la pensa cosi, gli dico anche che a distanza di due mesi mi sarei dovuta sposare e che avrei voluto una gravidanza, lui mi dice che sarebbe meglio inquanto l'allattamento fa bene al seno, e mi da appuntamento ad un anno. Sono rimasta incinta a novembre del 2011 qualche settimana fa ho comicinciato a sentire dolore alla mammella six dove ho papilloma, cosi preoccupata contatto telefonicamente il primo dottore dicendo quanto era accaduto e lui mi fa il cazziatone perche non sono tornata al controllo dopo sei mesi e mi dice che vuole vedermi prima del parto. Oggi in data 20/06/2012 ed invece di trovare quel dottore trovo da capo il secondo dottore, che mi dice da capo che tutto è rimasto invariato e di tornare dopo un anno, di allattare il più possibile di stare tranquilla che va tutto bene.
Ora dopo tutto questo io nn sono tranquilla, perchè nn ha preso le misure del papilloma e nn reputa opportuni altri controlli. Il primo dottore mi ha detto che con l'allattamento il dotto dove è presente il papilloma potrebbe infiammarsi invece il secodno dice di no. Esclude di fare biopsia e di asportare la lesione.
Mi scusi se mi sono dilungata tanto,sono un pò in ansia e preoccupata, nn vorrei allattare mia figlia con con qualche infiammazione al seno e fuoriuscita di qualche siero e non rendermene conto. Lei cosa mi consiglia? Sarebbe opportuno fare un controllo da altro dottore oppure no?
La ringrazia e mi scuso ancora per la lunghezza della email.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Spero, ed ovviamente ci credo, che non voglia prendermi in giro con una storia che definire SURREALE è veramente riduttivo.

Ormai quel che è fatto è fatto e quindi è inutile esprimere giudizi e pensiamo al da farsi oggi

Non so se quanto le sto consigliando sia giusto per Lei, ma è quello che farei con mia figlia :

1) C'è una gravidanza in corso ed è inutile sconvolgerne i tempi che ormai quelli del termine sono vicini.

2) Finita la gravidanza farei valutare bene se sia il caso di allattare

3) FACCIA ASPORTARE il "benigno con atipie C3"

4) Ci aggiorni sull'esame istologico.

Spero di essere stato chiaro.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 256XXX

Grazie Dott per la risposta celere, ma le assicuro che la storia surreale è verissima!
Infatti io volevo sentire un'altro parere proprio perchè questa cosa giù non mi è andata e sopratutto perchè entrambi i medici che tra l'altro lavorano nella stessa struttura (tra l'altro una clinica oncologica!) diano due pareri cosi discordanti uno vuole super controllarmi l'altro invece dice che va tutto bene...
Infatti quello che volevo fare io è fare un controllo subito dopo il parto e vedere se effettivamente posso allattare, perchè oltre che della mia salute mi preoccupo di quella di mia figlia, e poi fare asportare il papilloma appena possibile!
La ringrazio ancora è stato davvero molto gentile e sopratutto confermato tutte le mie paure.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Forse non sono stato chiaro.

<<Il primo dottore mi ha detto che con l'allattamento il dotto dove è presente il papilloma potrebbe infiammarsi invece il secodno dice di no>>

Il problema non è sapere se il papilloma potrebbe infiammarsi ( e già questa è una bella bufala), ma se si tratta effettivamente di un PAPILLOMA, perchè sin qui non c'è una diagnosi.

>>Striscio con atipia probabilmente benigna (c3).
Note: Compatibile con lesione papillare. >>

Non c'è alcuna diagnosi e C3 indica probabile benigno-dubbio (vuol dire che in una certa percentuale, 20 %, ci sono anche lesioni NON BENIGNE)

Spero di essere stato chiaro. Quindi, poichè non ci sono state significative variazioni del quadro clinico-strumentale , porti a termine la gravidanza e poi SE NE OCCUPI subito SENZA PREOCCUPARSENE.

Ma se ne OCCUPI.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 256XXX

Dall'esame citologico quello ke ne è risultato Ve l'ho scritto. Adesso sono nel pallone, mi devo far fare un'altro agoaspirato? Devo cambiare clinica? Asportalo secondo lei quando sarebbe possibile prima o dopo il parto?
Mi scusa se la stò disturbando ma nn sono assolutamente serena x questa cosa.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non precipitiamo le cose. Le ho scritto di OCCUPARSENE SENZA preoccuparsene.

Se uno la vuole ricontrollare e l'altro dice che tutto va bene devo dedurre che non ci siano fatti nuovi rispetto alla prima osservazione.

Pertanto porti a termine la gravidanza (quanto manca esattamente per il termine ?)
e POI senta un altro parere per fare una DIAGNOSI una volta per tutte.

Chiaro ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 256XXX

Io ho la dpp il 21 agosto ma dato che la bimba è podalica farò taglio cesareo a 38/39 settimane.
Credevo di far bene dato ke sono stata in una clinica oncologica a bari dove sono abbastanza rinomati in questo campo ed il professore e tutto l'echip sono molto bravi, adesso nn saprei proprio da chi andare, Lei che è medico avrebbe qualcuno da consigliarmi nella provincia bat?
Comunque la ringrazio molto è stato davvero molto gentile e sopratutto molto paziente.

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Pensi adesso alla sua gravidanza.

Tanti auguri
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com