Utente 374XXX
Buonasera dottore sono una ragazza di 29 anni,vorrei se possibile qualche delucidazione e rassicurazione. Allora circa 4 mesi fa ho fatto i piercing ai capezzoli dato che li avevo introflessi e ciò mi creava notevoli disagi. Il piercer è stato bravo affidabile pulito tutto sterilizzato etc la guarigione è stata regolare ,senza difficoltà particolari , ho sempre lavato con sapone antibatterico e soluzione salina calda. Circa un paio di mesi fa però ho cambiato il gioiello come mi era stato consigliato e ho sostituito quello in teflon con uno in acciaio chirurgico. Da allora sono iniziati Un po' di problemi. Circa un mese fa ho notato un pallino bianco proprio sul bordo del foro interno del capezzolo di dx, non dolente ne dolorabile e una secrezione lattescente dal foro. Questo pallino dopo un bagno caldo è esploso ma nel giro di qualcheed è fuoriuscito un materiale lattescente. Il seno non fa male non è caldo né gonfio. Ho applicato del gentalin crema ma con scarsi risultati, proseguendo l'igiene regolarmente. Ora mi chiedo: può non essere una infezione ma magari un dotto galattoforo ostruito? E due potrei essere intollerante al nuovo materiale del gioiello nonostante sia dichiarato inerte? Grazie infinite e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprenderà bene che sia estremamente difficile (oltre che vietato) apportare un contributo alla sua richiesta senza una visita.

Le complicanze infiammatorie da applicazioni di piercing sono ben note, ma da quanto scrive non sono evidenti segni di infiammazione, ma piuttosto a segni di ostruzione o apertura "anomala" del dotto galattoforo terminale del capezzolo.

Farei una visita per conferma.

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com