Utente 346XXX
Salve,
Faccio pesistica e nuoto (ora ho interrotto temporaneamente da settembre 2013)
Fin da piccolo ho sempre avuto un seno particolarmente sensibile (DX) ma non ha mai dato alcun problema. Ma recentemente (la scorsa estate) durante una sessione di pesi in palestra ho accusato un dolore lancinante sul seno destro. Il giorno dopo l'area del capezzolo era completamente arrossata e all'interno si percepiva la presenza di un nodulo (o simile). Il dolore è durato per circa una settimana e poi il gonfiiore ha iniziato a scomparire; dopo circa un mese era scomparso del tutto. Non ho fatto alcuna visita medica. Lo scorso dicembre, senza ragione alcuna il problema è ricomparso, sempre sulla destra, ma accompagnato da infiammazioni delle ascelle (come noduletti arrossati e sporgenti) che appaiono in particolare dopo non appena sudo. Con il comparire del nodulo a destra (stesse dimensioni della volta precedente) ne è comparso anche uno più piccolo sulla sinistra. Anche questa volta, dopo un mese il problema è scomparso ma sono rimaste le infiammazioni ricorrenti alle ascelle (parecchio dolorose in alcuni casi). Preoccupato, mi son recato presso un ospedale di Taipei e li ho fatto marker tumorali, ecografia e una serie di esami. L'ecografia non ha evidenziato nulla (il problema era già scomparso), e gli esami erano perfetti (avevo fatto anche un controllo urine e prostata come mio solito e anche quello appariva regolare). A metà aprile il problema si è ripresentato con le stesse, identiche modalità (lato DX prima, lato SX poi). Fatto nuovo consulto, con seconda ecografia che rileva l'infiammazione tra muscoli e grasso ma non si vede alcun nodulo o altro. Mi prescrivono una terapia per innalzare le difese immunitarie perché secondo loro ho il sistema immunitario debole (mai accaduto prima). In realtà il problema non scompare né con antifiammatori, né con altro. Semplicemente scompare naturalmente.
Leggendo nel sito ho visto che i sintomi sono simili a quelli della mastalgia. Sarei grato se qualcuno potesse cortesemente darmi un suggerimento. Aggiungo che risiedo in Asia e che pertanto, nonostante l'ottimo livello di molti medici e dei servizi, spesso anche la barriera linguistica e le differenti caratteristiche fisiologiche associate alla razza dei pazienti spesso guida verso diagnosi differenti.

Un cortese saluto.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non è facile dare una risposta senza una visita , ma da quanto scrive credo che più che senologico sia da ipotizzare un problema dermatologico.
Pertanto in considerazione anche della negatività della ecografia richiederei una visita dermatologica.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-patologia-mammaria.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 346XXX

Gentile Dott. Catania,

La ringrazio. Farò anche una visita dermatologica. La preoccupazione derivava dal fatto che i capezzoli oltre a risultare induriti sul capezzolo erano completamente arrossati (DX in particolare sul quadrante superiore interno lato sterno) e quello destro è arrivato al punto da screpolarsi e perdere peli. Quello SX mostrava un gonfiore limitato con un nodulino minuscolo simile a una pustolina (dimensionalmente). Ora sono entrambi scomparsi ma sul lato destro percepisco fastidio e si sente ancora un leggero indurimento nell'area del capezzolo. Sono sintomi riconducibili a patologie dermatologiche (Infiammazioni cutanee interne per esempio?).

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Proprio per questi disturbi da Lei penserei ad una patologia dermatologica frequente negli sportivi ( sfregamento dei capezzoli sulla maglietta, sudorazione, intolleranze ai tessuti...)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 346XXX

Perfetto,

In effetti ha un senso. Io avevo pensato alle tonnellate di deodoranti che usavo in palestra per evitare l'odore che con il clima caldo umido locale diventa insopportabile. In effetti noto che almeno nel caso delle ascelle l'infiammazione scompare o si allevia non appena A) Faccio una doccia e B) Rimuovo qualunque indumento. Per cui se la sera ho un nodulino, vado a letto senza indossare maglietta e l'indomani se non è scomparso è comunque ridotto. Non avrei mai immaginato la cosa potesse estendersi al seno, in tale misura poi.

La ringrazio dottore. Mi è stato molto utile.

Un cordiale saluto.

EC

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Vedrà che approfondendo questa ipotesi ne verrà a capo.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com