Utente 343XXX
Buongiorno, ringrazio in anticipo per la disponibilità....
ho 43 anni e nessuna gravidanza all'attivo e da qualche mese ho dolore sotto all'ascella dx. All'inizio era molto blando ma nell'ultimo mese si è accentuato parecchio: alla visita, al tatto, sembrava ci fosse presenza di piccolo linfonodo ingrossato (molto dolorosa la visita) quindi il medico mi ha ordinato terapia antibiotica x 7 gg (macladin500), antiinfiammatorio/integratore wobenzym x 10 gg e gentalyn-beta sulla parte infiammata, ipotizzando infezione.
In effetti alla fine dei 7 gg di antibiotico non avvertivo quasi + il dolore, ma dopo qualche giorno è ricominciato, quindi ho effettuato eco al seno e cavo ascellare ricevendo il responso di tessuto sottocutaneo molto infiammato e non presenza di noduli ingrossati, ipoteticamente dovuto alla depilazione.
Mi è stato ordinato di non depilarmi assolutamente più (usavo il rasoio) e di non usare nessun tipo di deodorante e continuare con antiinfiammatorio e gentalyn beta...e mettere ghiaccio qnd possibile (questo il giorno 04/04/14).
Oramai sono 5 gg che continuo con gentalyn e ho ricominciato l'antiinfiammatorio prima descritto solo ieri, ma per ora il dolore è sempre quello.
La mia domanda è la seguente: è possibile che la depilazione provochi tutto questo e che un'infiammazione del genere duri così tanto, con la presenza di dolore? Qual'è il prossimo passo da fare se non ci saranno miglioramenti?
Grazie mille e saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Intanto sarebbe il caso di avere una diagnosi, perché a distanza senza una visita è impossibile apportare un contributo corretto.

In quella sede non sono rari episodi di Idrosadenite cioè di infiammazione a carico delle ghiandole sudoripare ascellari.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 343XXX

Grazie per la risposta.....finito ciclo anti-infiammatorio cmq tornerò dal medico di base in ogni caso, e vedremo se riuscirà a formulare una diagnosi....c'è uno specialista a cui rivolgersi eventualmente per questo genere di infiammazioni?
Grazie e saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive credo che risolverà il problema con il suo curante.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com