Utente 316XXX
Salve a tutti!
Anni fa a Cagliari ho subito svariati ed inutili interventi per un ascesso mammario recidivante al seno dx prima di conoscere attraverso questo sito il Dottor Salvo Catania e scoprire che il problema che mi affligeva, da ben 3 anni, altro non era che una MASTITE PERIDUTTALE mal curata! Sono stata in seguito da lui operata e posso dire, ormai a distanza di tanto tempo, che l'intervento fu risolutivo come lui mi disse.
La mia richiesta di consulto ad oggi riguarda l'allattamento al seno. Mi trovo alla 36esima settimana di gravidanza e la ginecologa che mi ha in cura, visti i miei precedenti, mi ha intervistato sulla mia volontà di allattare al seno o di interrompere la montata lattea farmacologicamente subito dopo il parto per paura di ingorghi o dell'insorgenza di una mastite nei dotti mammari che risultano ad oggi recisi.
Inutile dire che preferirei far godere a mia figlia di tutti i benefici del latte materno ma temo anche di dover ripercorrere un calvario a me già noto!
Resto in attesa di un riscontro del Dottor Catania o degli illustri colleghi, sperando che questa mia richiesta di consulto pubblica possa essere utile anche ad altre donne come fu per me in passato!
Grazie Romina

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non è facile dare una risposta soddisfacente.

Se l'intervento è stato eseguito dal sottoscritto non ci dovrebbero essere problemi di sorta per l'allattamento perché io eseguo una duttogalattoforectomia SELETTIVA del dotto terminale del capezzolo. Ne restano ancora decine di dotti efficienti.

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/mastite_periduttale.html


Ma se, come probabile, >>ho subito svariati ed inutili interventi per un ascesso mammario recidivante al seno dx prima di conoscere attraverso questo sito il Dottor Salvo Catania >> sono stati resecati i dotti galattofori è chiaro che sia quasi impossibile allattare provocando, se volesse provare, una montata lattea senza possibilità alcuna che il suo bambino/a possa succhiare il latte per l'interruzione dei dotti.

Ma su questo non Le saprei dare una risposta precisa non avendo informazioni sulla entità dei precedenti interventi.

Tanti saluti.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 316XXX

Gentilissimo Dottor Catania,
prima di tutto è per me un enorme piacere risentirla!
Purtroppo è andata proprio così, prima di finire tra le sue abili mani il quadrante inferiore interno del mio seno è stato "vittima" di continui taglia e cuci e medicazioni invasive tramite zaffi!
Ricordo ancora le sue parole al termine dell'intervento, disse che il tessuto interno era una gruviera e che aveva trovato addirittura punti interni e tessuto necrotico!
Nutro la speranza che nei restanti 3 quadranti che non sono mai stati incisi i dotti galattofori espletino la loro funzione ma temo fortemente che in quelli resecati non avendo sbocco al capezzolo possano crearsi ingorghi.
Vorrei almeno poter fare un tentativo di qualche giorno prima di rinunciare totalmente a questo pribilegio di mamma! Lei crede che i rischi siano troppo alti? Potrei rischiare addirittura di finire nuovamente sotto i ferri?
La ringrazio per la sua disponibilità e la saluto cordialmente
Romina

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>Nutro la speranza che nei restanti 3 quadranti che non sono mai stati incisi >>

Le ho spiegato che per rispondere occorrerebbe sapere se è stata praticata precedentemente una resezione dei dotti, parziale o totale. I dotti principali si trovano immediatamente a ridosso del capezzolo e i vari interventi comportano una loro resezione totale o parziale.

Provare per qualche giorno non comporta rischi oltre ad una montata su un seno che è difficile poi svuotare se i dotti sono stati recisi.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com