Utente 309XXX
buonasera, volevo cortesemente un consulto per una situazione che preoccupa tanto.
mia moglie, 50 anni, da un paio di mesi ha delle secrezioni al capezzolo sinistro, di colore giallino-lattiginoso , prima spontanee poi nelle ultime settimane solo premendo sul capezzolo, principalmente da un foro e molto poco da un altro.
dall' esame della secrezione risulta: reperto di materiale amorfo, alcuni macrofagi ed
aggregati papillari di cellule duttali con modeste atipie.
E' stata prescritta dal senologo la duttogalattografia che mia moglie farà il 03/07/13.
Siamo preoccupati, potrebbe essere qualcosa di grave ?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci trascrive il referto della ecografia e mammografia ?

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 309XXX

La ringrazio dott. Catania per la celerità della Sua risposta e mi scusi se La rispondo solo ora.
referto di mammografia: cute e capezzoli regolari, bilateralmente strutture parenchimali stromali diffusamente addensate di aspetto macronodulare e conseguente scarsa definizione diagnostica in dettaglio, a sinistra nei quadranti interni si segnala presenza di grossolana area di distorsione architetturale. Non evidenzia microcalcificazione a carattere patologico.
Per la ridotta risoluzione diagnostica del parenchima mammario si ritiene indispensabile esame clinico e ecografico
referto ecografico: cuti e capezzoli regolari, normorappresentato l'adipe sottocutaneo, il corpus mammario presenta al QCS/QSINT mammella sinistra un area ipoecogena a margini non proprio netti da rivalutare dopo terapia anti infiammatoria per 15 gg ed eventuale prelievo con ago aspirato.
Dopo 15 gg. di terapia mia moglie ha rifatto la ecografia , l' area ipoecogena risultava ridotta,
comunque le è stato fatto un primo prelievo con ago aspirato, e dato che non erano presenti , a detta del dottore , sufficienti cellule, si doveva ripetere il prelievo ( dopo pochi minuti ); ma ciò non è stato possibile perchè il dottore , anche con l'ausilio dell' ecografo, non è riuscito più a individuare l'area interessata , affermando che probabilmente si tratta di materiale amorfo.
il referto del prelievo : materiale esclusivamente ematico non idoneo a diagnosi.
Quando il 03/07 mia moglie farà la duttogalattografia rifarà anche l'ecografia per valutare la situazione
La visita clinica del senologo alla mammella e incavo ascellare sx non ha evidenziato alcuna anomalia
La ringrazio e Le porgo cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quando la situazione è così complessa, ma stiamo solo generalizzando, spesso non si viene a capo di nulla. Ma perchè non c'è nulla di patologico. Questo ovviamente va sempre DIMOSTRATO.

Vediamo cosa ci dice la duttogalattografia. Ma anche se non risultasse nulla e la secrezione dovesse persistere (non la provocate più !) aggiungerei una
Risonanza Magnetica Mammaria con mezzo di contrasto

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 309XXX

La ringrazio, Le farò sapere l'esito della duttogalattografia.
Secondo il parere del senologo, potrebbe trattarsi di un papilloma che, nel caso, si dovrebbe comunque asportare ( si può fare in day hospital e anestesia locale ? )
E' un buon segno che alla visita la mammella è assolutamente morbida senza alcuna
presenza di addensamenti nodulari?
Mi scusi se porgo ancora domande, ma siamo un po' agitati, anche se nella famiglia di mia moglie nessuna parente ha avuto tumore al seno.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non conta nulla quello che si palpa in questi casi (ovviamente se non si palpa nulla ancora meglio ).

Ne parliamo dopo la duttogalattografia, ma ripeto anche se non evidenziasse nulla a 50 anni aggiungerei una Risonanza Magnetica con mezzo di contrasto
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 309XXX

La ringrazio, Le invierò il referto della duttogalattografia
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente 309XXX

buonasera dott. Catania
mia moglie ha fatto la ecografia e la duttogalattografia, questi sono gli esiti:
ecografia: cute e capezzoli regolari normo rappresentato l'adipe sottocutaneo.
il corpus mammae si presenta addensato con aspetto a zolle iperecogene per la prevalenza della componente ghiandolare , indenni muscoli pettorali, non evidenzia lesioni focali a risoluzione ecografica.
dutto: evidenza in retroareolare di dotti galattofori spiccatamente ectasici con visione dell' intero albero duttale lobare, nel contesto dei dotti opacizzati si osserva la presenza di multiple immagini di minus e di interruzioni all' interno del lume.
Si consiglia RM c.l.c.

Le secrezioni sono quasi scomparse ( solo pochissime se provocate ), per questo anzi è stato un pò difficoltoso fare la duttogalattografia

Il senologo dice che comunque bisogna asportare i dotti galattofori, un operazione che si può fare anche in day surgery e in anestesia locale ( è vero ?? )
Mia moglie senz'altro vuole fare l'intervento ma , per ragioni familiari, non può farlo prima di settembre - ottobre, il senologo ha detto assolutamente entro e non oltre l'anno in corso , va bene cosi?
La ringrazio anticipatamente, la saluto cordialmente

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non comprendo bene perchè non decidere quando fare l'intervento dopo l'esecuzione della Risonanza Magnetica ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 309XXX

buonasera Dott. Catania
mi scusi se la rispondo solo ora ma sono stato fuori per lavoro ( anche se la mente era altrove !! )
Vorrei chiederle cosa ne pensa dell' esito della duttogalattografia, è indirizzato più su una patologia benigna ? , cosa sono "multiple immagini di minus e di interruzioni all' interno del lume" ?
per quanto riguarda la RM ho letto su internet che la si fa quando anche dopo la dutto ci sono dubbi, e che , purtroppo, evidenzia quasi sempre una neoplasia.
dobbiamo aspettarci questo esito ?
quindi dalla dutto cosa è realmente uscito fuori?
la RM si deve per forza fare?
mi scusi di tutte queste domande ma siamo veramente molto giù !!!
La ringrazio
Cordiali saluti

[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il tipo di intervento lo si decide quando c'è una diagnosi.
Quindi ne riparliamo dopo la Risonanza Magnetica
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com